Sassuolo, Di Francesco: "Devo valutare Acerbi, a Firenze con ottimismo"

L'allenatore dei neroverdi fa il punto della situazione prima dell'impegno di campionato contro la Fiorentina.

Sassuolo, Di Francesco: "Devo valutare Acerbi, a Firenze con ottimismo"
Eusebio Di Francesco, tg24.info

L'esperienza in Europa League è archiviata per questa stagione, un risultato sportivo importante per la società, ma che a livello di infortuni e indisponibili non ha aiutato il lavoro di Di Francesco. Preparazione anticipata, tante gare in poco tempo e l'impossibilità di lavorare con la stessa continuità degli anni passati. Tutta esperienza utile per una squadra giovane come il Sassuolo che ora potrà tornare a pensare solo al campionato. A partire da domani sera, quando ci sarà la trasferta del Franchi contro la Fiorentina di Sousa.

Un'altra toscana, dopo che con l'Empoli è arrivato un successo che mancava da qualche settimana in campionato: "E' stata una vittoria voluta, importante, ci auguriamo di continuare su questa strada, andiamo a Firenze con ottimismo, senza pensare a chi non ci sarà, deve essere uno stimolo in più per chi ci sarà a dare qualcosa in più per ottenere risultati importanti. I viola hanno una filosofia di gioco, col Palermo hanno finito con tanti attaccanti, vogliono sempre far male all'avversario. Sicuramente avere l'Europa League non aiuta. Hanno un potenziale davanti impressionante, ci sono giocatori con spiccate qualità offensive, bravissimi anche nell'uno contro uno."

Anche il Sassuolo ha qualità, ma con tanti giocatori fuori non è semplice poterla sfruttare come Di Francesco vorrebbe: "Sicuramente non ci ha fatto bene l'ultimo impegno in Europa League, abbiamo avuto qualche problemino, non avremo quasi sicuramente Missiroli, valuteremo l'entità dell'infortunio in settimana, Acerbi lo valuteremo oggi. Quindi abbiamo avuto un giorno in meno, abbiamo portato a casa una sconfitta, due gol e due infortunati." Situazione, quella dell'infermeria, che potrebbe richiedere interventi sul mercato a Gennaio: "La società mi ha assicurato che i giocatori più importanti non andranno via. Poi faremo delle valutazioni in base alla rosa e agli obiettivi che ci potranno essere, abbiamo tre partite importanti che ci potranno dire il futuro di questa squadra."

 

Calcio