Europa League: sorride Mourinho, a Fellaini risponde Roncaglia. 1-1 tra Manchester United e Celta Vigo

Dopo un primo tempo concluso in avanti grazie al colpo di testa di Marouane Fellaini, gli inglesi soffrono fino alla fine, a causa di una rete di Roncaglia che riapre i giochi. Negli ultimi minuti, ennesimo clamoroso errore di Guidetti, che impedisce ai suoi di ribaltare la sfida e la semifinale stessa. A Stoccolma, dunque, sarà United-Ajax.

Europa League: sorride Mourinho, a Fellaini risponde Roncaglia. 1-1 tra Manchester United e Celta Vigo
Esultanza di Marouane Fellaini dopo il goal | Source: profilo Twitter Manchester United
MANCHESTER UNITED
1 1
CELTA VIGO
MANCHESTER UNITED: Romero; Valencia, Bailly, Blind, Darmian; Fellaini, Herrera, Pogba; Lingard (Rooney, min. 88), Rashford (Smalling, min. 90), Mkihtaryan (Carrick, min. 77).
CELTA VIGO: Sergio Alvarez; Mallo, Cabral, Roncaglia, Jonny; Wass (Jozabed, min. 46), Radoja (Bongonda, min. 68), Hernandez; Iago Aspas, Guidetti, Sisto (Beauvue, min. 80).
SCORE: 1-0, min. 17, Fellaini. 1-1, min. 86, Roncaglia.
ARBITRO: Ovidiu Hategan. Ammoniti: Blind (min. 32), Iago Aspas (min. 66), Herrera (min. 82). Espulsi: Bailly (min. 88), Roncaglia (min. 89)
NOTE: Stadio Old Trafford, gara valida per le semifinali di Europa League 2016/17.

Dopo una semifinale di ritorno rivelatasi più complicata del previsto, obiettivo finale raggiunto per il Manchester United, che nonostante l'1-1 dell'Old Trafford prenota i biglietti per Stoccolma accodandosi ai giovani talenti dell'Ajax. Avanti grazie ad un colpo di testa di Fellaini, i ragazzi di Mourinho controllano e sprecano qualche occasione, consentendo al Celta Vigo di pungere e di fallire un numero importante di occasioni con Guidetti. Sul finale di partita, rete della speranza di Roncaglia, che illude i suoi prima di abbandonare prematuramente il rettangolo di gioco, seguendo a ruota Bailly. Importante risultato, dunque, per i Red Devils, che puntano al successo europeo per salvare una stagione molto altalenante. 

Padroni di casa che scendono in campo adottando il preannunciato 4-3-3: davanti a Romero, difesa a quattro composta da Valencia, Bailly, Blind e Darmian. In mediana, Herrera, affiancato dalle mezz'ali Fellaini e Paul Pogba. A completare l'undici di José Mourinho, Lingard e Mkhitaryan, incaricati di sostenere l'unica punta Rashford. Stessa disposizione tattica, invece, per gli ospiti, con Iago Aspas e Sisto ai lati di Guidetti. Sergio Alvarez in porta, protetto dall'accoppiata Cabral-Roncaglia. Nella zona centrale del rettangolo di gioco, Radoja, sostenuto da Wass e Hernandez. Completano l'undici di Berrizzo, gli esterni difensivi Mallo e Jonny.

Gara inizialmente molto blanda, da parte del Manchester United, che al 4' rischia di subire un goal da Iago Aspas, bravo a sgusciar via ad un disattento Darmian ma sfortunato al momento del tiro a giro, quando è l'attento Sergio Romero a tener chiusa la propria porta. Lentamente, i red devils alzano il baricentro, affacciandosi all'11' dalle parti di Alvarez. Il suggerimento verticale di Pogba per Rashford, però, è troppo lungo, con buona pace dei difensori spagnoli. Il primo sguardo dei padroni di casa è solo il preludio al goal, che giunge al minuto numero diciassette e grazie a Fellaini, bravo a colpire di testa e a tramutare in oro un lancio precisissimo di Rashford. Animato dal prezioso vantaggio, il collettivo di Mourinho sfiora il 2-0 cinque minuti dopo, con un altro traversone di Rashford che attraversa pericolosamente tutta l'area del Celta. 

Riprendendosi dallo schock, al 26' si mette in evidenza il Celta Vigo con Hernandez, bravo a calciare dalla distanza e a preoccupare Sergio Romero, che mette alto. La chance spagnola non preoccupa particolarmente lo United, che per tutta la seconda fase di frazione si limita a controllare senza troppi problemi. Gli inglesi, riescono infatti a tamponare gli esterni avversari, impedendo loro di esprimersi al meglio. Al 37' potente conclusione di Pogba deviata da un avversario, Hategan però non ravvisa tocco e concede rimessa al Celta Vigo. Guizzanti, i ragazzi di Berrizzo non vogliono però cedere le armi senza lottare e, poco prima del duplice fischio, preoccupano ancora Romero, con Wass che di testa anticipa Darmian mettendo però fuori. Non perfetto il primo tempo del laterale ex Torino, spesso costretto a rincorrere i rispettivi avversari. 

Seconda frazione che inizia con il Celta Vigo in avanti, vicino all'1-1 grazie ad un cross teso di Mallo respinto, però, dall'ottimo Romero. Appena un minuto dopo, al 47', bolide dalla distanza di Mkhitaryan, che trova preparato Alvarez. A fasi alterne, la sfida regala poche emozioni nella prima parte di secondo tempo, con gli spagnoli decisi a pungolare gli inglesi grazie ad una serie di veloci contropiedi. Sugli sviluppi di uno di questi capovolgimenti, al 58' si divora un goal Guidetti, che manda fuori da ottima posizione un passaggio preciso di Sisto, in assoluto il migliore dei suoi. Ridestandosi dopo un parentesi sonnolenta, sei minuti dopo batte ancora un colpo Rashford, bravo a sgusciare in area e a concludere da a tu per tu con un Alvarez provvidenziale nella respinta. Dieci minuti dopo l'ora di gioco, bella conclusione di Marouane Fellaini, che trova però pronto il portiere Sergio Alvarez, davvero miracolo nella sua performance europea.

Al 71' grande botta di Jozabed, con il pallone che finisce poco lontano dalla porta difesa da Sergio Romero. Nella fase finale di gara le squadre si allungano, creando spazi che portano inevitabilmente ad una serie di occasioni. Al 78' seconda occasione mancata da Guidetti, che sempre di testa manda clamorosamente al lato. La chance mancata non abbatte però il Celta, che a cinque minuti dalla fine trova il pari con Roncaglia, che all'86' batte Romero da corner e riapre la sfida. La rete dell'ex Fiorentina non scuote però gli ospiti che, dopo il capannello che porta all'espulsione di un giocatore per parte e dopo una rete annullata ad Herrera a gioco fermo, abbandonano il torneo ad un passo dalla finale. Prima di arrendersi, il Vigo rischia l'infarto al 97', quando è ancora Guidetti a controllar male a porta praticamente sguarnita. Migliore in campo per i padroni di casa, Rashford. Per gli ospiti in evidenza Sisto. 


Share on Facebook