Un cinico Modena supera un brutto Livorno: 1-0 al Braglia

Gara con pochi squilli decisa da Luppi. Tanta sfortuna per il Livorno, sempre più immischiato nella zona retrocessione.

Un cinico Modena supera un brutto Livorno: 1-0 al Braglia
MODENA
1 0
LIVORNO
MODENA: Manfredini; Aldrovandi, Calapai, Marzorati, Rubin (Popescu, min. 83); Belingheri, Bentivoglio (Gorico, min. 63), Crecco; Nardini, Stanco, Luppi (Camara, min. 90).
LIVORNO: Pinsoglio; Antonini, Ceccherini, Vergara, Lambrughi; Moscati (Comi, min. 59), Biagianti, Cazzola, Schiavone, Jelenic (Bunino, min. 84); Baez.
SCORE: 1-0, min. 22, Luppi.
ARBITRO: Nasca di Bari (ITA). Ammoniti: Luppi (min. 38), Nardini (min. 69), Schiavone (min. 87), Stanco (min. 91), Cazzola (min. 95).
NOTE: Match valido per la serie B 2015/16.

Il Modena supera al Braglia il Livorno grazie alla rete del solito Luppi al minuto ventidue. Una gara davvero brutta ambo le parti, con poche conclusioni ed altrettante esigue emozioni. 

Padroni di casa che scendono in campo adottando un offensvio 4-3-3, mentre gli ospiti optano per un insolito 4-5-1, con Baez al posto di Vantaggiato. La prima parte di gara è sicuramente molto blanda, con il folto centrocampo amaranto che limita molto le azioni delle due squadre. Meglio però il Livorno, più vispo e di sicuro più deciso a fare punti. Nel momento migliore degli ospiti però, ecco il guizzo del Modena, che passa in vantaggio al 22' grazie ad un gol del solito Luppi. Ottimo il riflesso dell'attaccante dei canarini, che approfitta di una respinta corta di Pinsoglio che per segnare il primo gol del match. Il Livorno però non ci sta e, con aggressività, inizia a proiettarsi in avanti risultando a più riprese pericoloso: tale atteggiamento porta gli amaranto vicini al gol in più occasioni, la più pericolosa la si registra al 31' con una deviazione ravvicinata di Baez fuori di pochissimo. Poche altre emozioni nel periodo successivo, con le due compagini che vivacchiano a centrocampo.

Il secondo tempo inizia senza regalare molte emozioni, con le due squadre che trovano non poche difficoltà a creare gioco. Il Livorno sembra però in palla, anche se quest'attitudine più propositiva non si tramuta in reale controllo. Per registrare la prima vera azione ospite, infatti, bisogna attendere addirittura il 79', quando Fedato manca l'appuntamento con il gol mandando a lato di pochissimo la propria conclusione. Il pareggio sfiorato anima magicamente gli amaranto, che iniziano ad offendere con reale pericolosità negli ultimi minuti di gara: all'85' gran conclusione di Cazzola deviata da Manfredini sul palo, due minuti dopo è invece Baez a colpire la traversa in maniera del tutto fortuita, colpendo male la palla e trasformando in tiro il proprio cross. La gara però non regala ulteriori emozioni, concludendosi dopo ben sei minuti di recupero.

Poco, pochissimo, in questo posticipo domenicale di serie B. Il Modena ha più concretamente sfruttato l'unica vera occasione della propria gara, il Livorno ha dovuto invece fare i conti con la sfortuna. Ora il cammino degli amaranto si fa più duro, aria di salvezza invece per i gialli di Crespo. Migliore in campo per i padroni di casa, Luppi. Per gli ospiti in evidenza Fedato


Share on Facebook