Le probabili formazioni della 21^ Giornata

21^ Giornata di Serie A priva di scontri al vertice. Spicca Genoa - Fiorentina, con la Juve che fa visita all'Udinese di Stramaccioni. Trasferte insidiose per Napoli ed Inter. La Roma ospita l'Empoli, mentre il Torino se la vedrà con la Samp di Eto'o.

Le probabili formazioni della 21^ Giornata
Le probabili formazioni della 21^ Giornata

Genoa - Fiorentina, Sabato ore 18.00

Gasperini vuole a tutti i costi i tre punti per dimenticare Napoli. Per mettere in difficoltà la Fiorentina si affiderà al trio d'attacco tutta fantasia formato da Iago Falque, Perotti e Fetfatzidis. L'allenatore dei grifoni dovrà invece inventarsi il centrocampo, viste le squalifiche di Bertolacci e Antonelli. Pronti Kucka e Sturaro, con Edenilson e Rincono a completare la linea mediana. Montella, privo di Pizarro e Savic squalificati, deve fare a meno anche di Cuadrado, pronto a volare tra le braccia di Mourinho. Vista l'assenza del colombiano in avanti dovrebbe esserci Babacar a fare coppia con Mario Gomez. A centrocampo ci sarà Badelj al posto di Pizarro, per il resto confermata la formazione che ha pareggiato domenica scorsa contro la Roma

Genoa (3-4-3): Perin; Roncaglia, Burdisso, De Maio; Edenilson, Sturaro, Rincon, Kucka; Iago, Perotti, Fetfatzidis.
Fiorentina (3-5-2): Tatarusanu; Tomovic, G. Rodriguez, Basanta; Joaquin, M. Fernandez, Badelj, B. Valero, Pasqual; Babacar, M. Gomez.

Roma - Empoli, Sabato ore 20.45

Rudi Garcia vuole tornare assolutamente alla vittoria dopo i tre pareggi consecutivi. Torna Maicon dal primo minuto, ma non ci saranno Strootman e De Rossi, infortunati. Centrocampo obbligato per il tecnico francese, che si affiderà a Pjanic, Paredes e Nainggolan. Idem per l'attacco, dove ci saranno  Iturbe, Totti e Ljajic, in attesa dell'arrivo della nuova punta. Sarri vuole ancora impressionare, proprio come in Coppa Italia. Per mettere in difficoltà i giallorossi si affiderà alla formazione tipo, con l'innesto del neo-acquisto Saponara. In avanti ballottaggio Pucciarelli - Tavano.

Roma (4-3-3): De Sanctis; Maicon, Yanga Mbiwa, Manolas, Holebas; Pjanic, Paredes, Nainggolan; Iturbe, Totti, Ljajic. 
Empoli (4-3-1-2): Sepe; Hysaj, Rugani, Tonelli, Mario Rui; Croce, Valdifiori, Vecino; Saponara; Pucciarelli, Maccarone.

Sassuolo - Inter, Domenica ore 12.30

Il Sassulo arriva alla probante sfida contro l'Inter dopo la brutta sconfitta di Cagliari. Di Francesco deve fare a meno di Acerbi e Floro Flores, squalificati. Confermato il tridente formato da Zaza, Sansone e Berardi, con Brighi, Manganelli e Missiroli a centrocampo. In difesa sarà Terranova a sostituire Acerbi. Mancini, ancora scottato per la sconfitta subita contro il Torino, vuole cambiare marcia, e per farlo potrebbe addirittura mandare in panchina Icardi, affidando l'attacco a Podolski. Sicuri di un posto da titolare Kovacic e Shaqiri, con Guarin e Medel in mediana. In difesa Ranocchia è recuperato, mentre nello spot di terzino destro dovrebbe esserci uno tra Obi ed il giovane Donkor.

