Risultato Sampdoria 1-0 Inter in Serie A 2016/17

Risultato Sampdoria 1-0 Inter in Serie A 2016/17
Sampdoria
1 0
Inter
Sampdoria: (4-3-1-2): Puggioni; Sala, Silvestre, Skirinar, Regini; Barreto, Torreira, Linetty; Bruno Fernandes; Quagliarella, Muriel. All. Giampaolo
Inter: (4-3-3): Handanovic; Ansaldi, Murillo, Miranda, Santon; Banega, Joao Mario, Brozovic; Candreva, Icardi, Eder. All. De Boer
SCORE: 1-0, 44', Fabio Quagliarella.
ARBITRO: Paolo Mazzoleni.

22.45 - Per noi stasera è tutto! Rimanete sintonizzati per tutto il meglio del calcio e dello sport internazionale, incluse le voci del post-partita e tutti gli approfondimenti del caso. Sempre qui, su VAVEL Italia. Io sono Stefano Fontana e sono onorato di avervi accompagnato in questa serata di Serie A. A presto, ciao!

22.40 - Giampaolo salva e salda la sua panchina, staccando il Pescara e la zona retrocessione. Balzo in avanti per i liguri, mentre l'Inter non riesce a dare continuità alla vittoria col Torino. De Boer, nonostante la fiducia confermata dall'assemblea dei soci, sarà destinato a passare qualche notte insonne da qui alla sfida contro il Southampton.

90+3' FINISCE QUI! FINISCE QUI! SAMPDORIA BATTE INTER UNO A ZERO A MARASSI! CHE PARTITA, DECIDE QUAGLIARELLA! Match giocato a ritmi altissimi, pieno di occasioni ed azioni pericolose, con la sola differenza che la Samp ha saputo essere leggermente più cinica e meglio organizzata in difesa.

90+3' - TEMPO SCADUTO, ULTIMO CORNER, SALE ANCHE HANDANOVIC!

90+1' - SUCCEDE DI TUTTO! INTER VICINISSIMA AL PARI! INCREDIBILE, INCREDIBILE! Perisic va via sulla sinistra, rasoterra sul primo palo per il taglio di Palacio che va a contrasto con Puggioni: finiscono entreambi a terra, ma in quelche modo l'argentino riesce a toccare la palla verso la porta. La sfera attraversa tutta la linea, tocca la traversa e rimbalza prima che Skriniar possa allontanare! CLAMOROSO!

90' - Tre di recupero.

89' - Forcing finale dell'Inter, ma sono tanti tanti tanti gli errori dei nerazzurri.

86' - MIranda quasi perde palla sul pressing di Budimir, poi esce palla al piede, ne salta tre e fa ripartire i suoi.

85' - BUDIMIR! Tutto solo in contropiede, calcia contro Handanovic di mancino! Poteva chiuderla Ante Budimir!

83' - Festival del cartellino: se lo prende Sala che stende Palacio in ripartenza.

82' - Altro giallo, Joao Mario randella da dietro su Linetty.

79' - L'Inter è in superiorità al limite dell'area, ma nessuno si decide a tirare: alla fine crossa Palacio, ma allontana Silvestre.

78' - Brozovic lancia rasoterra per Perisic: grande scatto del neo-entrato, ma Puggioni legge tutto ed anticipa in tuffo.

77' - Campo per Budimir, esce Fabio Quagliarella.

76' - De Boer manda dentro Perisic e Palacio per Candreva ed Eder. Nel frattempo, giallo anche per Miranda che falcia Fernandes.

75' - Linetty controlla male, Miranda lo aggira ed il doriano entra durissimo. Fallo.

72' - Riparte Bruno Fernandes, Ansaldi lo trascina a terra. Fallo tattico, arriva il giallo.

70' - Posizione invitantissima per la punizione, ma Eder su tocco di Banega calcia altissimo.

69' - Continuano a piovere traversoni negli ultimi sedici metri della Sampdoria, ma per ora l'Inter non sta sfruttando al meglio le occasioni che ha.

