Juventus in finale di Champions League, ecco come cambia il calendario

Con il passaggio del turno della squadra di Allegri, che giocherà la finale di Champions il 6 di giugno viene anticipata la data della finale di Coppa Italia contro la Lazio, che si giocherà mercoledì prossimo all'Olimpico. Ecco come cambia il calendario di Juve e Lazio.

Juventus in finale di Champions League, ecco come cambia il calendario
Juventus in finale di Champions, ecco come cambia il calendario

Il calcio italiano si sveglia il giorno dopo la semifinale dello stadio Santiago Bernabeu con la Juventus di Massimiliano Allegri in finale. Il 6 giugno, dunque, a Berlino, la società piemontese affronterà il Barcellona di Messi e Luis Enrique, nell'ottava finale della sua storia. La Juve ha raggiunto così il terzo obiettivo stagionale prefissatasi, con la conquista dello Scudetto già in bacheca e la finale di Coppa Italia contro la Lazio da giocare. 

Proprio la finale di Coppa, prevista inizialmente proprio per il primo weekend dopo la fine del campionato (5-7 giugno) subirà dunque un cambio di data, già previsto dalla Lega Calcio proprio nell'eventualità che la Juventus raggiungesse la finale di Champions. Gara spostata quindi a mercoledì prossimo, 20 maggio, tre giorni dopo il turno di campionato che si giocherà in questo weekend e quattro giorni prima del derby di Roma. 

La Lazio di Pioli si ritrova, all'improvviso, schiacciata da tre partite fondamentali in otto giorni, con Sampdoria e Roma pronte a farle le scarpe in campionato per raggiungere i rispettivi obiettivi di Champions ed Europa League, e con la Juve agguerrita e galvanizzata dalla possibilità del triplete. 

Proprio per questo motivo la Lazio sta pensando a chiedere uno spostamento della sfida contro la Roma, la stracittadina, attualmente in programma domenica 24 maggio alle 15. Al momento tre le possibili alternative: farlo slittare dalle 15 alle 18 o alle 20.45 del 24 maggio; spostarlo al giorno successivo alle 18; posticiparlo a martedì. Quest'ultima ipotesi è ovviamente la preferita del presidente Lotito, ma non sarà semplice. L'eventuale spostamento della finale di Coppa Italia era cosa già nota al club biancoceleste, che fino a oggi però non aveva mosso alcun passo in tal senso in attesa della disputa della semifinale di ritorno. Il club si riunirà in serata per valutare la situazione e nel caso in cui venisse scelto di inoltrare una richiesta in via ufficiale (molto probabile), sarebbero molte le variabili da tenere in considerazione.