Sassuolo (4-3-3): Consigli; Longhi, Cannavaro, Terranova, Vrsaljko; Brighi, Magnanelli, Missiroli; Berardi, Zaza, Sansone. 
Inter (4-2-3-1): Handanovic; Obi, Ranocchia, Vidic, Dodò; Guarin, Medel; Palacio, Kovacic, Shaqiri; Podolski/Icardi.

Atalanta - Cagliari, Domenica ore 15.00

Sifida salvezza a Bergamo tra Atalanta e Cagliari. La sconfitta per entrambe le squadre sarebbe un passo indietro significativo. Colantuono ha a disposizione tutta la rosa, quindi ci aspettiamo che scendano in campo i migliori 11. In avanti ci saranno Denis e Pinilla con Moralez alle loro spalle. In mediana regia affidata a Carmona e Cigarini, con Zappacosta e Del Grosso sulle fasce. Difesa a 3 composta da Benalouane, Stendardo e Biava. Zola dovrà fare a meno di due pedine fondamentali, Ekdal e Rossettini, squalificati. Ritorna Sau dal primo minuto, con Joao Pedro ed uno tra Cop e Longo in avanti. Confermato il centrocampo che tanto ha fatto bene con il Sassuolo: Dessena, Crisetig e Donsah. 

Atalanta (3-4-1-2): Sportiello; Benalouane, Stendardo, Biava, Del Grosso; Zappacosta, Cigarini, Carmona, Moralez; Pinilla, Denis. 
Cagliari (4-3-2-1): Brkic; Benedetti, Gonzalez, Capuano, Avelar; Dessena, Crisetig, Donsah; Joao Pedro; Cop, Sau. 

Cesena - Lazio, Domenica ore 15.00

Continua a credere nella salvezza il Cesena, soprattutto dopo la vittoria di Parma. Comfermata in toto la formazione che ha battuto la squadra di Donadoni per 2-1. Buon momento per la Lazio, che arriva al match del Manuzzi dopo la bella vittoria sul Milan. Problemi di formazione per Pioli, che dovrà fare a meno di Radu e Biglia (squalificati), con Mauricio e De Vrij in forte dubbio. Si scalda Novaretti nel caso in cui il difensore olandese non dovesse recuperare. Ledesma prende il posto di Biglia a centrocampo. Terzetto d'attacco con Klose, Mauri e Candreva

Cesena (4-3-1-2): Leali; Perico, Volta, Krajnc, Renzetti; Pulzetti, Cascione, Giorgi; Brienza; Defrel, Djuric.
Lazio (4-3-3): Marchetti; Basta, Cana, Novaretti, Cavanda; Cataldi, Ledesma, Parolo; Candreva, Klose, Mauri. 

Chievo - Napoli, Domenica ore 15.00

Partita decisiva per il Chievo, autentinca bestia nera negli ultimi anni per il Napoli. Torna Cesar dal primo minuto, che andrà a comporre la difesa con Zukanovic, Gamberini e Biraghi. In mediana ci saranno Radovanovic ed Hetemaj, con Birsa e Schelotto sulle corsie esterne. In avanti Maran si affiderà a Paloschi e Meggiorini. Benitez perde Koulibaly per squalifica, al suo posto ci sarà Britos, con Strinic, Albiol e Maggio a completare la linea a 4 di difesa. Gargano torna dopo la squalifica al fianco di David Lopez, con Callejon, Hamsik ed uno tra De Guzman e Mertens a supporto del Pipita Higuain.

Chievo (4-4-2): Bizzarri; Cesar, Gamberini, Zukanovic; Biraghi, Birsa, Radovanovic, Schelotto, Hetemaj; Paloschi, Meggiorini. 
Napoli (4-2-3-1): Rafael; Maggio, Britos, Albiol, Strinic; Gargano, Lopez; Callejon, Hamsik, De Guzman; Higuain.