67' - OCCASIONE COLOSSALE DI ICARDI! COLOSSALE! INCREDIBILE! Triangolo Ansaldi-Candreva, in qualche modo l'italiano arriva al traversone col destro per Maurito, tutto solo in area piccola. Basterebbe spingerla dentro di testa, ma l'argentino la colpisce di spalla e mette alto! Era a pochi metri dalla porta vuota! CLAMOROSO INTER!

65' - Brozovic solo in area: si gira e supera Puggioni con lo scavetto, ma era tutto fermo per fuorigioco.

64' - Rischia la Samp! Prima Ansaldi dalla destra, poi Eder dalla sinistra: due cross che attraversano l'area piccola!!

62' - ICARDI! Eder all'ennesimo cross di destro, Icardi stacca sul primo palo ma angola troppo poco: palla sul fondo!

60' - Tanti errori in questa fase, ancora in ripartenza: almeno quattro i passaggi possibilmente devcisivi sbagliati.

56' - Candreva è un pendolino sulla sinistra, Regini lo sta soffrendo abbastanza.

53' - Sale Regini, si apre un buco e Brozovic lo sfrutta, ma il suo destro è a metà tra tiro e cross e si spegne sul fondo

52' - Fernandes prova a servire Quagliarella dal fondo, si tuffa bene in avanti Samir Handanovic.

50' - Murillo con calma, si appoggia ad Handanovic.

49' - Punizione interessante conquistat da Muriel, che sposta palla sulla trequarti e prende un calcione da Miranda.

46' - PARTE IL SECONDO TEMPO!

21.48 - Squadre in campo, pronto a ricominciare Mazzoleni!

45+1' - Triplice fischio di Mazzoleni, FINISCE QUI IL PRIMO TEMPO! Frazione apertissima ed estremamente divertente, in bilico, con le squadre in continua ripartenza da una porta all'altra: alla fine la sblocca Quagliarella nel finale, vedremo se De Boer riuscirà a sfruttare questo episodio per motivare i suoi nell'intervallo.

44' GOOOOOOOOOL! GOOOOOOOOOOL! SI SBLOCCA LA PARTITAAAA! SEGNA QUAGLIARELLA, SAMP IN VANTAGGIOOOO! Fernandes ricicla una palla sporca sulla trequarti, punta l'area e scarica su Linetty che con l'esterno se la allunga, non si capisce quanto volontariamente, verso Quagliarella. L'attaccante è rapidissimo, nel cuore dell'area, a controllare e scatenare il mancino rasoterra incrociato: Handanovic è trafitto, esplode Marassi, 1-0 SAMPDORIA!

42' - Brozovic! Altra palla dentro di Eder, arriva di testa EpicBrozo che sfiora ma ancora non trova la porta.

41' - Sala durissimo a centrocampo su Banega: palla piena, ma l'intervento è pericolosissimo. Mazzoleni ci pensa un secondo di troppo ma alla fine prende la decisione giusta e fischia.

40' - Ritmo altissimo! E' tutto un contropiede! Qui scatta ancora Eder a sinistra, grande progressione, palla dentro di sinistro, Icardi anticipa tutti ma non trova la via della rete! Era arrivato prima anche di Puggioni l'argentino!

38' - BROZOVIC! L'occasione del match! CHE TRAVERSA! Ancora in ripartenza l'Inter, il 77 arriva in area, fa fuori due avversari rientrando sul sinistro e dal dischetto prova a battere Puggioni, ma la parte alta della traversa gli nega la gioia!

36' - Bella e vivace la partita a Marassi, lo 0-0 è solo un caso.

35' - Fernandes, pressato, prova il colpaccio dalla trequarti: palla in curva.

34' - Ancora Candreva, ancora Puggioni! Destro teso dell'ex-Lazio, che dalla distanza trova un gran colpo, ma è attento il portiere a deviare di pugni.

