Serie B - Il poker del Cittadella spedisce il Pisa in Lega Pro

Gli amaranto asfaltano i toscani con il risultato di 4-1 grazie ai gol siglati da Arrighini, Vido (doppietta) e Scaglia. Inutile per i pisani il gol del momentaneo pareggio siglato da Masucci. Per la squadra di Gattuso è una sconfitta che significa Lega Pro.

Serie B - Il poker del Cittadella spedisce il Pisa in Lega Pro
Andrea Arrighini non esulta dopo il gol dell'1-0. Fonte: picenotime.it
Pisa
1 4
Cittadella
Pisa: Cardelli; Golubovic, Del Fabro, Lisuzzo, Longhi; Verna, Di Tacchio, Lazzari (Gatto, min.80); Varela (Peralta, min.83), Masucci, Mannini (Manaj, min.60). A disp: Campani, Birindelli, Angiulli, Zonta, Milanovic, Zammarini. All. Gattuso
Cittadella: Alfonso; Salvi, Scaglia, Pascali, Martin; Valzania (Paolucci, min.89), Iori, Bartolomei; Chiaretti (Schenetti, min.87); Strizzolo (Vido, min.73), Arrighini. A disp: Paleari, Benedetti, Pedrelli, Pelagatti, Pasa, Iunco. All. Venturato
SCORE: 0-1, min. 11, Arrighini. 1-1, min. 61, Masucci. 1-2, min. 78, Vido. 1-3, min. 84, Vido. 1-4, min. 95, Scaglia.
ARBITRO: Luigi Nasca (ITA). Ammoniti Bartolomei (min. 44), Martin (min. 52), Golubovic (min. 55), Valzania (min. 56), Iori (min. 69), Di Tacchio (min. 71), Pascali (min. 75), Manaj (min. 77)
NOTE: Posticipo 40ma giornata Serie B. Stadio "Arena Garibaldi", Pisa.

Il Cittadella riscatta le sconfitte con Spal e Cesena con una vittoria piuttosto convincente nel posticipo della 40ma giornata di Serie B contro il Pisa. Gli amaranto non approcciano benissimo al match, infatti i padroni di casa comandano fin da subito il gioco, ma alla prima opportunità vanno sotto a causa della rete siglata da Arrighini. Una volta sbloccata la sfida le due squadre decidono di giocarsela a viso aperto, con occasioni da una parte e dall'altra. Nonostante gli sforzi i toscani chiudono il primo tempo in svantaggio per 1-0, ma ad inizio ripresa i padroni di casa trovano immediatamente il gol del pareggio con Masucci. La rete dell'attaccante pisano incoraggia ancora di più i nerazzurri, che sfiorano più volte il 2-1 prima della doppietta di Vido. Nel finale Scaglia completa il tabellino. Una vittoria che permette agli amaranto di credere ancora nei play-off, mentre il Pisa saluta definitivamente la Serie B.

Un successo ricercato da Venturato già a partire dall'undici iniziale formato per l'occasione da Chiaretti nel ruolo di trequartista con Strizzolo ed Arrighini a comporre il reparto d'attacco nel 4-3-1-2 dei veneti. Gattuso invece per tentare l'impresa si è affidato al 4-3-3 con Mannini, Masucci e Varela a formare il trio offensivo.

Il Pisa parte subito all'attacco con Di Tacchio, che approfitta di un errore di Iori nella propria metà campo per concludere in porta, ma il suo tiro non impensierisce Alfonso, infatti la palla termina a lato della porta avversaria. Alla prima occasione il Cittadella passa in vantaggio: Salvi serve Arrighini, che aggira Del Fabro e calcia in porta, Cardelli si distende ma non può nulla sul diagonale dell'attaccante amaranto. I padroni di casa abbozzano una reazione con Masucci, che controlla un pallone al limite dell'area avversaria e tira in porta, ma la sua conclusione si perde ben oltre la traversa. 

