Serie A, la guida alla 14a giornata

Fiorentina-Juventus questa sera, Verona-Sampdoria lunedì prossimo alle 21. Uno spezzatino inconcepibile, che non toglie però importanza a queste sfide. Chi uscirà vincente da questi 90 minuti pedalerà con maggiore serenità verso la pausa natalizia.

L'inverno incombe sulla Serie A, meglio fare punti e riposarsi. Al rientro, dopo la pausa natalizia, una tra Roma e Juventus potrebbe aver perso qualche punto, o forse no. Il test del Franchi può definitivamente allontanare le critiche verso Max Allegri, ormai idolo del tifo bianconero. La Viola, si sa, aspetta questo match dalla sera della compilazione del calendario. Fiorentina-Juve è una partita speciale, figlia di una rivalità sportiva che ti divora.

Destino diverso aspetta Roma e Napoli, impegnate contro Sassuolo ed Empoli, non proprio due squadroni. Attenzione però al fattore sorpresa, con Di Francesco e Sarri che vivono un momento positivo alla guida delle rispettive formazioni. Ci si aspetta del turnover, magari con Destro e Zapata pronti all'ennesima chance da titolari, la Champions incombe e qualche calcolo dalle parti di Roma si inizia a farlo.

Capitolo milanesi. Il Milan va a Genova per risalire la classifica e spodestare i rossoblù da un piazzamento con vista Champions. L'ex Matri ha però in serbo uno scherzetto per il Diavolo, ancora alle prese con qualche infortunato di troppo specialmente in difesa. L'Inter di Mancini aspetta l'Udinese del duo Strama-Stankovic. Quanti ricordi. I tre punti saranno però fondamentali per i nerazzurri, dopo una settimana in cui si è parlato più di mercato che di campo.

Lunedì sera Verona e Sampdoria daranno battaglia e cercheranno la vittoria della continuità. Mihajlovic deve tornare alla vittoria per restituire fiducia e smalto a un ambiente che pensa sì al mercato, maledicendolo a causa di cattivi pensieri.


Share on Facebook