Europa League - La Roma vince ma ai quarti ci va il Lione: 2-1 all'Olimpico

I Francesi vanno in vantaggio con Diakhaby, la Roma rimonta con Strootman e un'autorete, ma non riesce a trovare il gol-qualificazione.

Europa League - La Roma vince ma ai quarti ci va il Lione: 2-1 all'Olimpico
Europa League - La Roma vince ma ai quarti ci va il Lione: 2-1 all'Olimpico (Fonte foto: L'Equipe)
ROMA
2 1
LIONE
ROMA: ALISSON; FAZIO, MANOLAS, RUDIGER, MARIO RUI (76' PEROTTI), STROOTMAN, DE ROSSI (84' TOTTI), BRUNO PERES (59' EL SHAARAWY), SALAH, NAINGGOLAN, DZEKO. ALL. SPALLETTI
LIONE: LOPES; JALLET, MAMMANA (78' YANGA-MBIYWA), DIAKHABY, MOREL, TOUSART, GONALONS, CORNET, TOLISSO, VALBUENA, LACAZETTE (84' FEKIR). ALL. GENESIO
SCORE: 2-1. 0-1 16' DIAKHABY, 1-1 18' STROOTMAN, 2-1 60' AUT. TOUSART
ARBITRO: KASSAI AMMONITI: MANOLAS, STROOTMAN, NAINGGOLAN, PEROTTI (R), TOUSART, MAMMANA. GONALONS, LOPES (L)
NOTE: STADIO OLIMPICO INCONTRO VALIDO PER IL RITORNO DEGLI OTTAVI DI EUROPA LEAGUE

La Roma saluta l'Europa League. All'Olimpico i giallorossi vincono 2-1 contro il Lione, ma escono per effetto del 4-2 subito in terra Francese. Per quanto riguarda il match, subito in salita la sfida per la Roma perché Diakhaby porta avanti i suoi, ma dopo due minuti arriva il pareggio di Strootman. Nella ripresa la squadra di Spalletti trova la rete del 2-1 grazie ad un'autorete, ma non riesce a trovare il gol qualificazione, con Perotti e Totti in campo. 

Per quanto riguarda le formazioni, 3-4-2-1 per la Roma con Nainggolan e Salah a supporto di Dzeko mentre il Lione risponde con un 4-2-3-1 con Cornet, Tolisso e Valbuena a supporto di Lacazette. 

Partenza arrembante della Roma che, dopo sei minuti, va ad un passo dal vantaggio con Rudiger che, da corner, calcia ma la sfera impatta sulla traversa e cade sulla testa di Salah, il quale prova a ribadire in rete, ma Lopes salva tutto. Il duello tra l'Egiziano e l'estremo ospite si ripete all'11' con il portiere che salva ancora in uscita. Alla prima occasione, però, il Lione passa: un angolo di Valbuena trova la testa di Diakhaby che lascia sul posto Fazio e mette dentro, 0-1. Il vantaggio dura solo due minuti perché al 18' la Roma perviene al pareggio con una punizione di De Rossi che trova la zampata di Strootman il quale mette dentro, 1-1.

Con il passare dei minuti i ritmi si abbassano ma sono sempre gli uomini di Spalletti ad andare vicini al con Nainggolan che alla mezz'ora vince un rimpallo e rialzandosi calcia al volo ma la sfera esce di pochissimo. Ben più clamorosa l'occasione che capita a Strootman al 41': l'Olandese calcia per ben due volte dall'interno dell'area ma Lopes risponde presente in entrambe le occasioni. Termina con il risultato di 1-1 la prima frazione.

La ripresa inizia come è finito il primo tempo, con la Roma che dopo un minuto sfiora il gol con Nainggolan: di testa costringe al miracolo Lopes, sulla respinta ci prova ancora il Belga ma ancora il portiere del Lione si supera mandando in angolo. Dall'altra parte Lacazette allarga per Cornet il quale mette in mezzo per Valbuena, che però calcia alto da buona posizione. Spalletti inserisce El Shaarawy per Bruno Peres e dopo un minuto la Roma va in vantaggio, proprio grazie all'ex Milan: scappa a Valbuena e mette in mezzo, trovando la deviazione di Tousart che infila la sfera nella propria porta, 2-1. 

Passano tre minuti e la Roma sfiora il tris con un gran break di Nainggolan che fa 50 metri di campo e serve El Shaarawy, che fa fuori un avversario e calcia col mancino, ma la sfera esce per questione di millimetri. La partita è bellissima, con azioni da una parte e dall'altra, al 65' Valbuena entra in area e serve Morel, che mette al centro per Cornet che da pochi metri calcia alto. Spalletti getta nella mischia anche Perotti, ma è ancora il Lione a farsi vedere con un gran tiro di Tolisso da fuori, ma Alisson vola e mette in angolo. Spalletti mette anche Totti per De Rossi, ma nei cinque minuti di recupero la Roma non riesce a trovare il gol qualificazione. All'Olimpico termina 2-1, con i giallorossi che vincono il match ma ai quarti ci va il Lione. 

Europa League