Van Persie dalla Turchia si scaglia contro Van Gaal

L'ex Manchester United passato recentemente alla corte del Fenerbahce si è sfogato contro il suo ex allenatore reo di non averlo rispettato.

Van Persie dalla Turchia si scaglia contro Van Gaal
Van Persie dalla Turchia si scaglia contro Van Gaal

Robin Van Persie, fresco di passaggio in Turchia al Fenerbahce, si è sfogato contro il suo ex allenatore e ct di nazionale, visibilmente risentito per l'addio alla British Premier League ed al Manchester United voluto proprio dal suo allenatore. 

L'ex Arsenal e Red Devils lamenta una scarsa onestà da parte del mago olandese: "Conoscevo Louis come ct e, adesso, lo conosco anche come allenatore di club, c'è una bella differenza. Pensavo che dopo le vacanze sarei potuto ripartire da zero, ma non è stato così, ha cambiato idea nei miei confronti". 

Una decisione, quella di Van Gaal, che Van Persie non riesce davvero a digerire in particolare alla luce del  largo impiego nella stagione scorsa, che secondo l'ex Arsenal avrebbe minato in maniera determinante le sue condizioni fisiche: "Quando sono tornato dall'infortunio non è stata una lotta del tutto onesta, non ho potuto lottare per rientrare in squadra, questa opzione non mi è stata offerta. Il Mondiale è stato molto intenso per me, fisicamente e mentalmente. Forse avrei avuto bisogno di una settimana di vacanza in più durante la stagione. Fino a Natale invece giocavo tre partite in sei giorni, tutte per intero. Il mio tendine d'Achille era infiammato, ma ho continuato a giocare sotto infiltrazione per aiutare la squadra".

Quindi ha concluso dicendo: "Il mio infortunio era dovuto alla tanta stanchezza. Sir Alex Ferguson sapeva come gestire i propri giocatori, ma non tutti gli allenatori hanno la stessa competenza".

Calcio