Crotone: De Ceglie e Chochev nel mirino, piace Grassi

I calabresi provano a rinforzare la rosa, sondando il terreno per colpi esperti e rodati. Le ultime dai rossoblu.

Crotone: De Ceglie e Chochev nel mirino, piace Grassi
Source photo: palermocalcio.it

Il Crotone lavora sotto traccia, cercando colpi per rinforzare una rosa confermatasi, nonostante lo sprint finale, abbastanza inadatta per puntare serenamente alla salvezza. Primo obiettivo della società calabrese, dunque, quello di sondare il mercato alla ricerca di atleti talentuosi e tatticamente pronti. Il primo nome sulla lista del ds Ursino è quello di Alberto Grassi, giovane centrocampista di proprietà del Napoli che ha mostrato lampi di buon calcio con l'Atalanta, squadra che ha scommesso su di lui proprio durante i primi giorni sotto il Vesuvio. 

"Abbiamo avuto un contratto con il procuratore di Grassi - ha detto il Direttore Sportivo crotonese a Radio Kiss Kiss Napoli - ora dovrò parlarne con Nicola e poi contattare il Napoli". Ad Ursino, poi, fa eco l'agente del ragazzo, Mario Giuffrida: "Grassi al Crotone? I calabresi lo hanno chiesto, ma stiamo valutando anche altre possibilità. Chievo? Sì, ci sono anche loro". Sempre in ottica di dichiarazioni, molto felice Ante Budimir, che durante la sua presentazione alla stampa non ha nascosto la felicità di tornare: "Questa è la mia casa, sono molto contento di essere tornato qua, voglio ringraziare tutti, dal presidente al mister, questa è una grande opportunità per me. Non ho paura, darò il massimo per questa squadra".

In ottica mercato, piace moltissimo Paolo De Ceglie, in uscita dalla Juventus dopo una lunga parentesi poco felice con i bianconeri, puntellata da vari prestiti e poche soddisfazioni personali. L'esterno valdostano, che la settimana scorsa ha rescisso il contratto con i bianconeri, è pronto a ripartire dalla Calabria, portando esperienza e mentalità vincente appresa a Torino. Sondato, poi, Chochev, che con il Palermo ha giocato trenta sfide in serie A. Giovane ma già rodato per i nostro calcio, il bulgaro ha ampi margini di crescita, soprattutto sotto la guida di Davide Nicola

Calcio