Salernitana chiusa in una...'Gabionetta'

Pareggio casalingo con il Perugia per i campani, che sprecano un'altra occasione per vincere. Gioco macchinoso e troppo incentrato sul brasiliano, oggi troppo fuori dal match. Benissimo Coda.

Salernitana chiusa in una...'Gabionetta'
Salernitana chiusa in una...'Gabionetta'

In un Arechi gremito, sfida a rischio scontri tra Salernitana e Perugia, con i padroni di casa ventesimi ed obbligati a vincere. Mister Torrente schiera il modulo divenuto ormai marchio di fabbrica granata, il 4-3-3, mentre gli umbri rispondono con il 4-2-3-1. Prima fase di studio tra le due formazioni, con la Salernitana più incline al gioco offensivo. Partita sonnolenta nei primi minuti, con poche ed isolate emozioni: al 12’ sfiora il gol Sciaudone, immediatamente dopo è Ardemagni a mettere la palla a lato. La partita cambia al 17’ quando esce il difensore Lanzaro per Franco. Lo stesso difensore, infatti, sblocca la gara al 25’ con bel colpo di testa che fa esplodere i tifosi di casa. La Salernitana prende in mano la gara, impedendo agli ospiti di creare azioni pericolosi. Al 34’ sfiora la marcatura il bomber Coda, la palla finisce però a lato. Verso la fine della prima frazione, però, si rivede il Perugia con Del Prete, che però calcia a lato di Strakosha. L’offensiva perugina è l’ultima azione del primo tempo e le due formazioni tornano negli spogliatoi dopo due minuti di recupero. In rilievo, fra tutti i ventidue presenti in campo, il difensore Franco sia per il gol che per una serie di ottimi interventi.

Secondo tempo che parte in maniera diversa rispetto al primo, con gli ospiti subiti in avanti. Basta poco, infatti, al Perugia per pareggiare: al 49’ cross perfetto di Parigini e gol dell’attaccante Ardemagni. Ancora una volta funziona il tandem Parigini-Ardemagni. Ormai il Perugia ha il pallino del gioco nelle proprie mani e più volte rischia di passare in vantaggio. Si esalta Parigini, che al minuto 54 impegna la difesa avversaria con una personale azione pericolosa. Continuano a premere gli ospiti con le proprie bocche da fuoco: al 58’ non ha fortuna Ardemagni, cinque minuti dopo sfiora il gol Lanzafame. La Salernitana, però, ha un Coda ritrovato e capace di fare la differenza e che a più riprese rischia di far esplodere l’Arechi: al 78’ salva Rosati, mentre all’86’ è l’attaccante ex Parma a fallire una ghiottissima occasione. Un minuto dopo potrebbe esserci una clamorosa beffa per i campani, ma Volta non riesce a concludere. A livello di azioni la partita finisce qui, nonostante si continui a giocare fino al 96’.

Partita di per sé emozionante, ripetute conclusioni ambo le parti ed incertezza che è perdurata per tutti i  90’. Occasione sprecata per la Salernitana, ora più che mai invischiata nelle zone basse della classifica. Esce con un punto guadagnato, invece, il Perugia: la posizione in classifica resta non eccessivamente preoccupante e il duo Parigini-Ardemagni farà sicuramente vedere belle cose in futuro. Nota lietissima per i padroni di casa, poi, la ritrovata forma fisica di Coda, mentre il gioco irritante ed egoista di Gabionetta sembra essere divenuto un caso. Migliori in campo: Coda e Franco per i padroni di casa, Rosati ed Ardemagni per gli ospiti. 

Calcio