33' - Punizione interessante per l'inter, Brozovic nasconde bene la palla a tre avversari, alla fine Torreira lo stende.

30' - Muriel strappa benissimo in contropiede e con l'esterno mette Bruno Fernandes solo davanti ad Handanovic, ma l'ex-Udinese è in leggero fuorigioco: tutto fermo.

29' - BARRETO! Gran taglio sul primo palo, arriva la girata volante col destro ma la palla impatta sull'esterno del legno! Handanovic c'era, ma che spavento per i nerazzurri!

28' - Altro suggerimento interessante di Fernandes per Quagliarella con lo scavetto dal limite: Santon protegge ma alla fine tocca e deve concedere corner.

26' - Candreva va via di nuovo a Regini, il traversone teso taglia tutta l'area di rigore ma non tocca nessuno.

24' - Cross troppo lungo di Bruno, la aggancia Quagliarella che prova a girarsi ma scivola e frana davanti ad Ansaldi. L'ex-Napoli prova a mantenerla da terra, ma alla fine riparte l'Inter.

23' - Buon primo tempo di Banega: è lui ad assumersi i compiti di schermo per leggere le linee di costruzione avversarie.

20' - Altro contatto duro a centrocampo, stavolta è Murillo in ritardo su Bruno Fernandes.

19' - L'Inter sta trovando buona continuità sulla destra: la catena Ansaldi-Candreva funziona.

16' - Quagliarella lanciato in campo aperto, perde il passo e si fa rimontare da un ottimo Miranda. Il suo destro è debole, blocca Handanovic.

15' - Candreva! Prova a sorprendere Puggioni dal limite, ma il portiere doriano è attento sul primo palo.

14' - Eder! Ottima percussione sulla fascia, ne fa fuori due, ma si incoccia e cerca lo spazio per il destro dal limite: chiude bene Skriniar.

12' - MURIEL! Occasione colossale! Percussione centrale di Fernandes, palla sulla sinistra per Muriel che incrocia di mancino ma la palla termina sul fondo.

11' - Adesso prova a ragionare l'Inter.

10' - Silvestre sbraccia su Icardi, punizione.

7' - Prima fase già divertente: squadre aperte, si corre tanto da una parte e dall'altra.

1' VIAAAA!

20.45 - Si aspetta solo il fischio iniziale.

20.43 - Ecco i protagonisti! Inno della Serie A, saluti di rito e sorteggio.

20.40 - Squadre nel tunnel!

20.35 - Riscaldamento ultimato, tutto pronto a Marassi, dieci minuti al via!

20.27 - Arbitro del match sarà Paolo Silvio Mazzoleni, coadiuvato da Marrazzo e Peretti come guardalinee, Guida e Mariani saranno gli arbitri di porta. Quarto uomo invece Paganessi.

20.23 - Il prato sembra in buone condizioni.

20.18 - Inizia il riscaldamento, e noi andiamo al solito tour negli spogliatoi.

Sampdoria (4-3-1-2): Puggioni; Sala, Silvestre, Skirinar, Regini; Barreto, Torreira, Linetty; Bruno Fernandes; Quagliarella, Muriel. All. Giampaolo

20.13 - Anche Giampaolo non smentisce i pronostici: Puggioni tra i pali, fedelissimi in difesa e centrocampo, Bruno Fernandes e non Ricky Alvarez dietro a Muriel e Quagliarella.

Inter (4-3-3): Handanovic; Ansaldi, Murillo, Miranda, Santon; Banega, Joao Mario, Brozovic; Candreva, Icardi, Eder. All. De Boer

20.10 - Tutto confermato per De Boer: campo per Eder, panchina (almeno dal primo minuto) per Ivan Perisic. Confermato il centrocampo di qualità, così come Ansaldi e Santon come esterni nel 4-3-3.

20.08 - Arrivano le formazioni ufficiali!

20.05 - Eccoci collegati! Quaranta minuti al via, tutto pronto a Marassi!

