Sassuolo, tre gol e tre punti per tornare a sognare il sesto posto e l'Europa

Alla prima dello stadio intitolato al "Grande Torino" il Sassuolo di Di Francesco segna, vince e torna a mettere pressione sul Milan di Brocchi.

Sassuolo, tre gol e tre punti per tornare a sognare il sesto posto e l'Europa
Il Sassuolo festeggia la vittoria, twitter @OptaPaolo

Da una settimana all' altra sono bastate tre partite per cambiare le convinzioni di Eusebio Di Francesco e del Sassuolo riguardo il discorso Europa. Sembrava che le ultime gare avessero fatto riporre nel cassetto i sogni legati al sesto posto dei neroverdi, ma la vittoria di ieri sul campo del Torino di Ventura ha riacceso le speranze del Sassuolo.

La classifica, infatti, dice che il Milan è avanti solamente di un punto e i rossoneri non sembrano essere in un momento straordinario dopo il pareggio contro il Carpi. Tra poco proprio il Milan sarà in campo a Verona contro l'Hellas di Delneri. La più classica delle gare trappola, in cui chi non ha nulla da perdere potrebbe compiere uno sgambetto inaspettato. Il Sassuolo e Di Francesco si metteranno sicuramente comodi a seguire la partita, tifando per quelli che saranno i loro prossimi avversari in campionato. Intanto però ci si gode la vittoria sui granata, come testimoniano le parole di Peluso e Trotta, due dei marcatori di ieri pomeriggio. Così il difensore: "Era molto importante vincere e lo sapevamo, anche se la partita era difficile perché il Torino lascia pochi spazi e si difende nella propria metà campo quindi è stata veramente una bella emozione vincere, soprattutto per aver portato a casa i tre punti fondamentali per il nostro sogno e per continuare a crederci." L'attaccante ha chiuso la partita con il suo primo gol in Serie A nel finale di partita: "Vogliamo arrivare davanti al Milan, ma è difficile. Comunque ci proviamo e vedremo alla fine. Certamente lotteremo e daremo il massimo per provare a raggiungere quest'obiettivo."

La festa per il gol di Peluso, tuttosport.com
La festa per il gol di Peluso, tuttosport.com

Il calendario non sembra impossibile, visto che nelle ultime tre partie ci saranno Verona, Frosinone e Inter squadre che potrebbero già conoscere il loro destino quando incroceranno la squadra di Di Francesco. Squinzi e la società sognano l'Europa e non hanno intenzione di smettere fino a quando anche la matematica non darà il proprio verdetto definitivo.

Calcio