Live Carpi - Napoli, risultato partita Serie A 2015/16 in diretta

Live Carpi - Napoli, risultato partita Serie A 2015/16 in diretta
Carpi
0 0
Napoli
Carpi: (3-5-1-1): Benussi; Zaccardo, Romagnoli, Gagliolo; Letizia, Lollo, Bianco, Fedele, Gabriel Silva; Matos; Mbakogu. All. Castori
Napoli: (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Lopez; Insigne, Higuain, Mertens. All. Sarri
ARBITRO: Ammonito Valdifiori (min 7), Ammonito Romagnoli (min 9), Ammonito Zaccardo (min 13), Ammonito Mertens (min 43). Ammonito Koulibaly (min 57)
NOTE: Quinta giornata del campionato di calcio di Serie A. Dallo stadio Braglia di Modena, Italia, la diretta di Carpi-Napoli. Fischio d'inizio ore 20.45.

Il Napoli non vince, il Carpi convince. Un punto d'oro per i padroni di casa, un terribile passo falso per gli azzurri. Termina qui la diretta di vavel.com, un ringraziamento a tutti i lettori da Roberto Schiattarella e da tutta la redazione di vavel. com 

E' FINITA ! CARPI - NAPOLI TERMINA 0 a 0

49' - GABBIADINI CI VA VICINO. Tiro da lontano dell'ex Bologna che termina di poco a lato. 

49' - Conclusione di Lollo che termina alta.

46' - ANNULATO GOL AL NAPOLI. FUORIGIOCO CHE C'ERA DI CALLEJON

SARANNO 6 I MINUTI DI RECUPERO

43' - OCCASIONISSIMA NAPOLI. Filtrante di Callejon per Gabbiadini che con la punta mette a lato incredibilmente. 

41' - Girata Insigne in area. Quasi impossibile il gesto tecnico del 24, la palla termina a lato

FERMATI GLI IDRANTI SI RIPARTE

SI APPROFITTA DELLA SOSTA PER UN CAMBIO: DENTRO CALLEJON FUORI HAMSIK

INCREDIBILE A MODENA, si accende un idrante a bordo campo. il gioco è fermo al Braglia.

Ancora fermi sullo 0-0 

33' - Insigne calcia da lontanissimo. Il tiro finisce in cielo

32' - ALTRO GIALLO. Ammonito Cofie. 

Niente da fare per il Napoli. La difesa del Carpi è un MURO

27' - OCCASIONE NAPOLI. Insigne in area di rigore calcia a giro, ma spara alto.

26'- Innocua conclusione di Gabriel Silva, che da lontanissimo non imprime molta potenza per impensierire Reina

Anche con Gabbiadini, Sarri mantiene il 4-3-3, con il 23 sulla fascia destra.

24' - Lancio di Jorginho per Gabbiadini, ma questo era in fuorigioco. 

CAMBI SIA PER IL NAPOLI CHE PER IL CARPI. ESCE MERTENS ENTRA GABBIADINI, ESCE MBAKOGU ENTRA BORIELLO

21' - Ci prova ancora Higuain da lontano. La palla termina altissima 

20' - Ancora Letizia, ancora dalla distanza. La palla finisce di poco al lato della porta difesa da Reina

Molto soddisfatto Castori di un Carpi veramente molto solido

18' - Pericoloso il Carpi in contropiede. Albiol mette in angolo

15' - ENTRA JORGINHO ESCE UN DELUDENTE VALDIFIORI: Sarri prova a velocizzare il possesso palla azzurro.

12' - GIALLO PER KOULIBALY, tocco di mano che viene sanzionato da Rocchi

12'- Ancora solida la difesa del Carpi, molto pericoloso in contropiede con un ispiratissimo Matos. Sterile possesso palla per il Napoli

8'- Altro tiro di Insigne di nuovo dalla distanza, questa volta il tiro termina alla destra della porta difesa da Brkic

Si scaldano Callejon e Gabbiadini per il Napoli

6'- Altra botta dalla distanza, questa volta è Insigne a calciare, ma ancora una volta il pallone è alto sopra la testa di Brkic

5'- E' Matos a costruirsi un tiro dalla distanza, ma Reina blocca in tuffo.

4'- Calcia da lontano Hamsik, ma il pallone termina alto sopra la traversa dei padroni di casa. 

2' - Calcia alto Letizia dai 30m, nessun pericolo per la porta di Reina

COMINCIATO IL SECONDO TEMPO. Formazioni invariate per le due squadre

Si sta intensificando la pioggia a Modena, ulteriori difficoltà per le squadre. 