Buonasera a tutti! Io sono Stefano Fontana e vi dò il benvenuto ad un nuovo appuntamento con le dirette scritte in tempo reale di VAVEL Italia! Oggi seguiremo insieme il posticipo di Serie A, che vedrà la Sampdoria impegnata dopo la gioia estrema del derby vinto ed il brusco risveglio del 4-1 dello Juventus Stadium. Dall'altra parte, tutti gli occhi saranno puntati su Frank De Boer, praticamente obbligato a confermare la vittoria del turno infrasettimanale per evitare giorni di inferno con le voci sempre più insistenti sul suo possibile esonero.

Il momento delle due squadre

Samp alle prese con una prima parte di stagione tutt'altro che positiva. Il 2-1 firmato da Muriel e dall'autogol di Izzo nel derby della lanterna della scorsa settimana ha messo fine ad un digiuno di sei partite consecutive senza vittorie, ridando un po' di linfa all'ambiente blucerchiato, scoraggiato dopo i sei punti nelle prime due partite. Nell'infrasettimanale è arrivata una sconfitta esterna contro la Juventus (4-1) che, considerando anche il parziale turnover, fa male fino ad un certo punto. Ora, però, servono punti per tornare in carreggiata e provare a scalare la classifica.

I liguri sono sedicesimi ad undici punti, cinque in più dell'Empoli terzultimo, due in meno del trenino di Udinese, Sassuolo, Cagliari e Bologna. Calcolato che la squadra di Martusciello affronterà la Roma, mentre il Pescara - altra concorrente in ottica salvezza - sarà ospite del Milan, facendo il risultato la Sampdoria potrebbe assestare un bel colpo alla sua classifica.

Quagliarella, Muriel e Barreto ad esultare sotto la curva. | Fonte: twitter.com/NotizieCalcio24
Quagliarella, Muriel e Barreto ad esultare sotto la curva. | Fonte: twitter.com/NotizieCalcio24

Naviga in acque leggermente migliori l'Inter, ma il blasone dei neroazzurri gli impone di dover migliorare quell'undicesimo posto che, dopo un quarto di campionato, rappresenta un fallimento pressoché assoluto. Il treno per l'Europa è rappresentato al momento dalla Lazio di Inzaghi, quinta, con 18 punti rispetto ai 14 dei milanesi: l'obiettivo è accorciare ancora la classifica cercando di iniziare a dare continuità ai risultati.

La vittoria interna sul Torino (2-1 grazie alla doppietta di Mauro Icardi) ha regalato ossigeno a Frank De Boer, schiacciato dalle polemiche dopo le tre sconfitte consecutive per 2-1 (contro la Roma e, ben più pesanti, contro Cagliari ed Atalanta) intermezzate solo dalla sofferta vittoria sul Southampton in Europa League, che avevano messo la sua panchina sull'orlo del baratro. Qualche giorno di meritata tranquillità per l'olandese, che però ha bisogno di altri tre punti per rilanciarsi definitivamente e dimostrare che i problemi di questo inizio di stagione sono stati legati solo all'adattamento fisiologico ai meccanismi della Serie A. In ogni caso, la sua posizione è tutt'altro che tranquilla.

Mauro Icardi abbracciato da Ansaldi e Santon dopo uno dei due gol contro il Torino. | Fonte: twitter.com/Inter
Mauro Icardi abbracciato da Ansaldi e Santon dopo uno dei due gol contro il Torino. | Fonte: twitter.com/Inter

Le ultime dal campo

Anche Giampaolo si gioca una buona fetta di panchina stasera, e dovrebbe farlo rimanendo fedele alle sue idee di calcio: rombo a centrocampo e due punte. Ancora indisponibile per i problemi al polso sinistro Viviano, tra i pali andrà il super-tifoso Puggioni. Linea a quattro confermata con Silvestre accanto a Skirinar, con Sala a destra e Regini a sinistra.

