Play-off Serie B, una poltrona per quattro

Il punto in vista delle due semifinali play-off, Spezia-Trapani e Novara-Pescara.

Play-off Serie B, una poltrona per quattro
Play-off Serie B, una poltrona per quattro

Dopo i due quarti di finale che hanno visto uscire di scena, a sorpresa, Bari e Cesena, quattro squadre rimangono in corsa per giocarsi una sola poltrona, una strada che porta dritta in Serie A. Parafrasando il film di Josh Trank possiamo definire Pescara, Trapani, Spezia e Novara i "Fantastici 4" pronti però a darsi battaglia l'un con l'altro per raggiungere la gloria.

La prima semifinale di andata sarà quella tra Spezia e Trapani. Si giocherà al "Picco", sabato alle 18.30, mentre il ritorno è fissato il 31 maggio a Trapani, per effetto del miglior piazzamento della squadra di Cosmi che può dunque usufruire di due risultati su tre. Lo Spezia arriva in semifinale grazie alla vittoria al "Manuzzi" di Cesena, decisiva la rete nel finale di Postigo. Gli uomini di Di Carlo possono contare sull'aiuto del pubblico e soprattutto sui fattori entusiamo e forma, che nei play-off sono fondamentali. Per quanto riguarda il Trapani, gli uomini di Cosmi sono consapevoli di avere due risultati su tre e, dopo il cammino nel girone di ritorno, è lecito sognare per una piazza che la Serie A non l'ha vista mai. I Siciliani potranno contare sul grande momento di Petkovic che ha ben impressionato in questo campionato. Sarà una sfida tattica, viste le caratteristiche delle due squadre (soprattuto dello Spezia), ma la sensazione è che il divertimento non mancherà, appuntamento sabato alle 18.30.

La seconda semifinale, quella in programama domenica alle 18.30, metterà di fronte Novara e Pescara. L'andata si giocherà al "Piola", mentre il ritorno il 1 giugno all'"Adriatico". Il Novara, galvanizzato dalla epica vittoria contro il Bari, vuole regalarsi un altro momento di gloria e, visti i precedenti con gli Abruzzesi, Baroni (ex di turno) può strizzare l'occhio: 2 vittorie in altrettante partite per il Novara contro il Pescara quest'anno. D'altro canto, gli abruzzesi vivono un momento di forma smagliante, con 9 risultati utili (7 vittorie 2 pareggi) e l'etichetta di favoriti in questi play-off. Massimo Oddo lo sa e non vuole cali di concetrazione dalla sua squadra, come accaduto con il Latina nella ripresa. Il Pescara dovrà fare a meno del solito Mandragora, mentre Memushai, impegnato in Nazionale in questi giorni, ci sarà, così come Lapadula, protagonista di innumerevoli voci di mercato. Anche qui si prevede una partita tattica, per via dell'accortezza difensiva del Novara e della voglia di non rischiare del Pescara che, come il Trapani, ha due risultati su tre. Tutto si deciderà al ritorno.

Calcio