Serie B, Lapadula trascina ancora il Pescara con lo Spezia: 0-1 al "Picco"

Un gol del capocannoniere del campionato decide il match clou della 37.ma giornata tra Spezia e Pescara.

Serie B, Lapadula trascina ancora il Pescara con lo Spezia: 0-1 al "Picco"
Serie B, Lapadula trascina ancora il Pescara con lo Spezia: 0-1 al "Picco"
SPEZIA
0 1
PESCARA
SPEZIA: CHICHINZOLA; DE COL,VALENTINI, TERZI, MIGLIORE, ERRASTI, PULZETTI ( 77' CIURRIA), SCIAUDONE, PICCOLO ( 88' KVRZIC), CALAIO', CATELLANI ( 63' SITUM). ALL. DI CARLO
PESCARA : FIORILLO; MANDRAGORA, FORNASIER, ZAMPANO, VITTURINI, BRUNO, VERRE, TORREIRA ( 60' ACOSTA), PASQUATO, CAPPELLUZZO ( 77' SELASI), LAPADULA. ALL.ODDO
SCORE: 0-1. 44' LAPADULA
ARBITRO: DI PAOLO AMMONITI: ERRASTI, SCIAUDONE (S) TORREIRA, LAPADULA (P)
NOTE: STADIO PICCO INCONTRO VALIDO PER LA 37.MA GIORNATA DI SERIE B

Ancora lui,ancora Lapadula. Il Pescara espugna il "Picco" di La Spezia per 1-0 grazie al solito sigillo del capocannoniere del campionato con 23 gol. Il Pescara, con questa vittoria, resta a meno due dal terzo posto mentre per lo Spezia una brutta battuta d'arresto. Il gol partita viene siglato al 44' con uno splendido colpo di testa di Lapadula su assist di Zampano. Nella ripresa lo Spezia si getta in avanti ma vanamente.

La gara.

Mimmo di Carlo perde Juande per squalifica e Okereke a causa di un problema alla caviglia, ma recupera Migliore ed Errasti, assenti per squalifica nell'ultima sfida. Ancora out Nené e Postigo, in difesa  De Col, Valentini, Terzi e Migliore, con Pulzetti, Errasti e Sciaudone in mezzo e il trio Piccolo-Calaiò-Catellani davanti. Lunghissima lista di assenti per Massimo Oddo, che deve rinunciare agli infortunati Aresti, Campagnaro, Coda, Crescenzi, Mazzotta, Cocco e Caprari, mentre Memushaj e Benali sono stati squalificati. Forte emergenza soprattutto in difesa, dove gli uomini sono contati: davanti a Fiorillo Vitturini, Fornasier, Mandragora e Zampano. A centrocampo  spazio per Torreira, Verre e Bruno, con Pasquato alle spalle di Lapadula e Cappelluzzo.

Inizio molto aggressivo dei padroni di casa, subito intenzionati ad alzare i ritmi per mettere in difficoltà la difesa incerottata del Pescara. Al 9' grande azione dello Spezia, da sinistra verso destra. Valentini si propone sul fondo e mette al centro, dove Calaiò viene incredibilmente anticipato da un compagno di squadra. Risponde il Pescara al 10' con un' acrobazia di Lapadula, che prova una girata difficilissima dall'altezza del dischetto sul cross effettuato dalla sinistra. La sfera sorvola di poco l'incrocio sinistro. Al 17' Pescara ad un passo dal gol con un  destro improvviso di Lapadula, che riceve un bell'assist di Cappelluzzo al limite dell'area e scarica di prima intenzione. Chichizola vola sulla sua sinistra e manda in corner.  Al 22' ancora Pescara vicino al gol con un cross di Verre effettuato dal vertice destro dell'area, la palla si stampa sulla traversa lasciando di sasso Chichizola. Al 24' altra occasione per il Pescara: Bruno e Torreira scambiano sulla trequarti, poi verticalizzazione per Lapadula, che trova Cappelluzzo sulla sua destra. Tiro centrale dell'attaccante, facile la presa di Chichizola. Al 41' ripartenza veloce dello Spezia, con Sciaudone che arriva al limite dell'area, cerca un dribbling e poi serve Piccolo sulla sua destra. L'ex Lanciano prova a piazzare il sinistro, ma conclude centralmente. Al 44' il Pescara passa:  Zampano crossa dal vertice sinistro dell'area e pesca Lapadula a centro area. L'attaccante vince il duello fisico con Terzi e di testa batte Chichizola, 0-1 e primo tempo agli archivi. 

Inizia a mille la ripresa lo Spezia ma la prima occasione è per il Pescara con una  buona transizione di Torreira, che avanza sulla trequarti, arriva al limite e tenta l'imbucata per Lapadula. Un rimpallo lo favorisce, ma il secondo controllo è sbagliato e Chichizola può uscire senza problemi. Al 60' primo cambio per il Pescara: fuori Torreira, dentro Acosta. Al 63' primo cambio anche per Di Carlo: fuori Catellani, dentro Situm. Al 64' Spezia ad un passo dal pari: gran cross dalla sinistra di Migliore, Calaiò svetta indisturbato a centro area e sfiora di poco il palo destro. Al 67' ancora Spezia: Calaiò lavora un buon pallone sul fondo e lo serve all'indietro per l'accorrente Sciaudone, che prova a piazzare il destro. Fiorillo è attento e riesce a respingere. Al 70' si chiude un po' Oddo: esce Cappelluzzo, al suo posto Selasi. Al 77' destro di Situm, che riceve da Piccolo in area di rigore e cerca l'angolino sinistro. La palla termina fuori di poco. Di Carlo rischia il tutto per tutto e inserisce Ciurria al posto di Pulzetti. All' 83' ancora Situm con un destro violento e improvviso , che prende palla sulla sinistra e si accentra, trovando lo spazio per scaricare il tiro, troppo centrale per impensierire Fiorillo. All' 88' ultimo cambio per gli Aquilotti: Kvrzic prende il posto di Piccolo. Lo Spezia preme fino all'ultimo, al 94' contatto sospetto in area di rigore. Calaiò termina a terra nel contrasto con Fornasier, per Di Paolo non ci sono gli estremi per fischiare il penalty. E' l'ultima emozione del match. Il Pescara centra la quarta vittoria consecutiva e si mantiene a 2 punti dal terzo posto mentre per lo Spezia un ko molto doloroso in chiave play-off.