Verso Ajax-Lione: Genesio privo di Lacazette e Depay. Gli olandesi per mantenere la tradizione positiva

Ajax e Lione sono pronte a sfidarsi. Assenze pesanti da entrambe le parti, ma le due squadre sono spinte da grandi motivazioni.

Verso Ajax-Lione: Genesio privo di Lacazette e Depay. Gli olandesi per mantenere la tradizione positiva
Photo by "Football Magazine"

L'Europa League torna in scena e lo fa con delle semifinali di grande qualità. Questa sera ci sarà il primo incontro tra Ajax e Lione, due squadre che si affronteranno alle 18:45. Perchè questo orario? Non ha nulla a che vedere con la partita di Champions League tra Monaco e Juventus, ma in Olanda il 4 maggio è il giorno del 'Dodenherdenking' (commemorazione delle vittime) e Piazza Dam ad Amsterdam sarà il centro della manifestazione. Una situazione che renderebbe difficile oltre che poco rispettoso per le vittime giocare all'Amsterdam Arena ed avere tifosi festanti per le strade. E' per questo motivo che il match è stato anticipato al 3 maggio.

L'Ajax dovrà fare a meno di pezzi grossi del calibro di Veltman e Viergever, fuori per squalifica. Il tecnico Bosz, tuttavia, continuerà a proporre il classico 4-3-3 con Onana tra i pali e un quartetto difensivo composto da Tete, Sanchez, De Ligt e Sinkgraven. In cabina di regia troviamo il danese Schone, fiancheggiato da due mezz'ali ricche di qualità come Klaassen e Ziyech. Nel tridente d'attacco largo a Traoré, Dolberg e Younes.

Ajax (4-3-3): Onana, Tete, Sanchez, De Ligt, Sinkgraven, Klaassen, Schone, Ziyech, Traoré, Dolberg, Younes.

Anche Bruno Génésio dovrà rinunciare a calciatori di vitale importanza. Saranno assenti infatti Depay (non iscritto), Lacazette, Mammana, mentre Tolisso non è al meglio. Il giovane centrocampista francese proverà a stringere i denti nonostante il fastidio alla caviglia. Anche qui assistiamo a un 4-3-3 con Lopes in porta, difesa composta da Jallet, Diakhaby, N'Koulou e Morel. Centrocampo con Tousart, Gonalons e Tolisso, con quest'ultimo in ballottaggio con Ferri. L'attacco sarà privo di Lacazette e Depay, ma la qualità resta ugualmente alta con Ghezzal (ballottaggio con Cornet), Fekir e Valbuena.

Lione (4-3-3): Lopes, Jallet, Diakhaby, N'Koulou, Morel, Tousart, Gonalons, Tolisso (Ferri), Ghezzal (Cornet), Fekir, Valbuena.

Dopo ben 20 anni di digiuno, l'Ajax si è finalmente imposto in Europa ed è tornato a disputare una semifinale. Nel 1997 i lancieri vennero travolti dalla Juventus nella semifinale di Champions League con il tennistico punteggio di 6-2 (1-2 all' Amsterdam Arena e 1-4 al Delle Alpi); a segnare furono Litmanen all'andata e Melchiot al ritorno: dopo quel match solamente batoste e delusioni. Gli olandesi non sono più riusciti a mantenere la tradizione europea che li ha contraddistinti per anni, ma adesso sembrano finalmente tornati quelli di una volta. Gioco collettivo e una fucina di talenti che è tornata a produrre calciatori di una tecnica cristallina.

Sono solamente quattro i precedenti tra le due squadre, l'ultimo targato 22 novembre 2011. Allo Stade de Gerland assistemmo a uno scialbo 0-0, un risultato che costò l'eliminazione alla squadra di De Boer nonostante gli 8 punti in classifica a pari merito con i francesi. Il Lione non ha mai battutto l'Ajax, e gli olandesi hanno vinto per ben due volte. Di seguito ecco tutti i precedenti:

17/11/2002, CHAMPIONS LEAGUE: AJAX 2 - 1 LIONE (IBRAHIMOVIC, IBRAHIMOVIC, ANDERSON)

30/10/2002, CHAMPIONS LEAGUE: LIONE 0 - 2 AJAX (PIENAAR, VAN DER VAART)

14/09/2011, CHAMPIONS LEAGUE: AJAX 0 - 0 LIONE

22/11/11, CHAMPIONS LEAGUE: LIONE 0 - 0 AJAX


Share on Facebook