Focus Lega Pro: terza giornata e prossimo turno

Con i match dei gironi A e C di ieri, si è concluso il terzo turno del terzo campionato nazionale. Alessandria, Foggia e Lecce dominano nel loro girone. Equilibrio nel gruppo B: martedì e mercoledì nuovamente in campo.

Focus Lega Pro: terza giornata e prossimo turno
Fonte: web

La "serie C", si sa, è un campionato imprevedibile e divertente, ricco di outsider e clamorose sorprese, che non lascia mai nulla al caso agli appassionati e ai tifosi. Ma dopo tre giornate, soprattutto nei gironi A e C inizia a deliniarsi, seppur parzialmente, un primo prospetto di quello che potrà essere l'andazzo di questo scoppiettante campionato. Alessandria, Lecce e Foggia sembrano essere le squadre ad avere una marcia in più nei loro gironi: con 9 punti in classifica sono le uniche tre squadre della Lega Pro ad essere a punteggio pieno. Pronostici quindi momentaneamente rispettati. E' nel girone B che regna l'equilibrio: un quartetto a quota 7 punti guida la classifica. Venezia e Parma non riescono ancora a rompere gli equilibri e ad emergere. E già domani si ritorna in campo, per il primo turno infrasettimanale della stagione.

GIRONE A - E' l'Alessandria di mister Braglia a prendersi il primato, dopo la vittoria di Lucca grazie al rigore trasformato da Gonzalez al 59esimo minuto. I grigi, dopo le importanti vittorie su Pro Piacenza e, soprattutto, Livorno, si candidano a recitare un ruolo da protagonista assoluto nel girone A. Arezzo e Cremonese seguono a ruota a quota 7, dopo aver battuto rispettivamente il Siena, ancora bloccato ad 1 punto in classifica, nel derby per 2-1 e, la Pro Piacenza per 2-3, che però la prima vittoria l'ha già trovata nel turno precedente, a differenza dei bianconeri toscani. Successi anche per Como (1-3 contro la Giana Erminio), Livorno (1-0 contro la Carrarese), Viterbese (3-1 contro Racing Roma) e Tuttocuio (1-2 contro la Lupa Roma) che, grazie alle vittorie si lanciano in piena zona playoff. Pareggi per Pontedera, 0-0 con gli isolani dell'Olbia e, per il Renate 1-1 con il Piacenza. Anche l'altro derby della Toscana tra Prato e Pistoiese finisce in parità (2-2), non sbloccando quindi, per nessuna delle due compagini, la situazione in classifica, che rimane dopo tre giornate deludente. Infatti con loro e la Lucchese, dietro ci sono solo Lupa Roma, Siena e, Carrarese ancora a secco. 

Prossimo Turno: Olbia-Pro Piacenza, Racing Roma-Renate, Como-Livorno, Alessandria-Arezzo, Carrarese-Prato, Cremonese-Giana Erminio,Piacenza-Viterbese, SIena-Lupa Roma, Pistoiese-Pontedera, Tuttocuoio-Lucchese.

Classifica: Alessandria 9 pt, Arezzo, Cremonese 7 pt, Giana Erminio, Livorno 6 pt, Piacenza, Tuttocuoio, Viterbese 5 pt, Renate, Como 4 pt, Pro Piacenza, Racing Roma 3 pt, Lucchese, Prato, Pistoiese, Olbia, Pontedera 2 pt, Lupa Roma, Siena 1pt, Carrarese 0 pt.

GIRONE B - E' un quartetto quello al comando del girone B: a quota 7 in cima alla classifica ci sono infatti Pordenone, vittorioso 3-1 col Teramo, Gubbio, corsaro a Lumezzane per 1-0, Bassano (1-2 ad Ancona) e la sopresa assoluta Santarcangelo, che dopo la super partenza con due vittorie consecutive, ha fermato il Parma, candidata principale al salto di categoria, sullo 0-0, con non poche polemiche sul goal non concesso al crociato Nocciolini, nel primo tempo. Equilibrio è la parola chiave di questo raggruppamento: stenta a prendere il volo la corazzata Parma di Apolloni, che nonostante tutto, non convince. E nel prossimo turno i crociati saranno attesi dalla super sfida con il Venezia di Inzaghi, bloccato questa giornata dalla Reggiana per 1-1. Il Mantova si lancia in zona dei playoff a quota 5 punti, dopo aver battuto la Sambenedettese 1-3. Altinier e Madonna consegnano il successo al Padova sul Forlì: vince anche la Feralpìsalò di Asta contro il Sudtirol per 1-2. Pareggia il Modena 0-0 con la Maceratese: rimandato ancora l'appuntamento con la prima vittoria. Finisce 1-1 l'anticipo tra Albinoleffe e Fano. Padova Sambenedettese Albinoleffe e Maceratese dovranno recuperare una partita.

Classifica: Gubbio, Santarcangelo, Bassano, Pordenone 7 pt, Feralpisalò 6 pt, Parma, Mantova, Venezia 5 pt, Reggiana, Padova 4 pt, Lumezzane, Sambenedettese, Sudtirol 3 pt, Albinoleffe, Modena 2 pt, Ancona, Fano, Teramo, Maceratese 1 pt, Forlì 0 pt.

Prossimo turno: Feralpisalò-Lumezzane, Mantova-Pordenone, Teramo-Modena, Bassano-Sudtirol, Fano-Padova, Forlì-Albinoleffe, Gubbio-Sambenedettese, Maceratese-Ancona, Parma-Venezia.

GIRONE C - Il girone del Sud inizia da dove si era concluso: sono Lecce e Foggia infatti le due battistrada del raggruppamento C. Caturano, già capocannoniere del campionato a quota 5 goal, trascina i giallorossi di Padalino a Melfi, corsari 1-3 e, i rossoneri di Stroppa allo "Zaccheria" battono 3-0 la Vibonese: già dimenticato mister De Zerbi. E' il Matera a recitare il ruolo di terzo incomodo a questa fuga tutta pugliese: dopo la vittoria con la Paganese, è arrivato il bis nel big match contro il Cosenza. 3-2 in rimonta. Vince anche la Juve Stabia 1-0 contro il Monopoli, scacciando definitivamente i fantasmi di Catania. Si sbloccano anche Catanzaro e Casertana che trovano i primi punti del loro campionato, dopo due stop consecutivi. Battute Andria 3-0, ancora a secco di vittorie e, Paganese 0-1, grazie al goal in "zona Cesarini" di Orlando. Anche il Messina pareggia in extremis contro la ben organizzata Vrtus Francavilla (1-1): pari anche per Taranto (0-0 col Siracusa) e Akragas (2-2 con la Reggina). Rinviata Catania-Fondi: anche la Paganese dovrà recuperare il match contro la Virtus Francavilla.

Classifica: Lecce, Foggia 9 pt, Matera 7 pt, Juve Stabia 6 pt, Taranto 5 pt, Vibonese, Reggina, Messina, Virtus Francavilla 4 pt, Catanzaro, Melfi, Cosenza, Monopoli, Casertana 3 pt, Fondi, Akragas 2 pt, Fidelis Andria, Siracusa 1 pt, Paganese 0 pt, Catania -2 pt.

Prossimo turno: Siracusa-Monopoli, Fondi-Akragas, Reggina-Catania, Vibonese-Matera, Cosenza-Melfi, Fidelis Andria-Paganese,Casertana-Taranto, Juve Stabia-Messina, Lecce-Catanzaro, Virtus Francavilla-Foggia.


Share on Facebook