Europa League - Hertha e Bilbao, incroci pericolosi

All'Olympiastadion va in atto la gara più equilibrata e ricca di tensione della serata: sfida sul filo dell'equilibrio, in palio la testa del gruppo J.

Europa League - Hertha e Bilbao, incroci pericolosi
Fotomontaggio Vavel | Giorgio Dusi
Hertha Berlino
21 05
Athletic Bilbao

Uno dei match clou di serata di Europa League va in scena all'Olympiastadion: il gruppo H regala subito un incrocio di fuoco tra Hertha Berlino ed Athletic Bilbao, inserite in un girone piuttosto agevole insieme a Zorya ed Osterlunds. Subito in palio il primo posto, per una sfida tra due compagini nobili che hanno però un passato europeo un po' differente tra di loro: i baschi sono stati una costante delle ultime edizioni dal 2012 in poi, mentre i berlinesi l'anno scorso hanno rimediato una bruciante eliminazione ai preliminari per mano del Brondby. Il sesto posto quest'anno ha evitato ai biancoblu altri rischi, mentre a Bilbao hanno festeggiato il quinto posto, anch'esso valido direttamente per la fase a gironi.

Le scelte

Dardai annuncia quattro cambi in conferenza stampa, uno probabilmente in difesa, uno a centrocampo e due sulla trequarti. Dietro rientrerà Pekarik a destra, con Weiser a riposo un turno, mentre Langkamp, Rekik e Plattenhardt dovrebbero essere confermati, sorprese permettendo. In mezzo al campo campo probabilmente per Lustenberger al posto di Stark vicino a Skjelbred, mentre con Darida sulla trequarti potrebbero esserci Kalou a sinistra ed Haraguchi a destra. Unica punta ancora l'insostituibile Ibisevic.

Senza Yeray, alle prese con una condizione da recuperare post-tumore, Ziganda si affida ad Etxeita vicino a Laporte, con Lekue e Balenziaga sulle corsie. In mezzo al campo riposo per Benat, non convocato, così come Iturraspe: dovrebbe vedersi Vesga vicino a San José, mentre Susaeta dovrebbe trovare posto sull'ala destra con Inaki Williams a guidare l'attacco. Completeranno la trequarti Aketxe in posizione centrale e Muniain a sinistra, quest'ultimo insidiato da Merino. Tra i pali, invece, Herrerin, portiere di coppa. Rientrato dall'influenza e convocato Arrizabalaga.

Calcio d'inizio fissato per le ore 21.05 all'OlympiaStadion di Berlino, direttore di gara il russo Ivan Kruzliak. Primo incrocio Uefa nella storia delle due squadre.