Novara e Perugia non si fanno male: 2-2 al 'Piola'

In avanti sempre gli ospiti, recuperano i padroni di casa. L'ultimo incontro della 38ma di B regala spettacolo ed emozioni.

Novara e Perugia non si fanno male: 2-2 al 'Piola'
www.ilmessaggero.it
NOVARA
2 2
PERUGIA
NOVARA: Da Costa; Faraoni (Dickmann, min. 31), Troest, Mantovani, Garofalo; Viola (Evacuo, min. 68), Casarini, Faragò, Gonzalez, Corazza (Lanzafame, min. 80); Galabinov.
PERUGIA: Rosati; Del Prete (Spinazzola, min. 39), Volta, Belmonte, Rossi; Fabinho (Prcic, min. 82), Zebli, Rizzo, Guberti (Milos, min. 77); Ardemagni, Aguirre.
SCORE: 0-1, min. 15, Guberti. 1-1, min. 35, Gonzalez. 1-2, min. 76, Aguirre. 2-2, min. 88 Evacuo.
ARBITRO: Pairetto di Nichelino (ITA). Ammoniti: Gonzalez (min. 53), Ardemagni (min. 66), Rosati (min. 86), Rossi (min. 93), Rizzo (min. 94). Espulsi: Garofalo (min. 93)
NOTE: Gara valida per la serie B 2015/16.

Novara e Perugia non si fanno male, spartendosi i punti in palio nell'ultimo posticipo del trentottesimo turno di Lega B. Avanti i Grifoni con Guberti, rispondono i lombardi grazie a Gonzalez. Nella seconda frazione, invece, reti di Aguirre ed Evacuo.

Padroni di casa che scendono in campo adottando il solito 4-2-3-1, con Da Costa e Garofalo recuperati nonostante i dubbi della vigilia e con gli altri titolari confermati. Normale 4-4-2, poi, per gli ospiti, in cui spicca la presenza di Rossi al posto di Spinazzola e l'utilizzo di Rizzo rispetto a Prcic. Gara immediatamente pimpante da parte dei padroni di casa, vicini doppiamente al vantaggio: al 7' bel colpo di testa di Mantovani, un minuto dopo è invece Corazza a sbagliare clamorosamente da pochi passi. Il Perugia è comunque squadra sapiente ed attendista, abile a colpire alla prima grande occasione, quando cioè Guberti realizza un gol da cineteca al 15' ammutolendo lo stadio piemontese. La rete subita non abbatte però i ragazzi di Baroni, che si proiettano immediatamente in avanti sfiorando a più riprese un pari tutto sommato meritato. Al 22' si registra ancora una volta Corazza, tre minuti dopo è invece Galabinov a salire in cattedra tentando una bella girata che mette i brividi a Rosati. E' solo il Novara a giocare, con il Perugia che preferisce difendersi senza riuscire a costruire qualcosa di pericoloso. L'occasione più ghiotta di tempo capita al 27' sui piedi di Gonzalez, abile a scartare due giocatori ma poco lucido al momento della conclusione, anche grazie alla sapiente uscita bassa di Rosati che copre lo specchio al fantasista di casa. Poco male, comunque, per i piemontesi che, dopo tanto patire, marcano finalmente il cartellino al minuto numero trentacinque, con un abilissimo Gonzalez capace di sfruttare al meglio il preciso filtrante di Viola, sempre attento quando si tratta di creare occasioni da rete. Che freddezza, per il 19 di casa, concentrato e poco incline a fallire la sua seconda occasione di gara. La fase finale di un meraviglioso primo tempo vede il Perugia in avanti, pericoloso in più occasioni grazie al proprio terzino Fabinho, che al 37' colpisce un palo da posizione favorevole. Tantissime emozioni al Silvio Piola e non poche le circostanze dubbie, come quella che al 42' vede Pairetto annullare un gol al Novara a seguito di una buona chiamata del guardalinee nel sanzionare il fuorigioco di Troest, autore poi del gol e che chiude di fatto un primo tempo emozionante e spumeggiante. 

Il secondo tempo inizia con il Perugia in avanti già al 47', quando Aguirre impensierisce la retroguardia di casa piazzando un bel cross neutralizzato da Garofalo. I ritmi sono comunque più blandi rispetto alla frazione precedente, soprattutto grazie all'atteggiamento attendista e meno offensivo delle due compagini. Al 61' ci prova ancora Fabinho, palla però veramente fuori di moltissimo. Più prudente comunque il colletivo di casa, davvero poco restio a concedere altre ripartenze fulminee ai temibili Grifoni. Gli uomini di Baroni riescono infatti a prendere man mano piede, sfiorando anche la rete al 67', quando è Faragò a colpire di testa dopo l'ottimo lob di Viola su calcio piazzato. L'esterno numero otto si mette particolarmente in mostra nella fase centrale di tempo, ma la sua conclusione non preoccupa assolutamente gli ospiti, che incredibilmente passano in vantaggio al 76' grazie ad un imperioso colpo di testa di Aguirre, bravissimo a sovrastare Dickmann e ad impallinare Da Costa. La rete spiazza i padroni di casa, che tentano una rimonta in fondo meritata. Nonostante la sfortuna, traversa di Evauco all'85', il Novara riesce a pareggiare proprio grazie al suo bomber campano, che tre minuti dopo sigla su colpo di testa il 2-2 finale. Il clamoroso risultato non si sblocca più fino al 93', con la gara che termina in rissa per Garofalo (espulso) e Rossi

Un incontro emozionante, vibrante e vispo, tra due compagini in palla e molto temibili. A livelllo di occasioni create meglio il Novara, più cinico però il Perugia, che si dimostra compagine davvero abilissima a sfruttare le azioni importanti. Pareggio comunque tutto sommato giusto, un punto per parte e corsa playoff ancora incerta. Migliore in campo per i padroni di casa, Evacuo. Per gli ospiti in evidenza Aguirre. 

Calcio