Serie A - Spesi 600 milioni: affari e flop

Bilancio per le squadre di Serie A. Fiorentina top con Kalinic-Blaszczykowsky. Milan giù con Romagnoli e Bertolacci.  Inter auto-finanziamento in parte positivo. Juventus delusione Mandzukic.

Serie A - Spesi 600 milioni: affari e flop
Nikola Kalinic, 27 anni, buon impatto con la Serie A

Le prime sette giornate di campionato stanno iniziando a delineare la classifica di Serie A. Tutto ciò mette in luce se il mercato estivo sia stato azzeccato oppure no. Fino ad ora, un po' a sorpresa, visti gli appena 12,5 milioni spesi, spicca la Fiorentina con l'accoppiata Kalinic ( 4 gol in 7 partite) e Blaszczykowsky ( 1 gol e 7 milioni investiti per strapparlo al Borussia dortmund). Due dei migliori come media voti e rendimento, con la media del polacco che arriva 6,83. Mostruosa. Un'analisi svolta dalla Gazzetta dello Sport riporta come oltre ai due viola, nella classifica dei TOP del mercato estivo, basato sui coefficenti, rientri pure Mario Balotelli visto il suo minimo impatto (arrivato gratis in prestito dal Liverpool). Per il resto le sorprese non mancano, in quanto la classifica dei TOP è completata da giocatori di squadre che fino ad'ora si stanno comportando in maniera molto dignitosa. Si parla dunque di Castro (mezzala del Chievo Verona), di Baselli (centrocampista molto promettente del Torino pagato 5 milioni in esate da Cairo) 3 gol nelle prime 3 partite e una media di 6,5. Completano questa classifica due "big" come Jovetic e Szczesny (tre gol in tre partite per il montenegrino e mai sconfitto il polacco), un "sempreverde" come Marco Boriello (gol al debutto con la maglia del Carpi), una scommessa come Mounier (pagato solo 2 milioni dal Bologna e con gli stessi numeri di Jovetic) ed un centrocampista come Allan, che da 1 gol in 104 partite con la maglia dell'Udinese, si sta trasformando in un ottimo incursore e finalizzatore con già 3 gol all'attivo in 6 match di campionato.

Nella lista dei cattivi, con dei coefficienti molto bassi (derivanti da prestazioni negative, cartellini...) è interessante come per ora risultino presenti molti dei "botti" estivi di mercato. Ai primi posti ritroviamo Alessio Romagnoli (fortemente voluto da Mihajlovic, il quale ha fatto sborsare alla società 25 milioni per prelevarlo dalla Roma) non molto convincente fin'ora, con un espulsione all'attivo. Altro FLOP risulta essere Bertolacci (20 milioni, dal Genoa), insieme al colpo di Thohir, ovvero Kondogbia (30 milioni sborsati per lui), ma non ancora del tutto "ripagati" in prestazioni sportive convincenti al 100%. Altri "big-FLOP" risultano essere Mandzukic ( fermato pure da infortunio, che ha rallentato il suo ambientamento nel calcio italiano), Hernanes (acquistato per fare il trequartista, ma riciclato fin'ora da regista, con scarsi risultati). Nomi forse meno "allettanti" ma comunque importanti per gli investimenti fatti dalle rispettive società risultano essere quelli di Mattia Destro (8,5 milioni spesi dal Bologna, ma ancora nessun gol all'attivo), di Falco e Rossettini e di Andrea Belotti. Il "Gallo" è tra i più promettenti ed è stato il botto conclusivo di Cairo, ma per ora non ha convinto molto. Davanti a sè ha molto tempo e di conseguenza moltissime occasioni di mettersi in luce.

Queste classifiche non vogliono "condannare" le scelte delle società, ma fanno capire, per ora, come non sempre spendendo si ottengano i risultati migliori...


Share on Facebook