Serie B - Posticipo folle al Curi: 3-3 tra Perugia e Cesena

Match pazzesco al Curi dove il Perugia va due volte in vantaggio con un'autorete di Kone ed il gol di Ricci, prima di essere ripresa e superata dal Cesena grazie alle reti di Ciano, Kone e Cocco. 3-3 finale di Forte.

Serie B - Posticipo folle al Curi: 3-3 tra Perugia e Cesena
Serie B - Posticipo folle al Curi: 3-3 tra Perugia e Cesena (Fonte foto: Corriere dello Sport)
PERUGIA
3 3
CESENA
PERUGIA: BRIGONOLI; DI CHIARA, MANCINI, VOLTA, BELMONTE, RICCI (63' ZEBLI), ACAMPORA ( 73' DEZI), BRIGHI, GUBERTI, FORTE (80' BUONAIUTO), TERRANI. ALL. BUCCHI
CESENA: AGLIARDI, PERTICONE, RIGIONE, LIGI, BALZANO, KONE, SCHIAVONE ( 89' CINELLI), LARIBI ( 46' GARRITANO), RENZETTI, RODRIGUEZ ( 46' COCCO), CIANO. ALL. CAMPLONE
SCORE: 3-3. 1-0 10' AUT. KONE, 1-1 47' CIANO, 2-1 51' RICCI, 2-2 60' KONE, 2-3 69' COCCO, 3-3 75' FORTE
ARBITRO: MARTINELLI AMMONITI: BALZANO, LIGI (C), GUBERTI, RICCI (P)
NOTE: STADIO RENATO CURI INCONTRO VALIDO PER LA 22A GIORNATA DI SERIE B

Se Perugia-Cesena non è il match dell'anno, per quanto riguarda la Serie B, poco ci manca. Al Curi le due squadre danno vita ad una partita pazzesca con il Grifone che passa al 10' con un'autorete di Kone. Nella ripresa succede di tutto, il Cesena pareggia con Ciano prima del nuovo vantaggio Umbro di Ricci, pareggiato ancora dai Romagnoli con Kone. Cocco ribalta tutto ma Forte, ad un quarto d'ora dal termine, fissa il punteggio sul 3-3 finale. Con questo pari il Perugia rimane in zona play-off mentre il Cesena resta nei bassi fondi della classifica. 

Per quanto riguarda le formazioni 4-3-3 per il Perugia con il tridente formato da Guberti, Forte e Terrani mentre il Cesena di Camplone risponde un 3-5-2 con Rodriguez e Ciano davanti.

Inizio di partita molto vivace con le due squadre che non si risparmiano, giocano a viso aperto e il risultato, infatti, si sblocca dopo dieci minuti in favore del Grifone grazie ad un calcio di punizione di Ricci, che trova la deviazione di testa del malcapitato Kone. Il Cesena non reagisce e la squadra di Bucchi sfiora il raddoppio al 15' quando un errore di Laribi consegna il pallone nei piedi di Brighi, il quale serve sulla sinistra Guberti, ma il suo tiro a giro si spegne di poco a lato.

C'è solo una squadra in campo ed è il Perugia: al 25' sfiora ancora il raddoppio con una conclusione di prima intenzione di Ricci, che raccoglie una respinta corta di Kone e calcia verso Agazzi, bravo a respingere di piede. Nel finale di tempo ci provano ancora gli umbri ma la conclusione di Volta termina alta sopra la traversa. La prima frazione si chiude con il meritato vantaggio del Perugia al cospetto di un Cesena non pervenuto. 

Camplone, non soddisfatto del primo tempo, opta per un doppio cambio nell'intervallo inserendo Cocco e Garritano per Rodriguez e Laribi. L'azzardo ha subito i suoi effetti perché al 47' una conclusione di Cocco viene sporcata da Volta, il pallone arriva sui piedi di Ciano che anticipa Belmonte e da pochi passi fulmina Brignoli, 1-1. Il pareggio Cesenate dura solo quattro minuti perchè al 51' il Perugia torna avanti: pallone a rimorchio di Forte verso l'accorrente Ricci che calcia di piatto superando Agazzi. Il match è scoppiettante e al 60' il Cesena si riporta di nuovo in parità con Kone che riceve in area di rigore, sterza su Belmonte e in diagonale salta Brignoli. 

Il Perugia si getta subito in avanti alla ricerca del nuovo vantaggio ma un tiro al volo di Brighi sorvola di poco la traversa. Il vantaggio, invece, lo trova clamorosamente il Cesena al 69' proprio con Cocco che sfrutta un cross di Balzano, anticipa Volta e con un rasoterra insacca all'altezza del primo palo, 2-3. Manco a dirlo, il vantaggio del Cesena dura poco perchè al 75' arriva il pari Umbro: traversone dalla sinistra di Guberti, Agazzi blocca il pallone in uscita, ma lo perde scontrandosi con Ligi. Forte da terra riesce a mettere in porta la sfera, 3-3 clamoroso.

Nel finale i ritmi si abbassano e le due squadre si accontentano di un pareggio folle quanto giusto: al Curi termina 3-3 il match tra Perugia e Cesena.