Celta Vigo-Manchester United: primo atto di una semifinale spettacolare

Oggi alle 21.05 va in scena il primo atto della semifinale di Europa League, con due squadre vogliose di arrivare in fondo per motivi diversi.

Celta Vigo-Manchester United: primo atto di una semifinale spettacolare
Celta Vigo-Manchester United: primo atto di una semifinale spettacolare

L'Europa League è al centro di numerose discussioni riguardo la sua utilità o meno in termini economici e di prestigio per le società, in Italia questo dibattito è molto acceso tanto che alcune squadre negli anni hanno scelto di uscire quasi deliberatamente dall'Europa League per puntare sul campionato mente altre ci hanno puntato con forza arrivando anche nelle fasi finali. Questo dibattito non sembra tangere il Celta Vigo e il Manchester United che stanno dedicando molte delle loro forze a questa competizione per motivi diversi: il Celta, dopo i fasti dei primi anni duemila in Champions, è un po' sparito dai radar e vuole rifarsi, mentre lo United vuole dare un senso all'ennesima stagione finora incolore arricchita solo da trofei "secondari".

COME CI ARRIVA IL CELTA VIGO- Il Celta Vigo arriva a questa semifinale dopo aver eliminato il Genk grazie a una vittoria al Balaidos per 3-2 a cui è seguito un utile 1-1 in terra di Belgio; la vittoria decisiva è maturata (dopo lo svantaggio iniziale) grazie ai gol di Guidetti e Iago Aspas ovvero i veri uomini decisivi degli spagnoli. In campionato le cose non vanno altrettanto bene per l'ex squadra di Luis Enrique, non vince da metà aprile e ha incassato tre sconfitte, di cui due dalle squadre di Siviglia. Gli spagnoli sperano di invertire questa tendenza negativa proprio oggi con una buona prestazione in Europa.

COME CI ARRIVA IL MANCHESTER UNITED- I Red Devils non arrivano nel migliore dei modi a questo appuntamento, hanno superato l'Anderlecht vincendo 2-1 in casa e pareggiando a Bruxelles ma non è tutto oro quel che luccica: in primo luogo le cose in campionato non vanno come dovrebbero, dato il doppio pareggio con City e Swansea; in secondo luogo l'infortunio di Ibrahimovic rischia di iniziare a pesare quando la pressione si alzerà e alla giovane squadra inglese mancherà il baluardo a cui aggrapparsi; infine l'ambiente attorno ai red devils non è tranquillo, l'ex Roy Keane ha definito "una vergogna" la stagione della sua ex squadra.

UOMINI CHIAVE E FORMAZIONI-Il Manchester, orfano di Ibra, dovrà affidarsi alla leadership di Rooney e alla freschezza di Rashford, a cui si consegneranno le chiavi dell'attacco per necessità; Mourinho dovrebbe schierare i suoi ragazzi con un 4-3-3, con Romero portiere di coppa, Darmian, Bailly, Blind e Valencia dietro (Manca Rojo). In mediana, Herrera, Pogba e Carrick, Young e Mata a supporto di Rashford.

Gli spagnoli hanno trovato nella freschezza di Iago Aspas e nell'esperienza di John Guidetti gli ingranaggi principali su cui far girare il motore della squadra: lo svedese ha una grande esperienza internazionale anche con la nazionale mentre il non più giovane spagnolo sta trovando la sua dimensione al Celta da cui era partito prima di tentare la fortuna al Liverpool. Il Vigo si schiererà con un 4-3-3: in  porta spazio a Alvarez; davanti difesa a quattro con Mallo, Cabral, Fontas e Jonny; mediana a tre con Radoja, Tucu e Hernandez; davanti Iago Aspas, Guidetti e Sisto.