Sassuolo, parla Iemmello: "Ho lavorato duro per arrivare dove sono ora"

Il centravanti neroverde si gode la splendida doppietta realizzata contro l'Inter.

Sassuolo, parla Iemmello: "Ho lavorato duro per arrivare dove sono ora"
Sassuolo, parla Iemmello: "Ho lavorato duro per arrivare dove sono ora"

All'esordio in Serie A da titolare, subito doppietta, per altro al Meazza, non uno stadio qualsiasi. Insomma, un bellissimo periodo per Pietro Iemmello, che se lo gode tutto, sperando sia solo l'inizio di una brllante, lucente carriera: "“E’ stata una settimana diversa, è normale che qualsiasi giocatore, soprattutto un attaccante, dopo aver fatto gol, abbia un piglio e un feeling diverso, non è solo una questione di testa”. Dopo qualche mese di apprendistato, il tecnico Eusebio Di Francesco ha iniziato ad offrire sempre più minuti in campo all'ex attaccante della Pro Vercelli. Ora, il tridente neroverde, sembra essere sempre più l'habitat naturale del centravanti: "Quando sono venuto qui sapevo la strada che avrei dovuto fare, ho pensato ad allenarmi e a non mollare mai, i risultati sarebbero arrivati e arriveranno spero anche in un futuro prossimo. La Serie A è totalmente diversa dalle altre categorie, molto più competitiva, bisogna avere le spalle larghe per farsi valere".

Iemmello ha firmato un quinquiennale con i neroverdi, dunque il futuro è a tinte neroverdi: "Si, io ho firmato per cinque anni con la società del patron Squinzi, quindi ovvio che mi piacerebbe rimanere, anche perchè qui c'è progettualità, si fanno le cose per bene, con raziocinio. Affronto queste ultime due partite e poi valuterò. Giudicheranno la società e lo staff tecnico, il mio obiettivo è essere sempre pronto e farmi trovare al meglio. Darò sempre il massimo per questa maglia, per questa società, che ha creduto fortemente in me". Poi, interrogato sull'attuale stagione del Sassuolo, sottolinea: "“E’ stato un anno un po’ particolare, se non difficile. L’Europa League è stata una novità per tutti, anche solo per abituarsi ai ritmi e quindi giocare più volte in una settimana. Poi ci sono per tutte le squadre annate positive e negative e credo che questa sia stata un’annata sfortunata. Abbiamo pagato a caro prezzo anche i tanti infortuni. Però, stiamo concludendo in crescendo la stagione, il vero Sassuolo è quello visto all'opera negli ultimi due mesi".

Fino ad ora, sono quattro i gol realizzati da Iemmello in stagione. Ha segnato al Crotone da catanzarese, alla Fiorentina da ex, ed all’Inter da tifoso nerazzurro. E' un caso? L'attaccante ci scherza su: "Strano, ma vero. Vi dico che ho parenti cagliaritani, quindi domenica contro i sardi mi prenoto per un'altra doppietta (sorride)". Si susseguono sempre di più le voci di un possibile, a questo punto probabile, avvicendamento in panchina, con Di Francesco ormai ai saluti. Voci, indiscrezioni, che non stanno minando la tranquillità del gruppo. Iemmello dice la sua: "C’erano anche l’anno scorso e lo spogliatoio ha raggiunto un obiettivo importante nelle ultime partite, non sono voci che creano scompiglio, ma solo chiacchiere senza nulla di concreto dietro".

Calcio