Champions League, al Psg il primo atto: 2-1 targato Ibra e Cavani

Nell'andata degli ottavi di Champions a spuntarla è il Psg che batte il Chelsea 2-1 grazie alle reti di Ibrahimovic e Cavani. Nel mezzo pareggio di Obi MIkel.

Champions League, al Psg il primo atto: 2-1 targato Ibra e Cavani
Champions League, al Psg il primo atto: 2-1 targato Ibra e Cavani
PARIS SAINT GERMAIN
2 1
CHELSEA
PARIS SAINT GERMAIN: TRAPP; THIAGO SILVA, DAVID LUIZ, MAXWELL, MARQUINHOS, VERRATTI ( 80' RABIOT), THIAGO MOTTA, MATUIDI ( 80' PASTORE), DI MARIA, LUCAS ( 74'CAVANI), IBRAHIMOVIC. ALL.BLANC
CHELSEA: COURTOIS; CAHILL, IVANOVIC, AZPILICUETA, BABA, OBI MIKEL, FABREGAS, WILLIAN, PEDRO, HAZARD ( 71' OSCAR), DIEGO COSTA. ALL. HIDDINK
SCORE: 1-0 39' IBRAHIMOVIC, 1-1 46' OBI MIKEL, 2-1 79' CAVANI
ARBITRO: CARLOS VELASCO CARBALLO AMMONITI: DAVID LUIZ, IBRAHIMOVIC, LUCAS(P) PEDRO, MIKEL (C)
NOTE: STADIO PARCO DEI PRINCIPI INCONTRO VALIDO PER L'ANDATA DEGLI OTTAVI DI FINALE DI CHAMPIONS LEAGUE

Il Psg si aggiudica il primo atto del terzo episodio della saga contro il Chelsea. I Parigini vincono 2-1 una partita spettacolare giocata a viso aperto da entrambe le squadre. A sbloccarla sono i padroni di casa con un calcio di punizione di Ibra deviato da Mikel. Lo stesso centrocampista del Chelsea si fa perdonare siglando il gol del pari a fine primo tempo. Nella ripresa il Psg spinge e trova il gol del sorpasso al 79' grazie al neo entrato Cavani. I francesi si aggiudicano il match ma c'è da sottolineare la grande prestazione del Chelsea che si giocherà tutte le sue carte tra tre settimane allo "Stamford Bridge".

La gara. Qualche novità nelle formazioni. Nel PSG era in dubbio la presenza di Marco Verratti, fresco di rinnovo, che era alle prese con dei guai muscolari. L'italiano ce l'ha fatta ed è in campo, a centrocampo con l'altro italiano Thiago Motta e Matuidi. In avanti non c'è Cavani, bensì Lucas e Di Maria. Nel Chelsea spazio ad Hazard, Willian e Diego Costa in avanti. 

Dopo tre minuti subito Psg pericoloso: Lucas appoggia a Verratti in zona centrale, ma la onclusione dell'ex Pescara risulta potente ma centrale, respinge Courtois. Inizio veemente dei padroni di casa: molto rapido Lucas, che fa tutto da solo. Progressione, sterzata sul destro e conclusione ad incrociare che sibila di un nulla alla destra del portiere belga. Al quarto d'ora è il turno di Ibra che sfiora il montante alla destra di Courtois su calcio di punizione dai 28 metri. Primo quarto d'ora nettamente favorevole al Psg con il Chelsea tutto rintanato nella propria metà campo. Il Chlesea aspetta la sfuriata degli avversari e, a metà del primo tempo, va ad un centimetro dal vantaggio: Willian appoggia a Baba, traversone al centro a cercare Diego Costa, dimenticato da David Luiz, e colpo di testa dell'ex Atletico Madrid che trva solo un Trapp prodigioso nell'intervento a strozzargli l'urlo in gola.  Dieci minuti dopo e ci prova nuovamente il Psg: Marquinhos, ancora molto avanzato, arriva sul fondo e fa partire lo spiovente, ma Ibra colpisce male, schiacciando troppo il pallone e mandando alto. Al 36' contropiede del PSG, che ritrova in una situazione di due contro due. Ivanovic costringe l'argentino ad allargarsi, diagonale di sinistro e la palla sibila di poco alla sinistra di Courtois. Forcing finale dei parigini, che a cinque dal termine, grazie all'ennesima scorribanda di Lucas conquistano una punizione dal limite: il brasiliano, steso da Obi Mikel, concede la punizione ad Ibra che, grazie alla deviazione dello stesso Mikel, spiazza Courtuois e fa 1-0. A tempo scaduto, però, il centrocampista dei londinesi si fa perdonare: calcio d'angolo di Willian, spizzata di Diego Costa che manda tutti controtempo. Obi Mikel se la ritrova lì e a due passi da Trapp lo trafigge col destro, 1-1 e duplice fischio. 

Nella ripresa, al 50', subito chance per gli ospiti. Contropiede micidiale dei Blues con Willian che va in verticale da Diego Costa: lo spagnolo, a tu per tu con Trapp, colpisce il portiere di casa. Passa un minuto e arriva la reazione degli uomini di casa: Marquinhos appoggia in posizione centrale a Di Maria, un solo tocco e tiro dell'ex Real, potente ma centrale, con Courtois che devia in angolo. Al 53' Verratti va in diagonale da Ibra. Uno contro uno con Ivanovic, va sull'esterno e calcia ma Courtois chiude bene lo specchio. Spinge il Psg: al 61' riceve sulla trequarti Lucas, entra in area e scarica un destro potente ma Courtois si supera ancora. Tre minuti più tardi cross al centro di Maxwell, Ibra tocca ma viene murato, Matuidi ci riprova e calcia anch'egli, ma il suo tiro viene ancora murata. A metà ripresa ci prova Di Maria su calcio piazzato ma Courtuois è attento e devia in angolo. Al 71' prima sostituzione della gara: fuori Hazard, dentro Oscar. Tre minuti più tardi sostituzione per il PSG: fuori Lucas, rimpiazzato da Cavani che al 79' sposta gli equilibri del match. Ibrahimovic appoggia a Di Maria, parabola deliziosa a cercare Cavani che entra in area di rigore e incrocia alla grandissima, battendo Courtois, 2-1. All' 80' doppio cambio nel Psg: fuori Verratti e Matuidi dentro Rabiot e Pastore. Il Psg controlla ma nel finale rischia perchè al 92' Pedro prova a sorprendere Trapp con un tiro potente dal limite dell'area ma la sfera termina sull'esterno della rete. E' l'ultima emozione di un match spettacolare, degno din un ottavo di finale di Champions.

Vittoria alla fine meritata del Psg che, nel secondo tempo ha alzato i giri del motore con diverse conclusioni vanificate dai miracoli di Courtois che poi si è dovuto arrendere a Cavani. Nel Chelsea, nessun ramarico ma solo fiducia per la partita di ritorno che si terrà tra tre settimane a "Stamford Bridge" e tutto può ancora succedere.

Calcio