Si scaldano Boriello e Lazzari nel Carpi. Attenzione alle scelte di Sarri: il Napoli non sta incidendo sulle fasce, possibile un ritorno al 4-3-1-2

Risultati dagli altri campi: Chievo - Torino 0-0 / Fiorentina  - Bologna 0-0 / Inter - Verona   0-0/ Juventus - Frosinone 0-0/ Lazio - Genoa 1-0 / Palermo - Sassuolo 0-1/ Sampdoria - Roma 0-0                                                                                

Finisce il primo tempo. Partita difficile per il Napoli come da previsione. Il Carpi è molto ben messo in campo, non concede spazio agli azzurri ed è spesso pericoloso in ripartenza. Allan da un lato e Matos dall'altro sono i migliori. Partita molto complessa, saranno le mosse degli allenatori a fare la differenza.

46'- Corner per il Napoli, palla che finisce sulla testa di Albiol, ma lo spagnolo non crea troppi pensieri a Brkic che blocca facilmente. 

2 Minuti di Recupero

45' - Bravissimo Koulibaly che ferma un contropiede del Carpi, fermando Matos senza commettere fallo.

43'- AMMONITO MERTENS. Quarta ammonizione del match per il belga che atterra un ottimo Gabriel Silva

41' - INCREDIBILE OCCASIONE PER IL NAPOLI. Rocambolesca azione che permette ad Higuain di calciare dopo un filtrante in area di Insigne. La palla ribatte su Brkic poi di nuovo sull'argentino per terminare di poco a lato della porta dei padroni di casa.

39' - ALTRA OCCASIONE PER IL CARPI. Calcio d'angolo per i padroni di casa, Bubnic prende la rincorsa impatta con forza il pallone, ma spara alto. Pericoloso il Carpi

37' - OCCASIONE PER HAMSIK, cross di Higuain, ma il capitano azzurro non imprime forza al pallone che finisce tra le braccia di Brkic

36' - OCCASIONISSIMA CARPI. Matos salta Koulibaly, mette in mezzo un ottimo pallone ma Mbakogu colpisce male.

35' - Palla di Mertens ad Higuain in area di rigore, il Pipita prova a girarsi, ma ancora una volta è ottima la copertura di Romagnoli

34' - Il Napoli mantiene il possesso, ma non riesce a far male alla difesa di Castori, molto ben messa in campo. 

Tra i migliori del Napoli c'è Allan. Ottima la prestazione dell'ex Udinese

30' - Tanti, troppi errori di entrambe le squadre. Partita immobile. 

CAMBIO ESCE BENUSSI ENTRA BRKIC. Il portiere del Carpi non riesce a rimanere in campo, primo cambio per i padroni di casa 

27'- Il Napoli non va oltre uno sterile possesso palla. Il Carpi è ben messo in campo

Benussi ce la fa ! Si scalda ancora precauzionalmente Brkic 

PROBLEMA MUSCOLARE PER BENUSSI. SI SCALDA BRKIC, PARTITA FERMA

21'- CALCIO D'ANGOLO per il Napoli. Koulibaly impatta senza dare forza e mette a lato il pallone.

Siamo giunti al 20 esimo del primo tempo senza particolari sussulti. Partita bloccata !

18'- SUPER GIOCATA DI HIGUAIN. Il Pipita su un passaggio di Insigne calcia al volo dal limite dell'area di rigore. La palla finisce di poco alta !

16' - Occasione Carpi. Buon cross da un calcio piazzato di Letizia, impatta Romagnoli ma non centra lo specchio della porta colpendo male il pallone

14'- La punizione di Mertens si infrange sulla barriera. 

13'- Altra AMMONIZIONE. ZACCARDO mette a terra Hamsik poco fuori dall'area di rigore dei padroni di casa. Brutto intervento dell'ex Parma

12' Cross di Hysaj, ma Benussi esce e blocca il pallone

E' un Carpi ben messo in gioco che non concede spazi al Napoli. Sotto una fitta pioggia gli azzurri fanno fatica ad imporre il loro gioco. 

9' AMMONITO ROMAGNOLI. Fallo a centrocampo su Higuain del centrale del Carpi.

8' Occasione Carpi. Cross dalla destra di Letizia che mette un ottimo pallone in area, ma Mabakogu non impatta. 

