Il Milan vince e aggancia il Parma sconfitto dall'Inter

Nella 34.a giornata i rossoneri vincono la quinta gara di fila (3-0 al Livorno) e raggiungono il Parma battuto dai nerazzurri 2-0 (Rolando e Guarin). A Udine finisce 1-1, Callejon e Fernandes. Spettacolare 3-3 all'Olimpico tra Lazio e Torino. In coda vincono Sassuolo e Catania

Il Milan vince e aggancia il Parma sconfitto dall'Inter
Il Milan vince e aggancia il Parma sconfitto dall'Inter

Tutto è ancora possibile per la qualificazione all'Europa League e nella lotta per non retrocedere. Il Napoli non va oltre l'1-1 in casa dell'Udinese e vede sfumare l'ultimo assalto al secondo posto, sempre più in mano alla Roma: segnano Callejon e Bruno Fernandes nell'1-1 del Friuli. Vincono le milanesi che provano a staccare il pass per l'Europa. Spettacolare 3-3 tra Lazio e Torino. Immobile illude i granata con il gol del 3-2 al 90', ma Candreva trova il pareggio a tempo scaduto. In coda la vittoria preziosa la mette a segno il Sassuolo, mentre il Cagliari guadagna tre punti a Marassi.

PARMA-INTER 0-2 (Rolando 48', Guarin 89') 

L’Inter si aggiudica una gara fondamentale per mettere al sicuro il quinto posto e la qualificazione all’Europa League. Al Tardini, partono meglio i crociati, due volte pericolosi con Cassano. Handanovic fa buona guardia, Icardi fallisce un gol mentre Palacio e Cambiasso impegnano Il Parma (in dieci per espulsione di Paletta al 50') sbaglia un calcio di rigore nel primo tempo (tiro di Cassano deviato da Handanovic sul palo).  Nella ripresa, la svolta: doppia ammonizione per Paletta, sulla punizione seguente Hernanes pesca Rolando per il colpo di testa del vantaggio. Il Parma ci crede, una traversa nega il gol del pareggio a Lucarelli. Guarin fissa il punteggio sul 2-0

MILAN-LIVORNO 3-0 (Balotelli 43', Taarabt 51', Pazzini 84') 

il Milan continua nella sua striscia di vittorie consecutive battendo il Livorno 3-0, collezionando il quinto successo consecutivo in campionato agganciando così il Parma in classifica. Nel 3-0 senza ombre sul Livorno trovano la via del gol Balotelli (colpo di testa viziato da una spinta su un difensore) e Taarabt in rete (quarto gol in campionato) dopo uno slalom con incursione in area. Chiude i conti Pazzini. 

LAZIO-TORINO 3-3 (Mauri 42', rig. Candreva 61' e 94' ; Kurtic 52', Tachtsidis 67', Immobile 89') 

Sperano anche Lazio e Torino che hanno dato vita a un match dalle mille emozioni. Incredibile pareggio all’Olimpico con Candreva che riacciuffa gli ospiti a tempo ormai scaduto. Biancocelesti in vantaggio con Mauri, pareggio granata firmato da Kurtic, Candreva porta avanti gli uomini di Reja su rigore ma Tachtsidis segna il gol del pari prima della rete di Immobile momentaneo 3-2 dopo l’espulsione di Novaretti. E lo stesso Candreva, nel recupero, fissa il punteggio sul 3-3. 

UDINESE-NAPOLI 1-1 (Fernandes 55'; Callejón 38’) 

Un pareggio inutile ai fini della classifica,  Senza le stelle Di Natale e Higuain al Friuli  al ne è venuta fuori comunque una gara bella e con tante occasioni da gol. Callejon sblocca il risultato al 38' con un gran destro al volo su assist di Zapata. Lo spagnolo sale a quota 12 gol in campionato alla sua prima stagione al Napoli. Secondo marcatore, dopo Higuain. Trovato il vantaggio il Napoli non riesce a mettere a segno il colpo del ko, sciupando più di un'occasione per segnare il 2-0..Pareggio nella ripresa di Bruno Fernandes, su gentile “regalo” di Reina, che ha innescato Pinzi per l’assist decisivo. Nel finale espulso Fernandez, difensore azzurro, che salterà l’Inter per squalifica. Finisce con un pareggio: il secondo posto diventa quasi irraggiungibile. Alla Roma basta un punto per avere la matematica certezza.

ATALANTA-VERONA 1-2 (Denis 86'; Donati 53', Toni 73')

Il Verona vince lo scontro diretto tra le due sorprese del campionato che inseguono il sogno Europa League.. Primo tempo combattuto, con il Verona però sicuramente più propositivo in attacco. Secondo tempo tutto di marca veronese, che buca Consigli prima con Donati e poi Toni trova il raddoppio al 72' su assist di uno scatenato Iturbe. Denis prova a riaprirla all'87' ma non basta.gli ospiti.

CATANIA-SAMPDORIA 2-1 (Leto 45', Bergessio 63'; Okaka 61') 

 Il Catania vince 2-1 e resta aggrappato alla speranza di una difficilissima salvezza. Battuta al Massimino, , una Sampdoria largamente rimaneggiata,. . Leto sblocca con una rovesciata straordinaria al 45'. Okaka risponde al 61' con una cavalcata da centrocampo, stile Bale.  Ma l'1-1 dura appena due minuti: Lodi con un lancio millimetrico pesca Bergessio, il quale non perdona. Il Livorno, sconfitto dal Milan, è solo a +2 ora, ma il Sassuolo e il Bologna sono ancora a +5.

CHIEVO-SASSUOLO 0-1 (Berardi 40’)  

I l Sassuolo conquista tre punti preziosissimi in chiave salvezza nello scontro diretto con il Chievo. Basta un gol di Berardi al 40 che raccoglie un lancio da centrocampo sfuggendo alla marcatura di Frey e Cesar, stoppa al limite dell’area e fa poi partire un siluro a incrociare sul secondo palo che fa secco Agazzi. . . Con la conquista di una rara vittoria esterna, i neroverdi agguantano il Bologna a quota 28 e si riportano a -2 dagli stessi gialloblù, riprecipitati a loro volta nel calderone turbolento del fondo-classifica.

GENOA-CAGLIARI 1-2 (De Maio 3'; Sau 37', Ibarbo 82') 

Prima vittoria in trasferta di questo campionato per il Cagliari, quarta sconfitta consecutiva del Genoa:  De Maio sblocca il risultato dopo soli 3'. Gilardino sfiora il raddoppio al 12', ma nell'occasione si fa male al ginocchio. Al 37' arriva il pareggio di Sau, poi all'82' Ibarbo in contropiede firma il gol del 2-1. Quinta sconfitta consecutiva per il Genoa, che ormai non ha più obiettivi in campionato. E a Marassi finisce fra le contestazioni del pubblico e le proteste del Genoa per una rete annullata a Gilardino al novantacinquesimo, ma sull’ultimo piazzato di Sturaro c’è mezza squadra in fuorigioco.Il Cagliari vince in rimonta a Genova e conquista tre punti che significano salvezza ormai quasi certa. . Quinta sconfitta consecutiva per il Genoa, che ormai non ha più obiettivi in campionato. 


Share on Facebook