Italia, Ventura verso la Spagna: "Partita molto importante, ma non ancora decisiva"

Il CT della Nazionale parla da Coverciano e inaugura il ritiro della Nazionale in vista del doppio impegno verso Russia 2018.ve

Italia, Ventura verso la Spagna: "Partita molto importante, ma non ancora decisiva"
Giampiero Ventura, twitter @FIGC

Il campionato va in archivio per due settimane e quindi è il momento di tornare a concentrarsi sulla nuova Italia di Giampiero Ventura che continua il suo percorso nelle qualificazioni ai prossimi Mondiali di Russia 2018. Il prossimo impegno è di quelli che forse valgono più di tre punti perchè l'avversario è la Spagna di Lopetegui, anche lui nuovo CT della Roja.

Da Coverciano Ventura ha introdotto così la sfida di Giovedì allo Juventus Stadium: "Un appuntamento importante ma non decisivo. Affronteremo la squadra più forte del girone. L'ultima gara al girone di qualificazione l'hanno persa 23 anni fa. E' una squadra che è cambiata come modo di stare in campo e come approccio al match. E' un'altra Spagna rispetto al passato. La gara con la spagna agli Europei fa poco testa, è cambiato il tecnico, che stimo. Ha dato adrenalina e convinzione. Prima la Spagna era spenta, ora è convinta dei suoi mezzi. In Nazionale conterà il risultato, sempre." 

Giampiero Ventura, lapresse.it
Giampiero Ventura, lapresse.it

Fra i convocati ci sono tanti giovani, questo il pensiero di Ventura a riguardo: "Sono felice, ho insistito per avere la possibilità di vedere questi giovani, vanno coltivati. Poter fare tre piccoli stage per vederli da vicino e farli entrare in questa famiglia è una bella cosa. Devono giocare nelle loro squadre ma vanno creati i presupposti perchè possano giocare in Nazionale. In modo da iniziare poi un altro percorso. E' un passo verso il futuro."

C'è spazio anche per parlare di due singoli come Verratti e Balotelli, uno presente nell'attuale gruppo, l'altro che sta provando a guadagnarsi il ritorno in Azzurro: "Verratti va monitorato. Dopo la gara con Israele è stato fermo e ha ripreso velocemente. In questi casi paghi un po' pegno e va tutelato. Bisogna capire se è più importante con la spagna o con la Macedonia, dove dovrai giocare per vincere. Balotelli? Come giocatore non si discute. Dissi che non ci sarebbe stata preclusione. La pre-convocazione è arrivata perchè è tornato a giocare e segnare, ora serve continuità. Immobile e Belotti? Possono giocare insieme perchè lo hanno già fatto, giocheranno sicuramente in una delle due gare."


Share on Facebook