Serie B - Il Cesena vince di rigore contro lo Spezia: decide Ciano

La squadra emiliana agguanta il quarto risultato utile consecutivo che le permette di allontanarsi sempre di più dalla zona retrocessione, mentre per gli spezzini che non pregiudica le proprie possibilità di qualificazione ai playoff.

Serie B - Il Cesena vince di rigore contro lo Spezia: decide Ciano
Camillo Ciano, attaccante Cesena. Fonte: iamnaples.it
Cesena
1 0
Spezia
Cesena: Agliardi; Perticone, Ligi, Capelli; Balzano, Garritano (Vitale, min.81), Schiavone (Laribi, min.46), Crimi, Renzetti; Cocco (Rodriguez, min.87), Ciano. A disp: Bardini, Gasperi, Panico, Falasco, Setola, Bianchini, Di Roberto, Cavallari. All. Camplone
Spezia: Chichizola; Valentini, Terzi, Ceccaroni (Pulzetti, min.71); De Col, Sciaudone, Maggiore, Djokovic, Migliore (Okereke, min.85); Piccolo, Giannetti (Fabbrini, min.63). A disp: Valentini, Crocchianti, Datkovic, Vignali, Signorelli, Errasti, Baez, Mastinu. All. Di Carlo
SCORE: 1-0, min. 53, Ciano.
ARBITRO: Davide Ghersini (ITA). Ammoniti Sciaudone (min. 19), Perticone (min. 34), Garritano (min. 45), Djokovic (min. 52), Ceccaroni (min. 69), Terzi (min. 88) Espulso Sciaudone (min. 57)
NOTE: Posticipo 36ma giornata Serie B. Stadio "Dino Manuzzi", Cesena.

Il Cesena conquista una vittoria fondamentale contro lo Spezia nel posticipo della 36ma giornata di Serie B. Ciano, con un calcio di rigore trasformato nel secondo tempo, decide una sfida dominata in lungo e in largo dai padroni di casa, i quali sono stati capaci di costruire occasioni su occasioni, mollando solamente negli ultimi dieci minuti, quando lo Spezia manca ben tre opportunità per agguantare il pareggio. Per la squadra di Di Carlo ha inciso l'espulsione ad inizio secondo tempo di Sciaudone, il quale già nella prima frazione di gioco aveva rischiato la seconda ammonizione. Una sconfitta che non cambia la posizione di classifica degli spezzini, che con una vittoria si sarebbero sicuramente avvicinati alla qualificazione ai play-offs. Per i padroni di casa invece è un successo che sta a testimoniare l'ottimo momento di forma della squadra, che si allontana sempre di più dalla zona retrocessione.

Una vittoria costruita a partire dall'11 iniziale, con Camplone che per l'occasione sceglie di far scendere in campo i suoi con il 3-5-2 con Ciano e Cocco a formare il duo d'attacco. Dall'altra parte Di Carlo preferisce schierarsi a specchio, con Piccolo e Giannetti a comporre il reparto offensivo.

La prima conclusione del match la realizza il Cesena con Ciano che calcia in porta da fuori area, ma il suo tiro termina ampiamente sul fondo. Poco dopo i padroni di casa sfiorano il vantaggio con Cocco, che riceve all'altezza dell'area piccola dopo il calcio d'angolo battuto da Ciano, ma al momento della conclusione il n.11 cesenate viene ben contrastato dalla difesa avversaria. Su capovolgimento di fronte lo Spezia si rende particolarmente pericoloso: De Col va via sulla fascia destra per poi servire a rimorchio Maggiore, il quale va alla conclusione in porta, ma il tiro del centrocampista spezzino si perde non di poco oltre la traversa.

Il Cesena torna a farsi vedere in avanti con Sciaudone che scarica palla per Balzano, il quale va al cross in area di rigore dove trova Cocco che prova la girata di testa, ma l'incornata del n.11 finisce a lato della porta avversaria. Alla mezz'ora lo Spezia va vicinissimo al vantaggio: Djokovic lancia lungo verso Piccolo, che scatta alle spalle di Ligi e va alla conclusione col mancino, ma il tiro del fantasista spezzino termina oltre la traversa. Su ribaltamento di fronte il Cesena si rende pericoloso con Balzano, che si accentra dalla fascia destra servendo poi Cocco al limite dell'area. Il centravanti cesenate viene chiuso al momento della conclusione dalla difesa avversaria, ma la palla giunge a Ciano che tira in porta di prima intenzione, con la sfera che si alza terminando la sua corsa oltre la traversa.

