Serie B: è tutto vero, il Crotone è in A!

I rossoblù pareggiano a Modena 1-1 e approdano in Serie A per la prima volta nella loro storia.

Serie B: è tutto vero, il Crotone è in A!
Serie B: è tutto vero, il Crotone è in Serie A!
MODENA
1 1
CROTONE
MODENA: MANFREDINI; RUBIN, MARZORATI, GOZZI, OSUIJ, BENTIVOGLIO, GIORICO, NARDINI, LUPPI, MAZZARANI ( 62' BERLINGHIERI), GRANOCHE ( 77' STANCO). ALL. BERGODI
CROTONE: CORDAZ; YAO GUY ( 68' GARCIA TENA), CLAITON, FERRARI, DI ROBERTO ( 80' BALASA), BARBERIS, SALZANO, MODESTO ( 83' CREMONESI) , RICCI, BUDIMIR, PALLADINO. ALL. JURIC
SCORE: 1-1. 1-0 17' LUPPI, 1-1 44' PALLADINO
ARBITRO: RICCARDO PINZANI AMMONITI: OSUJI, NARDINI (M), CLAITON, BALASA (C)
NOTE: STADIO BRAGLIA INCONTRO VALIDO PER LA 39.MA GIORNATA DI SERIE B

29 Aprile 2016. Una giornata storica per tutto il popolo Crotonese e non. Dopo 93 anni di storia il Crotone approda nella massima serie, grazie al pareggio per 1-1 maturato al "Braglia" contro il Modena. Una promozione meritatissima per una squadra davanti fin dalla prima giornata, mai scesa oltre la terza posizione. Per quanto riguarda il match il Modena passa con Luppi al 17' ma arriva nel finale di tempo il pari su rigore di Palladino che permette ai suoi di ottenere il punto storico, il punto della Serie A. 

La gara

Piccola novità di formazione per Bergodi, che schiera il consueto 4-3-1-2. L'allenatore dei canarini rinuncia a Belingheri, che parte dalla panchina, e schiera Nardini a centrocampo insieme a Giorico e Bentivoglio. Difesa composta da Osuji, Gozzi, Marzorati e Rubin. Mazzarani sulla trequarti, con Luppi e Granoche che vince il ballottaggio con Stanco. Juric lancia i migliori undici per quella che potrebbe essere la gara della aritmetica promozione in serie A. L'allenatore dei calabresi si affida al classico 4-3-3 con Cordaz tra i pali, difesa affidata a Yao, Claiton e Ferrari. Sulle corsie laterali Di Roberto e Modesto, con Salzano e Barberis al centro. Tridente d'attacco composto da Palladino, Budimir e Ricci.

Nei primi minuti la partita sembra bloccata, ma al primo guizzo arriva il vantaggio del Modena, al 17' cross di Giorico dalla destra, Granoche fa la sponda per Luppi che si inserisce da dietro e batte Cordaz, 1-0. Non si fa attendere la risposta del Crotone, al 21' Ricci elude la marcatura di Giorico e prova la conclusione dalla distanza, ma ci arriva in qualche modo Manfredini che spedisce il pallone in angolo. Al 28' prova ad entrare nei radar del match anche Di Roberto, ma il suo tiro a giro termina tra le braccia di Manfredini. Al 30' torna a farsi vedere il Modena: Gozzi verticalizza, Luppi appoggia all'indietro per Granoche che colpisce di prima intenzione, palla sul fondo.  Al 39' occasione Crotone: sponda di Modesto, arriva di Roberto che scarica il mancino, palla di poco fuori. Al 43' rigore per il Crotone: Palladino serve Ricci che si inserisce e viene messo giù in piena area di rigore da Osuji. Dal dischetto Palladino non sbaglia, 1-1. 

La prima occasione della ripresa arriva al 59' ed è per il Crotone, con un colpo di testa di Ricci su angolo di Di Roberto, palla sul fondo. Al 62' cambio per il Modena: finisce la partita di Mazzarani, al suo posto entra in campo Belingheri. Al 68' cambio forzato per il Crotone: fuori Yao e dentro Garcia Tena. Ritmi bassissimi nella ripresa. Al 77' cambio per il Modena: fuori Granoche, al suo posto dentro Stanco. Al 79' Modena ad un passo dal vantaggio: Nardini si inserisce tra due avversari, da due passi scarica il tiro, ma Cordaz riesce ad intercettare con la mano aperta. All'80' cambio per il Crotone: esce Di Roberto, al suo posto dentro Balasa. All'81' ancora Modena: cross di Giorico da sinistra, Luppi ci prova di testa verso il palo lontano. Garcia Tena ci arriva e mette in calcio d'angolo. All'83' Cremonesi per Modesto nel Crotone. Nei minuti finali prova il Modena a costruire qualcosa, ma senza successo. Al triplice fischio di Pinzani delirio per tutta la panchina ed i Crotonesi giunti in trasferta pronti a fare festa per una giornata storica. Il Crotone è in Serie A, ed è tutto vero. 


Share on Facebook