Alla mezz'ora i toscani vanno vicini al pareggio: Di Tacchio s'incarica della battuta di un calcio d'angolo, la palla viene allontanata di pugno da Alfonso, il quale favorisce la sforbiciata di Masucci, che viene respinta di testa da Iori. Il Cittadella prova a colpire in contropiede con Valzania, che allarga il gioco per Bartolomei, il quale poi serve Arrighini, che calcia in porta, ma la palla termina abbondantemente sul fondo. Al 40' il Pisa va nuovamente vicino all'1-1: Verna controlla un pallone di petto all'interno dell'area di rigore avversaria e va alla conclusione, ma il suo tiro viene provvidenzialmente deviato in angolo da Valzania.

Subito dopo Varela recupera un buon pallone su Chiaretti e va al tiro, ma la sua conclusione viene disinnescata senza troppi problemi da Alfonso. Allo scadere della prima frazione di gioco il Pisa pareggia, ma il gol viene annullato dal direttore di gara per fuorigioco di Verna, che aveva finalizzato l'ottima spizzata di testa di Masucci su calcio di punizione battuto da Longhi. Il primo tempo termina quindi con il Cittadella avanti per 1-0, grazie al gol siglato all'11' da Arrighini.

Il secondo tempo si apre con il Pisa riversato in attacco alla ricerca del pareggio: Masucci stoppa un pallone ai 16 metri e prova la conclusione in porta, ma il suo destro viene murato da Scaglia, la palla giunge a Mannini che tenta il tiro al volo, ma la conclusione del n.7 pisano termina ben oltre la traversa. Al 61' i padroni di casa trovano il meritato pareggio: Masucci parte da centrocampo e scambia con Lores Varela, una volta giunto al limite dell'area di rigore avversaria lascia partire una conclusione imparabile per l'estremo difensore avversario.

I pisani provano a sfruttare il momento favorevole per cercare il gol del vantaggio: Manaj viene servito in profondità ed una volta giunto davanti ad Alfonso calcia in porta, ma l'estremo difensore avversario si fa trovare pronto nella parata, la palla però giunge a Lores Varela che tira al volo, ma il pallone termina ben oltre la traversa. Il Pisa continua a spingere con Masucci, che allarga il gioco per Lores Varela, il quale va alla conclusione, ma il suo tiro si perde ben lontano dai pali della porta avversaria. Al 70' toscani vicinissimi al 2-1: Manaj prova la conclusione dalla distanza costringendo Alfonso all'intervento in tuffo, con il quale evita la capitolazione.

Poco dopo il portiere del Cittadella è costretto a ripetersi sul tiro da fuori area di Di Tacchio. Al 79' i veneti ripassano sorprendentemente in vantaggio: Lisuzzo perde una palla sanguinosa all'altezza della propria area di rigore, ne approfitta Chiaretti che serve Vido, il quale supera Cardelli con un perfetto diagonale. A questo punto il Cittadella prova a rimpinguare il proprio bottino e ci va vicino all'82' con Valzania, che stacca bene di testa su cross di Arrighini, ma l'incornata del centrocampista amaranto termina di poco oltre la traversa. E' il preludio al gol che arriva appena un minuto dopo: Vido aggancia un pallone all'interno dell'area di rigore avversaria, salta Golubovic e calcia sul primo palo sorprendendo Cardelli.

Il Pisa, nonostante il passivo, continua ad attaccare con Peralta che serve in profondità Manaj, il quale supera Alfonso con un pallonetto, ma la conclusione dell'attaccante nerazzurro viene respinta sulla linea di porta da Pascali. Poco dopo il difensore amaranto si deve nuovamente superare sulla conclusione dalla distanza di Di Tacchio. Il Pisa cerca insistentemente il gol del 2-3 e lo sfiora al 94' con Masucci, che stacca bene di testa su cross dalla sinistra di Longhi, ma l'incornata del n.38 pisano viene neutralizzata con ottima reattività da Alfonso. Su capovolgimento di fronte Schenetti prova a sorprendere Cardelli con una conclusione dalla distanza, ma il tiro del centrocampista amaranto viene respinto con grandi riflessi dall'estremo difensore avversario.

Sul calcio d'angolo successivo il Cittadella trova il gol del 4-1 con Scaglia, che anticipa di testa Di Tacchio e batte Cardelli. E' l'ultima emozione del match, che termina con la vittoria dei veneti per 4-1 e la conseguente retrocessione del Pisa in Lega Pro.

Calcio