7' - AMMONITO VALDIFIORI, brutto intervento del 6 azzurro su Gabriel Silva 

6' - Nessuna particolare occasione da rete. E' una partita che per ora si gioca in mediana.

4' - Prima azione d'attacco partenopea. E' una triangolazione tra Hamsik, Higuain ed Insigne che porta quest'ultimo a calciare dal limite dell'area, ma il tiro è ribattuto dalla difesa del Carpi

3' - Inizio teso per entrambe le squadre, ora è il Napoli ad attaccare.

COMINCIA CARPI - NAPOLI

Ore 20.45- Le squadre effettuano il classico saluto prepartita. I capitani Hamisk e Zaccardo tirano la monetina. Il Napoli batterà il calcio d'inizio.

Gioca Koulibaly, il francese non si fa fermare dal fastidio muscolare. Sarà in campo dal primo minuto.

Questioni di minuti al calcio d'inizio. Segui Carpi - Napoli con il Live di Vavel.com

Ore 20.30- Le squadre stanno ultimando il riscaldamento, pronte per il rientro negli spogliatoi. Ottimo il clima sulle tribune di Modena. Si prevede un grande spettacolo !

Attenzione.. Problema nel riscaldamento per il difensore del Napoli Koulibaly. Il francese dopo aver controllato male un pallone ha sentito tirare il muscolo della gamba sinistra. Si scalda anche Chiriches

Ecco la Formazione ufficiale del Napoli di Maurizio Sarri: 4-3-3 con Reina, Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam, Allan, Valdifiori, Hamsik, Insigne, Higuaín, Mertens. Solo due cambi dunque dal Napoli visto con la Lazio. Fuori Callejon e Jorginho dentro Valdifiori Mertens

Svelata anche la formazione del Carpi di Castori: Benussi; Zaccardo, Bubnjic, Romagnoli; Letizia, Lollo, Cofie, Fedele, G. Silva; Matos, Mbakogu. 

Buonasera amici lettori di Vavel Italia e benvenuti ad una nuova diretta testuale della Serie A 2015/2016. Per la quinta giornata del massimo campionato italiano vi portiamo al Braglia di Modena, dove il Carpi di Fabrizio Castori ospita il Napoli delle meraviglie di Maurizio Sarri. Da Roberto Schiattarella, che vi racconterà le emozioni del match, da Andrea Bugno che ha curato la presentazione e da tutta la redazione di Vavel Italia, l'augurio di una buona serata in nostra compagnia. 

Quella del Braglia di questa sera sarà tutt'altro che una passeggiata per il Napoli, che dovrà dimostrare di essere cresciuto caratterialmente e mentalmente dopo essere caduto in trappole di questo tipo, in più occasioni, nelle scorse stagioni. Niente turnover, dunque, in vista della madre di tutte le partite: sabato arriva la Juventus, al San Paolo ed al di là delle polemiche sullo stadio e sui biglietti che ancora non sono stati messi in vendita, il Napoli pensa soltanto al tris di stasera. Per il poker ci sarà tempo. 

Nell'altro angolo pugilistico, il Carpi di Castori, reduce dal punto rimediato a Palermo e dalla sconfitta, sempre al Braglia, contro la Fiorentina, seppur con molti rimpianti. Il 3-5-2 di Castori è ordinato e compatto, con gli interpreti che sanno tutti come svolgere al meglio il proprio ruolo con diligenza ed applicazione. La squadra neopromossa ha dimostrato, in questo scorcio di stagione e soprattutto in casa contro Inter e viola, di non voler recitare il ruolo della vittima sacrificale, bensì di essere un'avversaria molto ostica e fastidiosa da battere. 

Servirà dunque il vero Napoli, quello ammirato contro i biancocelesti di Pioli, per avere la meglio di un Carpi che sfrutterà molto le ripartenze in contropiede. Arma tattica che ha sempre dato moltissimo fastidio, negli anni precedenti, alla difesa partenopea, che soffriva particolarmente questo atteggiamento difensivo dei propri avversari senza mai riuscire a trovare il bandolo della matassa. In questo aspetto dovrà inserirsi e dovrà essere bravo Maurizio Sarri a convincere i propri ragazzi che la sfida di stasera è un crocevia fondamentale nel processo di crescita della sua squadra.

