Italia, Ventura in conferenza: "Voglio l'umiltà, la determinazione viste agli Europei"

Presente anche Gigi Buffon: "Donnarumma? Non è stata una sorpresa trovarlo qui. E' un predestinato".

Italia, Ventura in conferenza: "Voglio l'umiltà, la determinazione viste agli Europei"
Italia, Ventura in conferenza: "Voglio l'umiltà, la determinazione viste agli Europei" - twitter.com

"L'obiettivo e continuare il lavoro di Conte e migliorarlo". Questo è l'augurio di Giampiero Ventura: il neo ct azzurro ha da poco concluso la conferenza stampa in vista dell'amichevole contro la Francia in programma domani sera a Bari: "Mi ritrovo il grosso del lavoro fatto da lui (Conte ndr), quindi mi è molto più semplice, avendo pochissimo tempo a disposizione, cominciare a scendere in qualche dettaglio". 

Qualcosina è stata cambiata - ha affermato l'ex allenatore del Torino- perché ritengo che qualcosa può essere migliorata: il filo conduttore è quello di una squadra che sa cosa deve fare e che ha fatto con umiltà, fame, voglia e rabbia, all'Europeo. Ci sono tutti i presupposti in due anni di fare qualcosa d'importante. Poi ho preso il posto di Conte a Bari, la prima lui l'ha fatta a Bari, ho preso il suo posto in Nazionale. Mi auguro di proseguire quello che ha fatto Conte e possibilmente anche migliorarlo". 

Sarà Italia-Francia ad inaugurare il nuovo corso della Nazionale azzurra targato Ventura. Un debutto importante per il nuovo ct : "Non so chi sia la squadra favorita. Sarà una parita importante, ma la prossima è importantissima. Proprio perché è una partita importante mi aspetto una prestazione importante. Al di la di tutto vorrei che con Ventura si vedesse una squadra sotto tutti i punti di vista. Se riuscissimo ad essere queste cose il futuro è più roseo di quello che ci possiamo immaginare". Chiusura su Verratti"Ha grandi potenzialità. E' stato fermato da un problema fisico ma è giovane, un capitale importante per questa Nazionale".

Accanto a Giampiero Ventura era presente Gianluigi Buffon, capitano della Nazionale: "Sull'arrivo del nuovo ct c’è tanta curiosità e umiltà. Non dobbiamo dimenticare le lacrime di Bordeaux perché saranno fondamentali per il futuro. Balotelli a Nizza? Ha fatto una scelta umile per rimettersi in discussione: ha il tempo e le qualità per dimostrare quello che vale. Donnarumma? Non è stata una sorpresa trovarlo qui. E' un predestinato". 


Share on Facebook