Serie B: Chibsah goleador, Benevento batte Perugia e vede la finale playoff (1-0)

In una gara intensa e ricca di emozioni, prezioso successo del Benevento, che grazie a Chibsah mette alle corde un Perugia costretto al successo nella sfida di ritorno. Buona prova dei campani, che "vedono" la finale playoff.

Serie B: Chibsah goleador, Benevento batte Perugia e vede la finale playoff (1-0)
Source photo: LaPresse.it
BENEVENTO
1 0
PERUGIA
BENEVENTO: Cragno; Gyamfi, Camporese, Lucioni, Lopez (Pezzi, min. 87); Chibsah, Viola, Eramo; Falco (Melara, min. 64), Ceravolo (Del Pinto, min. 90+1), Puscas.
PERUGIA: Brignoli; Del Prete, Volta, Mancini, Di Chiara; Brighi, Gnahoré (Ricci min. 81), Dezi; Mustacchio (Nicastro min. 68), Di Carmine, Terrani (Guberti, min. 83). Melara (min. 89)
SCORE: 1-0, min. 60, Chibsah.
ARBITRO: Claudio La Penna (ITA). Ammoniti: Mancini (min. 39), Falco (min. 53), Gyamfi (min. 63), Volta (min. 65)
NOTE: Stadio Vigorito, gara valida per il playoff di Lega B 2016/17.

Vittoria fondamentale, per il Benevento di Baroni, che grazie al successo casalingo contro il Perugia indirizza positivamente la propria semifinale playoff. Dopo un primo tempo intenso ed accesosi al 10' a causa di un goal annullato a Di Carmine, i campani si destano nella ripresa, trovando il vantaggio all'ora di gioco grazie a Chibsah. Proteggendo il prezioso 1-0, i giallorossi fissano il risultato, prendendosi il primo dei due match che li potrebbe avvicinare ancor di più al sogno chiamato Serie A

Padroni di casa che scendono in campo adottando il 4-3-3: davanti a Cragno, difesa a quattro composta da Gyamfi, Camporese, Lucioni e Lopez. Chibsah ed Eramo al centro, piazzati mezz'ali e a protezione del mediano Viola. In avanti, ai lati di Ceravolo, Puscas e Falco. Stessa disposizione tattica, poi, per gli ospiti, che si affidano a Di Carmine in avanti, affiancato da Mustacchio e Terrani. Brignoli in porta, con il duo Volta-Mancini in difesa. Nella zona centrale del campo, Gnahoré, con Brighi e Dezi ai lati. Completano l'undici di Bucchi, i terzini Del Prete e Di Chiara.

Primo tempo davvero molto intenso, con Benevento e Perugia che alzano subito i ritmi, rendendosi pericolosi fin dai primi minuti. Al 2' girata mancina di Di Carmine respinta da Camporese, due minuti dopo è invece miracoloso l'intervento di Brignoli, che ipnotizza Ceravolo a tu per tu con il bomber avversario. Al minuto numero 6, inoltre, sfiora il miracolo Viola, che direttamente da corner costringe il portiere umbro alla respinta. Affatto sonnolenti, i perugini attendono il momento giusto e, al 10', potrebbero esultare grazie a Di Carmine, che tocca in rete un pallone sporcato da Dezi. Vibranti nell'occasione le proteste degli Stregoni, con La Penna che annulla, correggendo il tiro e fischiando una giusta posizione di offside per il giocatore ospite.

Superata la paura, il Benevento si riassesta, evitando di scoprirsi e di lasciare, ai veloci esterni umbri, ampi spazi di campo. Il Perugia tiene però bene la posizione, rendendosi pericoloso ogni qualvolta si affaccia dalle parti di Cragno. Al 22', infatti, il portiere ex Cagliari deve superarsi, sventando un'involontaria deviazione di Eramo su un cross di Dezi. E' comunque un buon Benevento, quello messo da Baroni, che nonostante un'attitudine difensiva non perfetta si conferma pungente in avanti, come conferma il tentativo di Falco che, al minuto numero ventiquattro, costringe Brignoli alla respinta in tuffo. L'emozionante prima frazione si chiude con una buona chance vanificata da Di Carmine, il quale manca l'impatto con il pallone propostogli da Del Prete

Seconda frazione che vede le due squadre di nuovo intenzionate a segnare subito, come se l'intervallo non ci fosse stato. Al 51' umbri pericolosi con Dezi, la cui ribattuta al volo non preoccupa Cragno. cinque minuti dopo, invece, è Lucioni a murare l'ennesima conclusione numero undici. Destatisi, i campani si scuotono all'ora di gioco, quando è Ceravolo a mandare alto, non sfruttando un errore di Brignoli, che si lascia scivolare il pallone dalle mani. Poco male, comunque, per gli Stregoni, che appena un minuto dopo passano clamorosamente in vantaggio, tramutando in oro il secondo errore della difesa umbra. Il portiere ospite, infatti, nel rinviare basso verso Gnahoré, che facendosi rubar palla da Chibash consente all'avversario di concludere indisturbato. 

La marcatura subita desta il Perugia, che già al 62' potrebbe segnare grazie a Del Prete, il cui tiro termina di poco fuori. Agguantato il prezioso vantaggio, il Benevento abbassa il proprio baricentro, cedendo al Perugia l'inerzia del match. Al minuto numero sessantanove, tiro lontanissimo di Del Prete, che non trova lo specchio della porta. Nella seconda parte di frazione, al 79' è invece Ceravolo a battere nuovamente un colpo, concludendo violentemente ma trovando un Brignoli attento nel respingere. Un minuto dopo, tiro violento di Dezi, murato da Gyamfi. All'86', durante il prevedibile assedio umbro, cross di Di Chiara, Lopez svetta e sventa. Succede poco altro, fino al triplice fischio, con il Benevento che si porta a casa un successo importante ai fini del discorso playoff. Migliore in campo per i padroni di casa, Ceravolo. Per gli ospiti in evidenza Brignoli. 


Share on Facebook