Serie B: il Crotone espugna il Silvio Piola

Prestazione matura degli uomini di Juric, abili a vincere controllando la gara. Miracoloso Cordaz, il migliore dei suoi, a differenza di uno spento Budimir. Novara combattivo ma poco fortunato.

Serie B: il Crotone espugna il Silvio Piola
NOVARA
0 1
CROTONE
NOVARA: Da Costa; DIckmann, Poli, Troest, Garofalo; Falagò. Viola, Buzzegoli (Lanzafame, min. 70), Corazza (evacuo, min. 52); Gonzalez (Adorjan, min. 82), Galabinov.
CROTONE: Cordaz; Ferrari, Claiton, Guy (Cremonesi, min. 74); Martella, Barberis, Capezzi (Salzano, min. 46), Balasa; Stoian (De Giorgio, min. 62), Budimir, Ricci.
SCORE: 0-1, min. 34, Ricci.
ARBITRO: Eugenio Abbattista (ITA). Ammoniti: Capezzi (min. 26), Buzzegoli (min. 31)
NOTE: Match valido per la serie B 2015/16.

Grande prestazione del Crotone, che si impone al Piola per 0-1 grazie ad una rete di Ricci e continua ad essere la prima della classe. Inerme il Novara, che vede i propri tentativi ripetutamente stoppati da un ottimo Cordaz.

Piemontesi che scendono in campo adottando un equilibrato 4-4-2, in cui spicca l'utilizzo dal primo minuto di Buzzegoli al posto del neo-acquisto Lanzafame. Squali che invece cambiano poco il loro assetto iniziale, utilizzando il solito 3-4-3 con Budimir al comando del temibile tridente che vede in Ricci e Stoian gli altri due micidiali interpreti. Gara in apertura molto confusa, con i padroni di casa subito aggressivi e decisi a limitare la manovra ospite. Sorvegliato speciale, da parte della difesa novarese, Budimir, sempre contrastato con agonismo da parte dei quattro interpreti del pacchetto difensivo degli uomini di Baroni. La prima vera occasione della gara, al minuto quattordici, capita sui piedi di Balasa il cui tiro, però, finisce molto alto. Domina l'equilibrio in questo big match, con il Novara che però non disdegna pericolose proiezioni offensive: al 21', infatti, bellissimo sinistro dal limite di Galabinov, neutralizzato da un riflesso di Cordaz che si distende e mette in angolo. Dopo una parte di primo tempo paraticamente anonima, il Crotone passa in vantaggio colpendo con decisiva pericolosità: al 34', infatti, Ricci scarica il destro ed insacca il bolide alle spalle di Da Costa, portando in avanti i suoi su un campo difficile ed ostico. L'ultima fase della prima frazione registra due occasioni, una per parte: al minuto quarantadue Da Costa sventa una buona occasione per il Crotone, tre minuti dopo invece è Budimir a respingere una conclusione avversaria sulla propria linea di porta, salvando il risultato.  

Il secondo tempo inizia con un Novara molto offensivo e più volte vicino alla rete: al 49' Buzzegoli sfiora la marcatura con un bel tiro da fuori, due minuti dopo presa sicura di Cordaz sul tiro di Faragò. La gara ormai è completamente nelle mani dei padroni di casa, decisi a rimontare lo svantaggio ricambiando il favore dell'andata, quando il Crotone si impose di rimonta per 2-1. Al 60' miracolo del portiere crotonese su Evacuo, mentre un minuto dopo è sempre Cordaz a blindare la propria porta dicendo di no a Galabinov. Dopo questa fase di offensiva novarese, match che torna in equilibrio, con il Crotone bravo a controllare dimostrando lucidità e mentalità vincente. Al 77' bel lancio di Galabinov pe Evacuo, il quale però non riesce a controllare. L'ultima fase di gara vede un Crotone paradossalmente pià difensivo, deciso a vincere conquistando tre punti importantissimi e vitali.  Il match non regala altre emozioni, concludendosi dopo un solo minuto di recupero.

Il Novara ha giocato bene, sfiorando più volte la rete e dimostrandosi comunque compagine temibile e pericolosa. Il Crotone però ha dimostrato la maturità della big, la mentalità giusta per uscire con il massimo dei risultati da una gara difficile e pericolosa. Gli squali devono ringraziare Cordaz, davvero miracoloso e di sicuro uno dei migliori interpreti del suo ruolo in questa serie B. Per i padroni di casa migliore in campo Galabinov, per gli ospiti in evidenza il portiere. 

Calcio