Spal, il sogno è vicino: le parole dei protagonisti nel post-gara

Dopo l'importante 2-1 casalingo contro il Trapani, realizzatosi grazie ad una doppietta di Mirko Antenucci e nonostante lo svantaggio iniziale targato Barillà, continua a sognare la SPAL, che ora vede seriamente vicina la promozione diretta.

Spal, il sogno è vicino: le parole dei protagonisti nel post-gara
Source photo: LaPresse

Dopo una prestazione quasi perfetta, coronata dal successo contro il Trapani che di fatto ha lanciato la sua Spal verso la promozione diretta, appare visibilmente soddisfatto mister Semplici, che ringrazia il proprio pubblico ed i ragazzi scesi in campo: "È stata una grande vittoria che ci ha visto reagire bene alle difficoltà, questo gruppo ha confermato le proprie straordinarie doti, - ha affermato ai microfoni di estense.com - ringrazio anche il pubblico che ci ha dato una grossa mano nelle difficoltà, l’unità creatasi nell’ambiente è importantissima per noi. Mirko ha fatto un gol straordinario caricandosi la squadra sulle spalle".

Menzione particolare, dunque, per l'esperto bomber, autore di una doppietta capace di scuotere i padroni di casa e di portarli con mano al successo finale. Nel post-gara, l'ex di Ternana e Leeds ha sottolineato l'abilità degli avversari, ricordando però i grandi meriti della squadra biancazzurra, sempre più al comando di questa Lega B: “Nel secondo tempo abbiamo dato tutti qualcosina di più, non solo io. Il Trapani era la squadra più dura da affrontare in questo periodo ma abbiamo meritato di vincere. Sul primo gol ho avuto fortuna a trovare la deviazione del difensore ma sul secondo mi sono capito al volo con Schiattarella”.

Grande prestazione, come al solito, anche per Andrea Costa, che non vuole però volare troppo con la fantasia, restando con i piedi per terra per costruire, giorno dopo giorno, i prossimi successi: "È sempre difficile recuperare lo svantaggio in casa, nel secondo tempo siamo stati bravi a rinfrescarci le idee ed a giocare come sappiamo. Rimaniamo comunque con i piedi per terra perché mancano sei finali al termine. Ho parlato prima con Pellissier  e si è detto impressionato dal nostro secondo tempo e dalla nostra idea di gioco”.

Nonostante la sconfitta, grandi meriti vanno, comunque, al Trapani e a mister Calori, che hanno seriamente messo in difficoltà la Spal per circa metà gara: "Si sono viste due partite oggi. Nel primo tempo siamo andati bene mentre nella ripresa ci siamo abbassati troppo. Rimango comunque contento - continua - della prestazione e della crescita dei miei ragazzi. Come sempre abbiamo giocato cercando di portare a casa il risultato, peccato per l’ingenuità sul secondo gol”.