Europa League, è tempo di verdetti: Fiorentina in Azerbaigian. Gruppo A ed L tutti da vivere

In Europa League è tempo di tirare le somme. Diverse squadre hanno già staccato il ticket per il prossimo turno, tra le quali anche la Roma. Alla Fiorentina basterà non perdere contro il Qarabag per qualificarsi, mentre per Inter e Sassuolo il sogno europeo è già terminato.

Europa League, è tempo di verdetti: Fiorentina in Azerbaigian. Gruppo A ed L tutti da vivere
Photo by "reporterntv.ro"

La fase a gironi dell'Europa League sta per sancire gli ultimi verdetti. Le squadre che hanno già staccato il biglietto per la fase successiva sono ben 13, tra le quali anche la Roma di Luciano Spalletti. Le altre sono Apoel NicosiaOlympiacos, Anderlecht, St. Etienne, Zenit, Genk, Athletic Bilbao, Ajax, Shakhtar Donetsk, Schalke 04, Krasnodar Sparta Praga

Il gruppo A è ancora tutto da scrivere: tre squadre in corsa - Fenerbahçhe (10) , Manchester United (9) , Feyenoord (7) - che dovranno centrare i primi due posti. Lo United di Mourinho non dovrebbe avere problemi nel portare a casa punti contro lo Zorya, ma il vero big match del girone è quello tra Feyenoord e Fenerbahçhe, match che sancirà chi tra le due passerà il turno. I turchi godono di un leggero vantaggio, ma occhio a non sottovalutare troppo la situazione, perchè, in caso di  sconfitta e vittoria del Manchester United, sarà addio all'Europa. 

Nel gruppo D lo Zenit ha vinto ampliamente il suo girone piazzandosi in vetta alla classifica con 15 punti. In palio, però, c'è il secondo posto: a giocarselo sono Az Alkmaar (5) , Dundalk (4) Maccabi Tel Aviv (4). L'impegno più difficile è per gli olandesi, visto che ospiteranno lo Zenit di Lucescu ma, siccome la qualificazione è già arrivata con largo anticipo, potremmo assistere a un ampio turnover. Spareggio senza rimorsi, invece, tra la favola Dundalk e gli israeliani guirdati da Arveladze, entrambe tenute a vincere per sperare nella qualificazione. 

Ormai certa della qualificazione, la Roma sarà comunque tenuta a sostenere la trasferta in Romania sul campo dell'Astra Giurgiu (7). I romeni sono al secondo posto e godono del vantaggio di due punti sull'Austria Vienna (5), impegnata sul campo dell'eliminata Viktoria Plzen (3). L'impegno più ostico è sicuramente per l'Astra, ma può considerarsi fortunata visto che Luciano Spalletti farà ampio turnover in vista dell'importantissimo match di campionato contro il Milan. L' Austria Vienna si qualficherà in caso di successo e pareggio dell'Astra. 

Nel gruppo G è stato l'Ajax a dominare il girone ottenendo ben 13 punti e piazzandosi al primo posto in classifica. A giocarsi la qualificazione saranno lo Standard Liegi (6) e gli spagnoli del Celta Vigo (6). I belgi ospiteranno l'Ajax, mentre il Celta dovrà vedersela contro il Panathinaikos (1), squadra greca già certa dell'eliminazione. Sulla carta le due squadre non dovrebbero avere problemi a vincere, e nel caso in cui dovessero arrivare a pari punti si conterà la differenza reti, visto che in entrambe le occasioni le due compagini non sono andare oltre l'1-1. 

Gruppo all'insegna del dominio offensivo dello Shakhtar Donetsk (15), squadra al primo posto in classifica, a punteggio pieno e con il miglior attacco del torneo (17). A caccia del secondo posto Braga (6) e Gent (5). I portoghesi affronteranno in casa lo Shakhtar, un match che fa tornare in mente il quarto di finale di Europa League dello scorso anno. Per il Gent, invece, esame turco sul campo del Konyaspor (1), già eliminato. 

Nel gruppo J è la Fiorentina a comandare il girone con 10 punti in classifica. Occhio, però, perchè la squadra di Paulo Sousa dovrà vedersela contro un Qarabag (7) in piena lotta per qualificarsi. Le altre pretendenti sono Paok Salonicco (7) Slovan Liberec (4). Se i cechi riusciranno a portare a casa tre punti (con la sconfitta della Qarabag), riusciranno ad accedere alla fase successiva. 

L'Inter doveva essere la favorita numero uno per il primo posto e, di conseguenza, per la qualificazione. Purtroppo, però, ci sono stati numerosi incidenti di percorso che hanno portato all'eliminazione e all'ultimo posto del girone con soli 3 punti conquistati. Lo Sparta Praga (12) è già qualificato come prima, e a giocarsi il secondo posto ci sono il Southampton (7) e gli israeliani del Beer Sheva (7), entrambe a pari punti e pronte a scontrarsi. 

Un gruppo L che, inaspettatamente, è aperto più che mai. Il favoritissimo Villarreal (6) non è riuscito a cogliere al volo l'opportunità di qualificarsi come prima del girone, e dovrà giocarsi la qualificazione in casa contro la Steaua Bucarest (6). L'altra partita è quella tra Osmanlispor (7) e Zurigo (6). E' un girone tanto aperto così come imprevedibile da pronosticare. L'unica cosa certa è che ci sarà da divertirsi, con il Villarreal pronto ad usufruire del fattore campo per centrare una sudata qualificazione. 


Share on Facebook