Il perno basso della mediana sarà l'ex-Pescara Torreira, confermato alla pari della rivelazione Karol Linetty. Chi invece rischia il posto è Edgar Barreto, fortemente insidiato dalla concorrenza di Praet. Sulla trequarti, verosimile una conferma per Bruno Fernandes che, lanciato alla prima da titolare nel derby, ha fornito buone risposte nel ruolo di Ricky Alvarez. Dopo il turnover dell'infrasettimanale torneranno le due punte titolari: Fabio Quagliarella e Luis Muriel sono pronti a guidare l'attacco, con l'opzione Ante Budimir sempre pronta a partita in corso.

La coreografia dei supporters doriani per il derby. | Fonte: twitter.com/circondatodiblu
La coreografia dei supporters doriani per il derby. | Fonte: twitter.com/circondatodiblu

Pochi dubbi per De Boer, che dovrebbe confermare la fiducia a molti degli interpreti capaci di "matare" il Toro. Dovrebbe essere 4-3-3, quindi, con un centrocampo tutta qualità: Joao Mario sarà il perno centrale, incaricato di costruire la manovra, di garantire dinamismo e, nei limiti delle sue possibilità, di fungere da schermo per i due centrali di difesa. Come mezzala dovrebbe rivedersi Brozovic, altro giocatore che può fornire corsa ed intensità, mentre la mente suprema sarà quella di Ever Banega. Scelte abbastanza obbligate comunque: Medel è ancora fuori per squalifica, Kondogbia per infortunio, mentre Felipe Melo somiglia sempre più ad un separato in casa.

In difesa il nucleo centrale è quello di sempre, con Miranda-Murillo a coprire Samir Handanovic, mentre sulle fasce è il solito valzer di terzini: stavolta dovrebbero scendere in campo Ansaldi (che non è al meglio, ma ha dimostrato di essere una pedina cruciale del sistema e deve ritrovare il ritmo-partita dopo aver saltato la prima parte di stagione) e Santon, avvantaggiato sul concorrente Nagatomo. 

Per quanto riguarda il tridente offensivo, Mauro Icardi è intoccabile come terminale, mentre Antonio Candreva sta convincendo sempre di più come laterale destro. A sinistra serratissimo il duello Eder-Perisic: probabile che chi rimarrà fuori oggi sarà titolare giovedì nella gara contro il Southampton. Da segnalare inoltre l'esclusione dai convocati di Gabigol, sempre più oggetto misterioso alla Pinetina. De Boer gli ha concesso qualche scampolo di partita, ma lo ha escluso dalla gara di stasera per scelta tecnica: "non è pronto".

I nerazzurri durante la rifinitura di ieri. | Fonte: twitter.com/SpazioInter
I nerazzurri durante la rifinitura di ieri. | Fonte: twitter.com/SpazioInter

Le probabili formazioni

Sampdoria (4-3-1-2): Puggioni; Sala, Silvestre, Skirinar, Regini; Barreto, Torreira, Linetty; Bruno Fernandes; Quagliarella, Muriel. All. Giampaolo

4-2-3-1 | Fonte: footballuser.com
4-2-3-1 | Fonte: footballuser.com

Inter (4-3-3): Handanovic; Ansaldi, Murillo, Miranda, Santon; Banega, Joao Mario, Brozovic; Candreva, Icardi, Perisic. All. De Boer

4-3-3 | Fonte: footballuser.com
4-3-3 | Fonte: footballuser.com

I precedenti

Nelle ultime dieci sfide di A lo storico sorride all'Inter: sei vittorie nerazzurre a fronte di tre pareggi ed un solo trionfo blucerchiato, l'1-0 del grande ex Eder a Marassi, il 22 marzo 2015. Tanti bei ricordi per i milanesi: dal 3-2 in rimonta a san siro nel 2012 al clamoroso 0-4 del 2014, con Icardi vero mattatore, autore di una doppietta con annessa polemica verso i suoi ex-tifosi che non la presero esattamente benissimo. L'ultimo match risale allo scorso febbraio: 3-1 per l'allora squadra di Mancini a Milano.

Share on Facebook