Top 11 di Lega B: tanti dubbi e molte sorprese

Le scelte di SKy Sport appaiono sotto molti aspetti forzate ed insensate. Assurda l'esclusione di Caputo e Cacia, perché non Di Gennaro e Joao Pedro al posto di Sensi e Kessie? Esclusi anche Sciaudone ed i titolari dello Spezia.

Top 11 di Lega B: tanti dubbi e molte sorprese
Top 11 di Lega B: tanti dubbi e molte sorprese

La top 11 della serie B 2015/16, la formazione-tipo fatta da SkySport che cerca cioè di assemblare i migliori interpreti nel proprio ruolo del campionato cadetto, desta non pochi dubbi per alcune eccellenti assenze. Mancano, infatti, giocatori di Cagliari e Trapani, due compagini che, volente o nolente, hanno fatto benissimo durante il loro percorso. I sardi, infatti, sono tornati in corsa per il primo posto, mentre i siciliani sognano un miracoloso approdo in serie A. Spicca, quindi, la fortissima presenza di giocatori del Crotone e non può non sorprendere la scelta di un centrocampo quasi tutto cesenate. 

Partendo dalla zona 'bassa' del campo, miglior portiere è stato eletto Cordaz, davvero decisivo in moltissime partite con i suoi miracoli ed i suoi interventi felini. In difesa promossi quali 'top player' il terzino del Pescara Zampano, Ferrari e Martella del Crotone, Troest del Novara. Scelte tutto sommato giuste, considerando soprattutto rendimento e numero di presenze. L'unica soluzione che appare sembrerebbe più che altro unpremio alla stagione è quella di Martella, solo perché il guizzante esterno di Juric ha giocato sempre in una pozione diversa e più offensiva rispetto a quella occupata normamente dai classici fludificanti. 

A centrocampo, le sorprese. Davvero inspiegabile, infatti, le scelta sia di Sensi che di Kessiè, giocatori che sicuramente tanto hanno fatto bene ma che di certo non si sono messi in luce per prestazioni nettamente al di sopra dei rispettivi colleghi. Al posto del goiellino italiano, per esempio, non avrebbe sfigurato Di Gennaro, da molti considerato il miglior playmaker della categoria e come sostituto dell'ivoriano romagnolo poteva benissimo esserci Joao Pedro, oggettivamente vero trascinatore dei suoi. Se poi si pensa che Kessie nasce come difensore e non come mezzala pura, qualche dubbio in più viene. Nulla da dire, invece, per Mazzitelli, anche se sarebbe forse stato più giusto 'promuovere' Sciaudone dello Spezia, per una metà stagione stellare ed assolutamente al di sopra dei compagni di squadra.

Giunti all'attacco, confermatissimi i quotati Budimir e Lapadula, rivelazioni ma non troppo di una serie B che li ha visti spaccare in due moltissime difese avversarie. L'italo-peruviano è capocannoniere assoluto con le sue 26 reti impreziosite da 7 assist che rendono l'attaccante pescarese il secondo assist-man della categoria dopo Diego Farias, altro grande escluso. Promosso con merito anche Ante Budimir, prima punta di un Crotone iper offensivod ed autore di una stagione di altissimo livello. Terzo scelto, Ricci, con buona pace dei forse più veritevoli Caputo e Cacia. Per carità, il giovane esterno in forza agli squali ha davvero sorpreso, ma preferire lui a chi ha praticamente salvato l'Ascoli o a chi è risultato essere per gol l'uomo più decisivo della serie B appare forse irrispettoso ed ingiusto. Grande escluso, infine, Simone Ganz, che con il Como ha marcato sedici gol dando flebili luci di speranza ai suoi. Un undici che dunque fa discutere e non poco, forse equilibrato se ipoteticamente dovesse scendere in campo, ma sicuramente non composto da tutti i migliori undici interpreti del campionato cadetto.

ECCO LA TOP 11 DI SERIE B TARGATA SKY SPORT:
Cordaz; Zampano, Ferrari, Troest, Martella; Kessie, Sensi, Mazzitelli; Lapadula, Budimir, Ricci. 


Share on Facebook