Sassuolo, Di Francesco verso la Stella Rossa: "Siamo preparati adeguatamente per la sfida"

Il tecnico degli emiliani, alla vigilia della gara del Mapei Stadium contro la Stella Rossa, ha analizzato i temi del match in conferenza stampa. In sua compagnia anche Andrea Consigli e Carnevali.

Sassuolo, Di Francesco verso la Stella Rossa: "Siamo preparati adeguatamente per la sfida"
Sassuolo, Di Francesco verso la Stella Rossa: "Siamo preparati adeguatamente per la sfida"

Ad un passo dalla storia. Il Sassuolo di Eusebio Di Francesco, dopo la trionfale doppia sfida contro il Lucerna, si appresta ad affrontare l'andata dell'ultimo turno dei preliminari di Europa League. Avversario di tutto rispetto la Stella Rossa di Belgrado, anche se gli emiliani dopo aver rotto il ghiaccio in campo europeo contro gli svizzeri hanno acquisito consapevolezza ed un minimo di esperienza. Alla vigilia della gara, il tecnico pescarese ha fatto il punto della situazione in conferenza stampa (questo quanto riportato da Tuttosassuolocalcio.com), guardando ovviamente anche alle qualità della squadra avversaria. 

"Abbiamo avuto tutto il tempo per poterci preparare e l'affronteremo nel migliore dei modi, al di là dell'avversario, che ha blasone e spessore importanti. La Stella Rossa? Hanno attaccanti di qualità, pericolosi dentro l'area".

Domanda successiva che si sposta sul mercato e sull'arrivo di Matri, ma non solo: "Non mi interessa delle chiacchiere, io mi occupo della partita, sono concentratissimo sulla Stella Rossa e basta. Il terzino destro è arrivato, si chiama Lirola, è giovane ma non mi interessa, se è forte, gioca. Letschert è poco conosciuto ma diventerà fortissimo. Ma ora sono concentrato sulla partita. Matri? Non è convocato per questa partita".

Rispetto alla gara d'andata contro il Lucerna Di Francesco si fida molto più della condizione psico-fisica della sua squadra: "Noi siamo andati a Lucerna senza nemmeno conoscere la nostra condizione fisica. Ora dobbiamo portare rispetto agli avversari portando avanti la nostra idea di gioco, anche in Europa. Mentalità Europea? Non so cosa sia onestamente, affrontiamo una squadra che gioca col 4-2-3-1, come ce ne sono tante in Italia, noi vogliamo passare il turno, punto, al di là dell'avere esperienza in Europa o meno. Se fanno i preliminari vuol dire che hanno dimostrato di valere i preliminari, noi siamo i sesti del campionato italiano, ce la giocheremo alla grande, sapendo che ci sono un'andata e un ritorno".

Infine, l'intervento del tecnico si chiude con una richiesta ben precisa per quanto concerne l'approccio alla gara: "Domani giocheremo per vincere, come sempre, dobbiamo approfittare del fattore campo. Prima di tutto bisogna far gol, cercando di non farlo fare agli avversari. Vedo la squadra con la giusta attenzione e la giusta cattiveria agonistica. Io non ho paura dell'avversario, io ho paura della mia squadra, io penso alla mia squadra, penso a preparare prima loro al di là dell'avversario".

Assieme a mister Di Francesco in conferenza c'era Andrea Consigli, portiere dei neroverdi che nel doppio confronto con il Lucerna è stato decisivo, soprattutto all'andata. Queste le sue emozioni, e gli accorgimenti che la squadra dovrà fare in vista del match contro la Stella Rossa: "A Lucerna i primi minuti sono stati difficili anche per scelte sbagliate nostre in campo, questo ha dato fiducia al Lucerna e abbiamo corso dei pericoli, sicuramente anche l'emozione ha avuto un ruolo. Al ritorno la squadra è entrata in campo con un piglio diverso e mi auguro che la crescita possa continuare già da domani. Abbiamo acquisito fiducia e consapevolezza perchè abbiamo visto che siamo riusciti a imporre anche in Europa il nostro modo di giocare e domani partiremo da una base più alta".

Uno dei momenti cruciali della sfida contro gli svizzeri è stato il suo rigore parato all'andata. Il portiere sottolinea l'importanza di far propri i momenti cruciali della sfida, prima di guardare alla stagione che attende in neroverdi nel complesso: "E' importante quanto tante giocate dei miei compagni, è un episodio, sono solito rivalutare di più quello che è andato meno bene per migliorami. La stagione del Sassuolo? Spero che questo sia l'anno della consacrazione, faremo di tutto per andare avanti in Europa perchè questo ci dà ancora più fiducia e consapevolezza".

Infine, è intervenuto anche il direttore sportivo degli emiliani, che ha fatto il punto della situazione per quanto riguarda l'arrivo dei tifosi serbi, sempre da tenere d'occhio: "Questa mattina c'è stata una riunione in Prefettura e come sempre c'è stata la massima collaborazione. Quello di domani è un evento importante per noi e per il territorio. Il Sassuolo ha dato la massima disponibilità per far sì che i tifosi della Stella Rossa possano essere ospitati a Reggio Emilia. La prefettura ha messo a disposizione uno spazio e il Sassuolo fornirà bevande e cibo anche come segno di distensione. Abbiamo ottimi rapoorti con la Stella Rossa. C'è la volontà di fare in modo che la partita di domani sia un evento di gioia e divertimento. L'area è in zona fiera, e ci sarà a disposizione una navetta, perchè la maggiorparte dei tifosi arriverà in automobile. Ci saranno 450 poliziotti e 200 steward, oltre ad forze dell'ordine serbe".

Calcio