Serie B: torna la sfida a distanza tra Cagliari e Crotone, spicca in zona retrocessione Salernitana-Livorno

Sia sardi che calabresi giocheranno in casa e contro avversari agevoli, non dovrebbero esserci dunque sorprese. In zona playoff grandissimo Trapani-Cesena, occhio alla Salernitana negli ultimi posti.

Serie B: torna la sfida a distanza tra Cagliari e Crotone, spicca in zona retrocessione Salernitana-Livorno
Serie B: torna la sfida a distanza tra Cagliari e Crotone, spicca in zona retrocessione Salernitana-Livorno

Nonostante due turni poveri di vittoria, che non hanno però intaccato il primo posto in classifica, continua a sognare una vicinissima serie A il Crotone, che allo Scida potrebbe festeggiare la clamorosa promozione in caso di vittoria contro un Como, al contrario, più ultimo che mai. Una gara sulla carta scontata sia per motivazioni che per obiettivi, senza considerare inoltre il divario tecnico tra le due formazioni. Dopo la clamorosa occasione sprecata invece, un pareggio proprio in casa dei lombardi, deve continuare a non mollare il Cagliari, che è pronto ad ospitare un Lanciano ammazzato dai cinque punti di penalizzazione e desideroso quindi di ritornare nella zona salva. I sardi non dovrebbero però avere problemi, anche se gli abruzzesi spesso si sono dimostrati abili a saccheggiare campi più quotati ed apparentemente inespugnabili. Vedremo come si comporteranno, dunque, i rossoblu. Gasato dai tre successi consecutivi, vola sulle ali dell’entusiasmo il Bari, che sembra finalmente maturato confermandosi quale terzo collettivo di campionato. I galletti dovranno ora continuare su questa strada, andando a vincere in casa contro un Modena che invece non naviga in acque tranquille: favoritissimi i padroni di casa, occhio però ai loro svarioni che spesso ne hanno compromesso la gara. In chiave playoff, partitissima per il Trapani di Cosmi, che al Provinciale proverà a vincere anche contro il Cesena, collettivo forse più attrezzato ma di sicuro meno efficace a livello di risultati. I romagnoli, infatti, spesso hanno avuto non poche difficoltà ad emergere, compromettendo un campionato che sembrava indirizzato verso altre direttrici.

Gara-verità, poi, per il Pescara: gli abruzzesi infatti, dopo i recenti e vitali successi, dovranno superare in casa un Brescia di solito arcigno ed intenzionato, inoltre, a fare punti per tornare nelle zone alte della classifica. La bilancia pende verso i delfini, occhio però al ruggito della Leonessa d’Italia. Trasferta più delicata che mai, stando alle ultime uscite, per lo Spezia, in casa di un ritrovato Vicenza il quale sembra aver dimenticato la parola 'sconfitta' dopo l’esonero di Marino. I liguri non possono però fermarsi qui, devono infatti continuare ad inanellare punti per non essere risucchiati nella limbica posizione del centro-classifica che renderebbe, al netto di quanto fatto fino ad ora, deludente il finale di stagione.  Importante incrocio sempre nell’ottica del mini-torneo post stagione regolare, poi, per il Novara, ancora ottavo nonostante lo scivolone contro la Virtus Lanciano: i piemontesi giocheranno in casa contro il sorprendente Perugia ancora non completamente estromesso dalla lotta per le prime posizioni. I punti di distanza sono sei, non pochi, ma nulla è ancora perduto. Sempre lì, come una specie di gabbianella che non si decide però a volare, l’Entella. Il gruppo di Chiavari, infatti, sembra dover faticare più degli altri per sperare in un pass valido per i playoff, ma nonostante ciò continua a fare lo scalpo a molte squadre di B. In questo trentottesimo turno dovrà vedersela in casa del Latina, traballante al suo diciassettesimo posto e quindi desideroso di fare punti nel proprio stadio: sarà interessante studiare l’inerzia della partita.

Salda in posizione tranquilla, con l’aggiunta di una quasi incolmabile lontananza dai primi posti, la Ternana, che in casa proverà a superare l’Ascoli più per dare lustro alla propria bella stagione che per altro.  Discorso leggermente diverso, invece, per i Picchi di Mangia, in crescita nelle ultime apparizioni e sicuramente motivati per mettersi definitivamente alle spalle l’incubo retrocessione. La spinta in più per gli ospiti potrebbe essere proprio questa, ma occhio a prendere sottogamba un gara fuori casa, dato l’alto tasso di difficoltà per le squadre costrette a giocare lontano dai proprio tifosi. Nonostante una crisi senza fondo, con il secondo cambio in panchina che ha visto il ritorno di Tesser al posto di Marcolin, prova a vincere l’Avellino, nella speranza di concludere la propria stagione nel miglior modo possibile. I lupi infatti, lontani dai playoff nonostante una rosa di tutto rispetto ed iniziali obiettivi diversi dalla salvezza, se la giocano in casa di una Pro Vercelli che invece continua ad inseguire la stessa con determinazione e caparbietà, dimostrandosi dunque difficile da battere nel proprio stadio. I padroni di casa sono avvantaggiati, chissà cosa faranno invece gli ospiti. Sfida importantissima per gli ultimi posti, invece, quella che vedrà il Livorno ospitato da una Salernitana bella ma davvero poco efficace nonostante i quattro turni senza vittoria: i granata sarebbero sulla carta favoriti, ma pensare ad una debacle amaranto è impensabile quasi quanto il vederli giocare, l’anno prossimo, molto probabilmente in Lega Pro. Una gara dunque delicata, da tenere sott’occhio e sicuramente indicativa per il finale di stagione.

DI SEGUITO I MATCH DI GIORNATA:
Bari-Modena
Cagliari-Lanciano
Crotone-Como
Pescara-Brescia
Pro Vercelli-Avellino
Ternana-Ascoli
Trapani-Cesena
Vicenza-Spezia
Salernitana-Livorno
Latina-Entella
Novara-Perugia