Il cammino delle due squadre

Sampdoria-Carpi 5-2
Carpi-Inter 1-2
Palermo-Carpi 2-2 
Carpi-Fiorentina 0-1

Sassuolo-Napoli 2-1
Napoli-Sampdoria 2-2
Empoli-Napoli 2-2
Napoli-Brugge (EL) 5-0
Napoli-Lazio 5-0

Tutti gli occhi su...Gonzalo Higuain

La vigilia di Carpi-Napoli, in casa partenopea, è stata allietata da una notizia proveniente dall'Argentina: il Tata Martino, in vista delle qualificazioni ai Mondiali, non ha convocato Gonzalo Higuain per la doppia sfida contro Ecuador e Paraguay. Una notizia che oltre a destare qualche perplessità, non per la scelta del sostituto (Dybala) bensì per i motivi, fa particolarmente felice il Napoli e Sarri, che avranno a disposizione il proprio attaccante principe nella pausa post Milan, oltre che ad avere in rosa un attaccante con una voglia matta di dimostrare l'erroneità della decisione. Higuain dunque confermato al centro dell'attacco che Sarri schiererà questa sera contro il Carpi. L'ex Real Madrid è reduce dalla doppietta alla Lazio e non vuole fermarsi proprio ora che ha ingranato le marce alte: oltre ai gol, la prestazione di Higuain è sembrata finalmente convincente, dal punto di vista della condizione personale e dell'affiatamento, all'interno della manovra, con i compagni di reparto e di squadra. Un aspetto da non sottovalutare affatto, soprattutto in vista di una sfida che si pensa sia fin troppo facile dopo i 10 gol in due gare rifilati a Brugge e Lazio. 

Sfida di provincia...

Carpi-Napoli sarà l'occasione, inoltre, per vedere all'opera due dei tecnici più preparati del nostro calcio. Due Maestri, che hanno fatto della gavetta la loro arma principale per scalare le gerarchie del calcio moderno. Da una parte Castori, che dopo aver collezionato numerosi successi (otto promozioni), per la maggior parte in Serie B, ha avuto finalmente l'occasione che meritava nella massima serie. Salvare il Carpi sarà un miracolo, ma guardando all'impresa di chi stasera gli sarà di fronte, nulla gli è precluso. Già, Sarri, attore protagonista numero uno della salvezza dell'Empoli nella scorsa stagione. L'ex empolese ha dalla sua qualche anno di vantaggio sulla tabella di marcia, ma le carriere dei due allenatori si somigliano e non poco. Un ex banchiere ed un ex venditore di scarpe, che oggi si ritrovano su due panchine di Serie A: due bellissime favole italiane. 

Le ultime dai campi

Carpi - Castori non avrà a disposizione Marrone, Spolli e Wilczez. La novità sostanziale di formazione risiede nella scelta del portiere, con Brkic che non ha convinto e verrà declassato in panchina: al suo posto Benussi. In difesa confermati Zaccardo, Romagnoli e Gagliolo, mentre a centrocampo il terzetto di mediani e mezzali sarà formato da Lollo, Bianco e Fedele. A Letizia e Gabriel Silva il compito di difendere sugli esterni d'attacco azzurri e ripartire in contropiede. In attacco i maggiori dubbi di Castori, che dovrebbe accantonare Borriello per preferirgli Mbakogu dal primo minuto: l'attaccante principe della scorsa B sarà il partner offensivo di Matos. 

Napoli - Hamsik non è al meglio e con ogni probabilità verrà lasciato in panchina per far posto a David Lopez come mezzala destra. Allan, in questo caso, prenderà le veci dello slovacco, quantomeno tatticamente. C'è, però, un altro dubbio in mediana, con Jorginho che resta favorito come regista titolare, anche se Sarri sta pensando di rilanciare Valdifiori dal primo minuto. Non verrà toccato il quartetto difensivo che proteggerà i pali difesi da Reina: Hysaj e Ghoulam confermati sulle fasce laterali, mentre Albiol e Koulibaly verranno preferiti a Chiriches. In attacco Mertens ed Higuain sono sicuri di un posto, con Insigne e Callejon che si giocano l'ultimo posto disponibile. 

