Benevento, oggi prima amichevole. Di Chiara si presenta: "Qui una tifoseria incredibile"

I sanniti scenderanno in campo alle 17.30 contro i dilettanti del Faro Gaggio.

Benevento, oggi prima amichevole. Di Chiara si presenta: "Qui una tifoseria incredibile"
Il Benevento nel ritiro di Sestola

Dopo la prima fase di lavoro a Sestola, per il Benevento è tempo di sostenere la prima amichevole stagionale. Questo pomeriggio, alle ore 17.30, i giallorossi affronteranno la squadra dilettantistica del Faro Gaggio, test per nulla probante ma che servirà all'allenatore Marco Baroni per testare a che punto è la fase preparatoria della squadra e provare in campo i dettami tattici sui quali si è lavorato in questi giorni. 

L'allenatore, ovviamente, partirà col suo 4-4-2. Belec sarà impiegato tra i pali, mentre la coppia centrale difensiva più provata è stata quella composta da Lucioni e Costa. Sulle corsie esterne a destra ci sarà probabilmente Venuti, ma con Gyamfi pronto a subentrargli a gara in corso. A sinistra dovrebbe partire Letizia, ma l'ultimo arrivato, Di Chiara, potrebbe anche giocare uno spicciolo di partita nella seconda parte della sfida. A centrocampo, gli esterni alti potrebbero essere Eramo da una parte e Lopez dall'altra, con quest'ultimo che è stato provato, nei giorni scorsi, in una zona del campo nuova rispetto a dove era solito operare. Al centro, assente Chibsah che sta recuperando velocemente la condizione, la coppia più provata è stata quella con Viola e Del Pinto. In attacco ci sarà Ceravolo, il quale dovrebbe affiancare il nuovo arrivato Coda, dato che Puscas, al momento, non gode di una buona condizione fisica.

Intanto, Gianluca Di Chiara, l'ultimo acquisto del Benevento, ha raggiunto il ritiro di Sestola e ieri è stato ufficialmente presentato alla stampa. Ecco le sue prime parole in giallorosso ai microfoni di Ottochannel: "I miei compagni mi hanno accolto molto bene. Questa squadra ha meritato ampiamente la serie A e sono molto contento di essere qui. Adesso lavoro sodo per mettermi a disposizione del mister, in modo da entrare velocemente nei meccanismi della squadra. Ringrazio il presidente perché è merito suo se sono qui. Sono al settimo cielo, a Benevento si respira grande calcio, la tifoseria è calda, è incredibile. L'ho sempre vista da avversario e oggi posso godermela in prima persona visto che giocherò al Vigorito e sono certo che vivrò una grande emozione. Per ciò che riguarda le mie caratteristiche tecniche, sono un terzino sinistro, ma sono in grado di attaccare e quindi ricoprire gran parte della fascia di competenza".

 

 

Calcio