Al 38' gli emiliani sfiorano nuovamente il vantaggio con Ligi, che va alla conclusione dalla distanza, ma il tiro del difensore bianconero termina di poco sul fondo. Gli uomini di Camplone sono padroni del campo e continuano a rendersi pericolosi con Ciano, che s'incarica della battuta di un calcio di punizione, che viene però ribattuto da Chichizola, sulla respinta giunge Balzano che crossa per Cocco, il quale gira di testa sul fondo. Prima dell'intervallo Piccolo prova a sorprendere Agliardi con un tiro da fuori area, ma la conclusione del fantasista spezzino si perde ampiamente a lato. Il primo tempo termina dunque a reti inviolate.

La ripresa vede i padroni di casa riversati in attacco alla ricerca del vantaggio: Ciano va al cross dalla fascia sinistra trovando la sponda di Cocco, il quale serve Garritano che chiama Chichizola all'intervento miracoloso con una conclusione ravvicinata. Poco dopo l'azione si ripete con Balzano, che serve Cocco al limite, il quale gira verso Ciano che col sinistro calcia verso la porta avversaria, ma la palla termina di poco a lato. Al 53' l'episodio che sblocca la sfida: Renzetti va al cross dalla fascia sinistra, la palla sbatte sul braccio largo di Migliore e per l'arbitro è calcio di rigore. Dagli undici metri va Ciano, che non sbaglia.

Gli emiliani provano a sfruttare il momento favorevole per cercare il raddoppio con Laribi, che va via per vie centrali tentando poi la conclusione dal limite dell'area, che viene provvidenzialmente deviata in corner da Terzi. Al 57' la partita si mette ancora più in salita per gli spezzini, infatti Sciaudone, già ammonito, si rende autore di un nuovo fallo da ammonizione su Garritano lasciando così i suoi in 10. Il Cesena prova a far fruttare subito la superiorità numerica con Capelli, che su azione d'angolo svetta più in alto di Perticone e Cocco, il suo colpo di testa però termina di poco sul fondo.

Successivamente Ciano riceve palla al limite dell'area di rigore, si gira e calcia verso il primo palo, ma Chichizola non si fa sorprendere bloccando senza patemi la conclusione del n.10 avversario. Il portiere argentino dello Spezia si rende poi protagonista di un'uscita provvidenziale su Balzano. Al 70' i padroni di casa sfiorano il raddoppio con Ciano, che s'incarica della battuta di un calcio di punizione da buona posizione, ma il tiro del n.10 cesenate viene neutralizzato con un intervento in tuffo dall'estremo difensore avversario. Il Cesena continua il proprio forcing offensivo con Garritano che dal limite libera il mancino, che viene però bloccato con buoni riflessi da Chichizola.

Lo Spezia prova ad alleggerire la pressione con Piccolo, che si accentra dalla fascia destra per scaricare poi un tiro di sinistro, che deviato dalla difesa avversaria, viene raccolto senza problemi da Agliardi. Cesena clamorosamente in difficoltà nel finale di partita, infatti Piccolo semina ancora il panico nella difesa di casa, servendo poi Migliore che va al cross all'interno dell'area di rigore, la retroguardia emiliana per evitare guai spedisce la sfera in calcio d'angolo. All'86' il neoentrato Okereke sfiora il pareggio sfruttando una mischia all'interno dell'area di rigore cesenate, ma il tiro dell'attaccante nigeriano viene provvidenzialmente respinto dalla difesa avversaria.

In pieno recupero il Cesena sciupa l'occasione per realizzare il raddoppio: Laribi serve Rodriguez in campo aperto, il quale ha la possibilità di fornire un assist o allo stesso centrocampista bianconero o a Ciano, contrastati dal solo Valentini, ma l'attaccante spagnolo sbaglia tutto al momento del passaggio, favorendo la parata di Chichizola. E' l'ultima emozione del match che termina con la vittoria del Cesena per 1-0.