Sassuolo: Marchizza e Frattesi, muro per Duncan

I due giovani prospetti, di proprietà della Roma, sono pronti a dire la loro, muro contro muro per Duncan, sondato dall'Inter.

Sassuolo: Marchizza e Frattesi, muro per Duncan
Source photo: gazzamercato.it

Importanti e positive le parole di Riccardo Marchizza, finito in prestito al Sassuolo dalla Roma: "Lasciare la squadra dove sei cresciuto non è facile - ha detto il giovane centrale in esclusiva a Sassuolo Channel - ma noi siamo stati fortunati perché abbiamo trovato un gruppo di ragazzi che ci hanno aiutato. Lo Scudetto con la Primavera l’ho vinto al Mapei Stadium, per cui di quel campo ho un ottimo ricordo, vincere in uno stadio di Serie A è stata una gran emozione. Questa credo sia la squadre ideale per un giovane che esce dalle giovanili, è una grande occasione che sfrutterò al massimo".

Sulla stessa lunghezza d'onda, Davide Frattesi, centrocampista centrale classe '99 di proprietà della società capitolina: "Gli allenamenti sono tosti ma i compagni ci aiutano molto. - ha sottolineato all'emittente neroverde -  Sono molto contento di essere qua. Sono passato alla Roma tre anni fa, ho fatto due stagioni con gli Allievi Nazionali e una con la Primavera e in giallorosso  ho  vinto uno Scudetto, una  Coppa Italia una  la Super Coppa. Quest’anno proprio al Mapei Stadium, con la Primavera abbiamo perso la semifinale per lo Scudetto contro l’Inter, spero che il trend si inverta. Per quanto riguarda la Nazionale, quest’anno ho giocato l’Europeo Under 19".

Sul mercato, è tempo di cessioni, per il club di patron Squinzi. Definito ormai il trasferimento di Gregoire Defrel alla Roma, i neroverdi stanno resistendo alle avances dell'Inter per Alfred Duncan, obiettivo di riserva dopo il rinnovo romano di Radja Nainggolan. Giocatore giovane e di prospettiva, Duncan dovrebbe però restare in neroverde, data la sua importanza per lo scacchiere tattico di Cristian Bucchi. Cedere anche il ragazzo nato calcisticamente nell'Inter, infatti, potrebbe scuotere un ambiente ancora quiescente a causa della mancanza di acquisti di spessore. Il rientro di Falcinelli, ancora incerto del posto, non ha infatti entusiasmato la folla, che attendono tasselli importanti e tecnicamente validi.  


Share on Facebook