Palermo - Verona, Domenica ore 15.00

Formazione tipo per Iachini che vuole tornare alla vittoria dopo i 2 punti ottenuti nelle ultime 3 partite. In attacco i soliti Vazquez e Dybala, con Barreto, Rigoni e Bolzoni a comporre il trio di centrocampo. Ancora panchina per Munoz, pronto a cambiare maglia. Mandorlini vuole replicare la concreta prestazione vista contro l'Atalanta. Conferma in attacco per Saviola e Toni con Lazaros alle loro spalle. Potrebbe rivedersi Marquez davanti alla difesa con Hallfredsson e Tachtsidis a completare il centrocampo.

Palermo (3-5-2): Sorrentino; Vitiello, Gonzalez, Andelkovic; Morganella, Rigoni, Barreto, Bolzoni, Lazaar; Vazquez, Dybala. 
Verona (4-1-2-1-2): Benussi; Sorensen, Marquez, Moras; Martic, Brivio;Tachtsidis, Lazaros, Hallfredsson; Saviola, Toni.

Torino - Sampdoria, Domenica 15,00

Torino con il morale a mille dopo gli 11 punti raccolti nelle ultime 5 partite. Ventura si affiderà agli 11 che hanno battuto l'Inter, con l'eccezione Maxi Lopez, che prenderà il posto di Martinez. Torna Bruno Peres dopo il turno di squalifica. Mihajlovic si affiderà all'ormai solito 4-3-1-2, con Okaka rispolverato dal primo minuto. Centrocampo composto da Duncan, Palombo ed Obiang, con Soriano a supporto delle punte. Prima panchina per Samuel Eto'o.

Torino (3-5-2): Padelli; Maksimovic, Glik, Moretti; Benassi, Gazzi, Farnerud, Darmian, Bruno Peres; Quagliarella, Maxi Lopez. 
Sampdoria (4-3-1-2): Viviano; De Silvestri, Romagnoli, Silvestre, Regini; Duncan, Palombo, Obiang; Soriano; Okaka, Eder.

Udinese - Juventus, Domenica ore 15.00

Buon momento per l'Udinese di Stramaccioni, reduce dalla vittoria di Empoli. L'allenatore dei friulani riproporrà la formazione che ha espugnato il Castellani, ad eccezione di Koné squalificato. Dovrebbe essere Bruno Fernande a sostituire il greco. In avanti il tandem formato da Thereau e Di Natale. Vista l'assenza di Vidal e Marchisio, Max Allegri potrebbe riproporre il 3-5-2, con l'inserimento di Caceres nella difesa a tre. Centrocampo obbligato con Pereyra, Pirlo e Pogba. Confermata la coppia d'attacco formata da Morata e Tevez.

Udinese (3-5-1-1): Karnezis; Danilo, Heurtaux, Piris; Widmer, Allan, Fernandes, Guilherme, Pasquale; Thereau; Di Natale. 
Juventus (3-5-2): Buffon; Caceres, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Pereyra, Pirlo, Pogba, Evra; Tevez, Morata.

Milan - Parma, Domenica ore 20.30

Momento negativo per il Milan, che si è tutelato sul mercato andando a prendere Bocchetti e Destro. Inzaghi conferma il 4-3-3 con il ritorno di Honda, che formerà il tridente d'attacco con Pazzini e Menez. Centrocampo nelle mani di Montolivo, che ha deluso nelle ultime apparizioni, come la coppia difensiva Alex - Rami. Ultima spiaggia per il Parma. Dopo il caso Cassano, Donadoni pondera il cambio di modulo. Probabile 4-3-3 con Varela, Palladino e Rodriguez in avanti, mentra a centrocampo ci saranno Mauri, Nocerino e Lodi.

Milan (4-3-3): D. Lopez; Abate, Alex, Rami, Armero; Poli, Montolivo, Muntari; Honda, Pazzini, Menez. 
Parma (4-3-3): Mirante; Cassani, Paletta, Lucarelli, Costa; J. Mauri, Lodi, Nocerino; Varela, Palladino, Rodriguez.

Calcio