Sassuolo, parla Di Francesco: "Probabile che resti qui, siamo molto migliorati"

Tra futuro e presente, le parole del tecnico nella conferenza stampa di rito.

Sassuolo, parla Di Francesco: "Probabile che resti qui, siamo molto migliorati"
Sassuolo, parla Di Francesco: "Probabile che resti qui, siamo molto migliorati"

Ultima giornata, ultima panchina stagionale per Eusebio Di Francesco con il Sassuolo. Tra voci di mercato e futuro in bilico, c'è da affrontare l'insidiosa trasferta di Genova, contro un Genoa deciso a vincere. Il tecnico però negli ultimi giorni si è molto riavvicinato ai neroverdi, e la sua permanenza è sempre più probabile: "Ci sono grandi possibilità che io resti. Oggi o al più tardi domani mattina ci sarà un incontro con la società, che credo possa essere decisivo. Lì definiremo tutto. Sono molto ottimista", ha detto in conferenza stampa.

Tempo di bilanci: la seconda stagione in Serie A degli emiliani è stata più che positiva. "Abbiamo sofferto più del dovuto per varie vicissitudini - continua Di Francesco - ma sono contento di quello che ha fatto la squadra e domani faremo una grandissima partita davanti ai nostri tifosi. Al mio gruppo darei un sette e mezzo. Io non mi giudico, lo faranno gli altri. Secondo me ci è riuscito tutto, dovevano salvarci con tranquillità ed è stato fatto. Rispetto all'anno scorso siamo migliorati, siamo secondi solo al Genoa per miglioramento".

E sulla partita: "Anche noi abbiamo grandissime motivazioni. Il Genoa ha fatto un grandissimo campionato, hanno fisicità davanti, grande voglia di fare gol. Ma anche noi stiamo facendo bene. La spinta deve essere la serie A, per alcuni l'obiettivo è migliorare la classifica cannonieri, per il gruppo la classifica del Sassuolo, in generale la spinta la deve dare il poter scendere in campo, se potessi lo farei io". Ci si aspetta il tutto esaurito al Mapei Stadium: "Sarà una bella festa per entrambe le squadre che hanno fatto un bellissimo campionato. Speriamo sia una bella partita, giocata a viso aperto. Non sperimentiamo niente dal punto di vista tattico, si gioca col 4-3-3, magari cambierò qualche interprete".

Occhi su Pavoletti, ex della gara, di proprietà del Sassuolo ma in prestito al Genoa: "Gli farò i complimenti, qui non trovava molto spazio perché davanti a lui giocava pur sempre il centravanti della Nazionale, ovvero Zaza. Sono felice che stia facedo bene".

Calcio