Probabili formazioni

Carpi (3-5-1-1): Benussi; Zaccardo, Romagnoli, Gagliolo; Letizia, Lollo, Bianco, Fedele, Gabriel Silva; Matos; Mbakogu. All. Castori

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Lopez; Insigne, Higuain, Mertens. All. Sarri

Le parole dei protagonisti 

Fabrizio Castori ha così presentato ieri la sfida al Napoli: "Il Napoli è una squadra fortissima, di caratura europea e che in questo momento ha trovato anche la migliore condizione generale. E’ una delle migliori del campionato, hanno attaccanti di livello internazionale, sono una squadra da scudetto. Per noi sarà una partita difficilissima ma sappiamo di poter fronteggiare questa squadra con le nostre armi. Noi dobbiamo stare molto concentrati a fare bene il nostro lavoro, con rispetto per il Napoli ma senza nessun timore reverenziale pur riconoscendo la loro grande qualità. Sarà una partita da grandi emozioni, contro una grande squadra e ci vorrà un Carpi determinato e intenso per fare risultato”. Sull'ex Giuntoli: "Con Giuntoli abbiamo fatto un’annata straordinaria, ho grande affetto e stima per lui, ma domani saremo rivali e ognuno vorrà fare risultato per la propria squadra". L'analisi sulla sfida di domenica: "Della partita con la Fiorentina posso solo confermare che è stata una sconfitta immeritata per occasioni create e l’episodio sfortunato sul loro gol. La squadra ha fatto una grande partita, la migliore secondo me dall’inizio del campionato. Non sono d’accordo che nell’ultima mezz’ora abbiamo mollato, loro sono una squadra che palleggia molto e abbiamo avuto fiammate importanti, incisive. Non possiamo pensare di mettere sotto gli avversari per novanta minuti". Infine su Sarri: "C’è grande stima, è un onore per me se qualcuno mi paragona a lui che come me viene dal basso, vincendo i campionati minori. Siamo un riferimento per tanti allenatore delle categorie inferiori che vedono in noi la possibilità di arrivare in alto con il lavoro e la gavetta".

"Da un punto di vista fisico probabilmente c'è la necessita di un turn-over, anche se mentalmente sarebbe importante confermare la squadra per avere continuità. In questo momento della Juventus non me ne frega nulla. Noi pensiamo solo alla sfida al Carpi che è molto difficile". Si passa all'analisi di cosa sia cambiato nelle ultime due gare rispetto a quanto fatto ad inizio campionato. Un discorso meramente tattico e di schieramente senz'altro, ma c'è anche dell'altro: "Credo che il 4-3-3 ci stia aiutando più in fase difensiva che in fase offensiva. In definitiva non credo che un cambio modulo possa essere così determinante per i risultati di una squadra. Penso sia cambiata la condizione fisica e la condizione mentale. Gli episodi non ci sono andati contro ed è stato tutto più facile". L'ex allenatore dell'Empoli analizza, successivamente, gli aspetti legati alle miglorie sulle quali lavorare ancora, ed infine sugli obiettivi che ha questo Napoli: "Sulla fase offensiva non ho bisogno di fare molto perchè ci sono grandissimi interpreti. Sulla fase difensiva bisogna invece lavorare molto, stiamo cercando di trovare i giusti automatismi. Secondo le logiche di fatturato non possiamo essere compettivi per i primi livelli, ma nel calcio non conta solo quello. Io resterei concetrato sulla gara con il Carpi, senza fare troppi voli. In passato questa squadra di gare come questa ne ha sbagliate troppe. Il Carpi è una squadra che è difficile da affrontare, bisogna arrivare pronti sapendo quello che troveremo. Azione dopo azione dovremmo provare a portare la partita sui nostri binari. Mi aspetto sicuramente pochi spazi, per questo non è una gara semplice. Con la Fiorentina hanno perso per episodi, si meritavano altri risultati". Dalla squadra ai singoli. Sarri non svela l'undici che sceglierà per la sfida di domani, ma analizza così la condizione fisica, e non solo dei suoi calciatori. Si parte dalla situazione legata a Marek Hamsik, uscito malconcio per una contusione alla caviglia durante la sfida contro la Lazio: "Ieri si è allenato con il gruppo, vediamo oggi come sta e valuteremo. Sembra comunque che il problema sia superato". Sul ballottaggio Jorginho-Valdifiori in mediana, il tecnico non si esime, spiegando i motivi della scelta dell'italo-brasiliano al posto del suo fedele regista: "Mirko non è un mio uomo, è un calciatore del Napoli. Quasi certamente sarebbe arrivato in azzurro anche senza di me. Qui gioca chi sta meglio, questa è l'unica regola". Infine, sulle prestazioni di Higuain ed Allan: "Il pipita al centro del nostro progetto. Ha delle qualità straordinarie, se migliora in un paio di cose può fare ancora meglio. Allan? Negli ultimi dieci giorni ha fatto un grande cambiamento. Se così non è ancora al top? Lo spero, vorrebbe dire che è ancora più forte".