Europa League, il quadro della situazione: è tutto ancora incerto

I quarti di finale dell'Europa League sono ancora tutti scrivere. Ci sono delle favorite per il passaggio del turno, ma la storia insegna che nel calcio nulla è scritto.

Europa League, il quadro della situazione: è tutto ancora incerto
Photo by "Mediagol"

L'Europa League non ci ha ancora svelato i suoi verdetti. In tutti e quattro gli incontri disputati, nessuna squadra è riuscita a registrare un punteggio sicuro in grado di garantirle l'accesso alle semifinali. Ci sono ovviamente compagini che partono in leggero vantaggio, ma ciò non esclude clamorosi colpi di scena. Le gare sono in programma domani alle 21:05. Di seguito la presentazione.

BESIKTAS VS LIONE - I francesi non possono di certo dichiararsi al sicuro, nonostante la vittoria all'andata per 2-1. Ad accoglierli ci sarà uno stadio infuocato e un Besiktas desideroso di disputare una semifinale europea per la prima volta nella sua storia. I padroni di casa, salvo recuperi lampo, non avranno a disposizione Erkin, Gulum, Quaresma, Rhodolfo e Tosun. Il Lione, invece, metterà in campo la migliore formazione, con gli unici dubbi legati alle condizioni fisiche di Mammana e Valbuena. Si prospetta una sfida interessante e aperta a ogni risultato. Le due squadre si equivalgono, ma mettendo a confronto le due rose sono i francesi ad avere maggiore qualità. Altro aspetto da non sottovalutare è l'esperienza: Genesio ha a disposizione una rosa molto giovane (età media sui 24,8), in confronto di un Besiktas che di esperienza ne ha da vendere (28,7). Potrebbe essere questo fattore a prevalere.

GENK VS CELTA VIGO - Il 3-2 dell'andata a favore della squadra di Berizzo non sembra dare certezze, ed è per questo motivo che il tecnico argentino ha messo tutti in riga. L'undici titolare dei belgi è ricco di incognite per via di numerosi fastidi muscolari che "annoiano" i vari Bizot, Coucke, Susic, Wouters e Karelis. Per gli spagnoli, invece, tutti a disposizione, tranne lo sfortunato Rossi. I padroni di casa hanno già dimostrato tutte le loro potenzialità arrivando fin qui. Hanno sorpreso tutti e non hanno nessuna voglia di fermarsi: di fronte ci sarà una squadra più forte sotto l'aspetto qualitativo, ma il Genk cercherà di sfruttare anche il fattore casa. Il Celta non vuole tornare a casa proprio in questo momento, perché è vicino a centrare una storica qualificazione, ed il tasso tecnico li pone come favoriti.

MANCHESTER UNITED VS ANDERLECHT - L'1-1 dell'andata fa più felice Mourinho che Weiler, anche se l'andamento del match potrebbe far pensare il contrario. I Red Devils sono favoriti per il passaggio del turno, ma dovranno rinunciare a Jones, Mata e Smalling. In dubbio c'è anche Wayne Rooney, che soffre di un problema alla caviglia. In casa Anderlecht tutti a disposizione tranne il terzino Najar. La squadra di Weiler può vantare numerosi talenti come Tielemans e Dendoncker, ma di fronte a uno United "casalingo" e ricco di campioni, la qualificazione sembra un obiettivo quasi impossibile. Il discorso non è chiuso, nel calcio tutto è possibile, ma a prevalere potrebbe essere la maggiore qualità del Manchester United.

SCHALKE 04 VS AJAX - Potrebbe essere l'anno dell'Ajax? Forse. Ci sono buone possibilità che gli olandesi si qualifichino alle semifinali di una coppa europea dopo tanto tempo. Il 2-0 dell'andata mette al sicuro la squadra di Bosz nei confronti di uno Schalke 04 che vive tra alti e bassi. Weinzierl non avrà a disposizione Baba, Naldo e Neumann, mentre restano da valutare le condizioni di pezzi da novanta del calibro di Chupo-Moting, Howedes e Kolasinac. In casa Ajax non ci sarà l'influenzato Tete, e anche qui ci saranno da sciogliere dubbi riguardanti la presenza di Riedewald e Sinkgraven. Nonostante il vantaggio, non dobbiamo assolutamente snobbare lo Schalke. E' una squadra in difficoltà, presiede la zona medio-bassa della classifica in Bundesliga e ha perso all'ultimo minuto contro un Darmstadt che ha più di un piede e mezzo in 2. Fußball-Bundesliga (Serie B tedesca). Quale occasione migliore per tornare a sorprendere? Questa sera è l'occasione della vita, probabilmente la partita che può segnare il destino di una stagione. Qualità e esperienza non mancano, ma occhio sempre vigile e attento sulla gioventù olandese, che parte favorita in virtù del risultato di giovedì scorso.