Europa League, lo Zenit travolge l'AZ: 5-0 al Petrovskiy

Nel Girone D, lo Zenit si abbatte sull'AZ grazie alle reti di Kokorin (2), Giuliano, Criscito e Shatov.

Europa League, lo Zenit travolge l'AZ: 5-0 al Petrovskiy
Europa League, lo Zenit travolge l'AZ: 5-0 al Petrovskiy
ZENIT ST.PIETROBURGO
5 0
AZ ALKMAAR
ZENIT ST.PIETROBURGO: LODYGIN; CRISCITO, LOMBAERTS, NETO, SMOLNIKOV, GIULIANO, JAVI GARCIA ( 64' MAURICIO), WITSEL, MAK ( 69' DJORDJEVIC), KOKORIN, DZYUBA ( 64' SHATOV). ALL. LUCESCU
AZ ALKMAAR: ROCHET; LEWIS, EIJDEN, VLAAR (57' RIENSTRA), HAPS, OVEREEM, LUCKASSEN, WUYTENS, SOUZA ( 74' BEL HASSANI), FRIDAY, WEGHORST (28' SEUNTJENS). ALL. VAN DEN BROM
SCORE: 5-0. 1-0 26' KOKORIN, 2-0 48' GIULIANO, 59' KOKORIN, 66' RIG. CRISCITO, 5-0 80' SHATOV
ARBITRO: JAVIER ESTRADA AMMONITI: NETO,, JAVI GARCIA (Z) WUYTENS, LEWIS (A)
NOTE: STADION PETROVSKIY INCONTRO VALIDO PER LA 2A GIORNATA DEL GIRONE D DI EUROPA LEAGUE

Partita senza storia al Petrovskiy dove lo Zenit travolge l'AZ per 5-0 nel match valido per la seconda giornata del girone D di Europa League. Partita senza storia sin dall'inizio con i padroni di casa che passano in vantaggio con Kokorin. Nella ripresa i russi si scatenato e vanno a segno per quattro volte grazie a Giuliano, ancora Kokorin, Criscito e Shatov. Zenit a punteggio pieno nel girone mentre l'AZ rimane a uno.

La gara.

Entrambe le squadre si schierano con un 4-4-2. Lucescu si affida alla coppia Kokorin-Dzyuba in attacco mentre tra le fila degli Olandesi spazio a Friday e Weghorst.

I ritmi sono bassissimi in avvio di match con lo Zenit a gestire il possesso finora. Squadre inchiodate a centrocampo. Al 14' prima chance del match per lo Zenit: azione personale dell'esterno di Giuliano, che parte da sinistra, si accentra e scarica un tiro, che termina di poco alla destra del portiere. Le squadre si studiano, con lo Zenit che fa la partita ma le occasioni latitano. Al 26' arriva il vantaggio degli uomini di Lucescu: Criscito spinge sulla sinistra. Cross basso al centro, Giuliano fa il velo e sul secondo palo Kokorin arriva a battere a rete, 1-0. Al 28' primo cambio obbligato per l'AZ: fuori l'infortunato Werghost per Seuntjens. Al 30' gli Olandesi costruiscono la prim chance e vanno vicini al pari: lancio lungo per Souza, che si ritrova tutto solo davanti al portiere da posizione leggermente defilata. Calcia, ma la palla termina sull'esterno della rete. Al 36' torna in avanti lo Zenit con Garcia che gira di testa, sugli sviluppi di un calcio di punizione, ma la palla termina fuori. 

Ad inizio ripresa arriva il raddoppio dello Zenit: grandissima combinazione tra Dzyuba e Kokorin, che scambiano più volte. Infine tiro di Dzuyba, il portiere respinge sui piedi di Giuliano, che non sbaglia il tap-in, 2-0. Al 57' sostituzione per l'Az: fuori Vlaar, dentro Rienstra. Al 59' arriva il tris dello Zenit: Giuliano scende sulla corsia destra. Cross radente, la palla attraversa tutta l'area, arriva sul secondo palo e per Kokorin è un gioco da ragazzi spingerla in rete, 3-0. Al 64' doppio cambio per lo Zenit: fuori Dzyuba e Garcia per Mauricio e Shatov. I rimti si abbassano ma i padroni di casa non rinuciano ad attaccare e, al 66', trovano la rete del 4-0 con un rigore trasformato da Criscito. Notte fonda per l'AZ. Al 69' ultimo cambio per Lucescu: dentro Djordjevic per Mak. Al 74' cambia anche l'AZ: fuori Souza per Bel Hassani.  Lo Zenit rimane in dieci a causa dell'uscita per infortunio del neo entrato di Djordjevic ma, all' 80' trova la rete del 5-0: palla larga a Shatov, sulla destra che si accentra, viaggia per via orizzontale e scarica un destro che s'insacca sul palo lontano. Nel finale non accade nulla, stravince lo Zenit 5-0. 


Share on Facebook