Serie B, la disperata corsa salvezza

Sono coinvolte ancora 8 squadre: a Pro Vercelli e Cesena basta un punto, al Vicenza serve un miracolo.

Serie B, la disperata corsa salvezza
Serie B, la disperata corsa salvezza | www.albarsport.com

A due turni dal termine del campionato di Serie B, ci sono ancora diversi verdetti da emettere, soprattutto per quanto riguarda la zona bassa della classifica. Latina e Pisa sono matematicamente retrocesse in Lega Pro e resta da decidere chi le seguirà direttamente e chi avrà la chance di salvarsi attraverso i play-out. Al momento, il Vicenza sarebbe la terza a salutare il campionato cadetto con 41 punti, mentre Ternana e Trapani, rispettivamente a quota 43 e 44, disputerebbero lo spareggio, con l’Avellino prima squadra salva.

Però, con 6 punti ancora a disposizione, può succedere di tutto ed a questa corsa partecipano 8 squadre. Il Cesena – 49 punti – e la Pro Vercelli – 48 punti – sono le più avvantaggiate, perché basta un pareggio ad entrambe per essere aritmeticamente al sicuro - i bianconeri affronteranno nelle ultime due giornate il Trapani ed il Verona, mentre i piemontesi giocano contro Brescia e Frosinone.

A quota 46 punti ci sono tre club: Ascoli, Brescia ed Avellino. I bianconeri saranno di scena a Bari domenica pomeriggio per poi concludere al Del Duca contro la Ternana in un match fondamentale; le Rondinelle faranno visita alla Pro Vercelli e riceveranno il Trapani all’ultima, altra partita drammatica; l’Avellino invece si gioca le sue ultime carte contro Salernitana all’Arechi e Latina al Partenio – agli irpini sono stati inflitti 3 punti di penalizzazione, ma il 19 maggio la Corte Federale emetterà la sentenza in merito al ricorso presentato dai lupi sul caso calcioscommesse. Tutte e tre hanno bisogno di almeno 4 punti ed in caso di un arrivo in coabitazione sarà necessario districarsi in una serie di conti sulla classifica avulsa.

Il Trapani, ora a 44, se vincesse entrambe le ultime gare sarebbe sicuramente salvo: la prima sarà con il Cesena in casa, mentre l’ultima, a Brescia, equivarrà ad una finale; per la Ternana, un punto più sotto, è quasi impossibile la salvezza diretta: gli ultimi due impegni sono contro SPAL ed Ascoli e Liverani dovrà sperare nelle cadute di chi sta davanti. Ancora peggio sta il Vicenza: con Cittadella e Spezia sono obbligatorie due vittorie, ma anche con 6 punti i biancorossi sono costretti a tifare contro le avversarie in questa corsa – negli scontri diretti gli uomini di Torrente sono in svantaggio con tutte.

Calcio