Star Sixes, la Francia vince il torneo battendo la Danimarca. Spagna esagerata contro il Brasile

La Francia vince 2-1 contro la Danimarca e si aggiudica la prima edizione della Star Sixes. La Spagna, invece, strapazza il Brasile per 11-3 sotto i colpi di un Morientes a dir poco spettacolare.

Star Sixes, la Francia vince il torneo battendo la Danimarca. Spagna esagerata contro il Brasile
Mirror

Al via le finali della Star Sixes, competizione che ha offerto spettacolo e sorprese. Questa sera in campo scenderanno Spagna-Brasile per una meravigliosa Finale 3-4 posto, poco più tardi sarà il turno di Francia-Danimarca, autentica rivelazione che ha domato la Seleçao di Rivaldo e compagni.

SPAGNA 11 - 3 BRASILE

Avvio deciso della Spagna che si porta in vantaggio con Salgado, vero e autentico bomber di questa competizione. E' stato autore di un tocco da biliardo da posizione defilata che non ha lasciato scampo a Dida. Sicuri che sia spagnolo al 100%? Il Brasile si affaccia, e Amaral riacciuffa il match con una conclusione rasoterra che passa sotto le gambe dell'estremo difensore spagnolo. Poco più tardi è ancora una volta la Spagna a riportarsi in vantaggio con Morientes, bravo a liberarsi e a calciare come ai tempi d'oro. Che partita spettacolare, due squadre meravigliose con un mix di Barcellona-Real Madrid degli anni '90. E' sempre Spagna, questa volta con Luis Garcia che ruba palla a Rivaldo e buca Dida per il 3-1, ma il fantasista brasiliano si è lasciato un po' troppo ingolosire dal suo classico gioco di suola. Spettacolo Roja e brasiliani in bambola: Capdevila firma il 4-1 con un tocco morbido. Nella ripresa la storia non cambia: assist meraviglioso di Morientes e Salgado fa doppietta. La Spagna non si ferma, e Morientes firma la sua personale doppietta portando il risultato sul 6-1. Doppietta anche per Capdevila che perfora Dida con un colpo di testa da distanza ravvicinata. Spettacolo Spagna, ancora una volta dal tandem Morientes-Salgado: assist dell'attaccante e goal del laterale ex Real Madrid. Il Brasile si affaccia e trova il goal dell'8-2 con Julio Baptista. C'è spazio anche per Marcena, che da distanza ravvicinata mette a segno il 9-2. Nel finale ci pensa Djamiga a mettere a segno il 9-3, ma la Spagna troverà ugualmente il 10-3 perchè Dida non è impeccabile nel respingere il tiro di Morientes, autore anche di un tocco morbido per un rocambolesco 11-3 finale.

FRANCIA 2 - 1 DANIMARCA

La Francia si porta subito in vantaggio con Giuly, bravo a farsi trovare pronto dopo una dormita dell'estremo difensore danese che non ha bloccato la giocata di Abidal. Poco più tardi arriva il pareggio della Danimarca con Jensen, rapace e preciso a raccogliere un grande assist di Martin Jorgensen. Partita divertente come sempre, ma nella prima frazione domina l'equilibrio. Hofmann si sta rivelando una vera e propria saracinesca: nel primo tempo ha fermato Pires con una parata a mano aperta, e nella ripresa su Giuly e Djorkaeff. A 46 anni è ancora lucidissimo. A pochi minuti dalla fine è proprio l'ex interista a portare la sua squadra nuovamente in vantaggio con un destro angolato che, questa volta, non lascia scampo al portiere danese. Nel finale ci prova la Danimarca con tanta volontà, ma i francesi tengono bene e portano a casa la coppa. Vittoria meritata, la Francia si è dimostrata e confermata la squadra più forte.


Share on Facebook