Calendario Serie A 17/18, tutto quello che c'è da sapere

Dopo il mercato, l'attenzione in estate si riversa sulla nascita del nuovo campionato, con la compilazione del calendario di Serie A 17/18.

Calendario Serie A 17/18, tutto quello che c'è da sapere
Calendario Serie A 17/18, tutto quello che c'è da sapere

Alle 19 di oggi inizieremo a conoscere la nuova Serie A 2017/2018, con le maggiori squadre che vanno alla caccia della Juventus Campione d'Italia in carica e ad oggi ancora in pole per la vittoria finale. Un campionato che potrebbe riservarci delle sorprese come successo l'anno scorso con Atalanta e Lazio e che ai nastri di partenza si presenta con due società cinesi e con una neo-promossa alla prima esperienza nel massimo campionato italiano. Tante le novità e le curiosità, che conosciamo insieme di seguito.

Le date e gli orari

Partiamo conoscendo le date del nuovo campionato. Il 20 Agosto il fischio d'inizio con la prima giornata che non è stata anticipata al 13 Agosto per favorire la Nazionale Italiana, impegnata il 3 Settembre con la Spagna in una gara valida per le qualificazioni ai mondiali. Le prime novità si presentano già qui: come succede da tempo in Inghilterra, anche in Italia arrivano gli impegni il 23 e il 30 Dicembre facendo slittare la sosta dopo il turno dell'Epifania, durerà fino al 21 Gennaio quando si riprenderà fino alla linea d'arrivo fissata al 20 Maggio. Otto mesi di campionato intervallati da 5 soste dovute alle nazionali, il 3 Settembre, l'8 Ottobre, il 12 Novembre, il 25 Marzo e, appunto, il 14 Gennaio. Tre i turni infrastrutture, Mercoledì 20 Settembre, Mercoledì 25 Ottobre e Mercoledì 18 Aprile.

Novità anche negli orari che varieranno rispetto al solito. In campo il Sabato alle 15, alle 18 e alle 20.45, come è sempre stato. La Domenica in campo alle 12.30, alle 15, alle 18 e alle 20.45. I Monday Night anticipati di mezz'ora con calcio d'inizio alle 20.30.

La corsa all'Europa

Cambia la zona Europea nel nostro campionato. Dalla stagione 2017-18, i posti disponibili per l'ingresso  alla Champions League saranno 4, di cui 3 con l'accesso diretto è una che dovrà giocare i preliminari di Agosto per entrare a far parte della fase a gironi. Zona europea che viene allungata fino al 7º posto, con 3 posti disponibili per l'Europa League di cui 2 con accesso diretto e uno con l'obbligo dei preliminari. Il numero massimo di italiane nelle coppe europee sale quindi a 7, tra Champions ed Europa League. 

I criteri di compilazione

Due i punti presenti nel comunicato della Serie A con l'illustrazione dei criteri di compilazione del calendario 17/18 della Serie A.

1. Nella costruzione delle sequenze di incontri in casa e in trasferta si tiene conto dei seguenti criteri:

a) nelle ultime quattro giornate le gare in casa sono perfettamente alternate a quelle in trasferta;
b) non vi possono essere più di due coppie di incontri consecutivi in casa e/o in trasferta per girone;
c) nel caso in cui vi siano due coppie di incontri consecutivi in casa e/o in trasferta, una coppia di incontri deve necessariamente essere in casa e l’altra in trasferta;
d) è prevista alternanza assoluta degli incontri in casa ed in trasferta per le seguenti coppie di Società:

BOLOGNA - SPAL
CHIEVOVERONA - HELLAS VERONA
GENOA - SAMPDORIA
INTER - MILAN
JUVENTUS - TORINO
LAZIO - ROMA

e) in tutti i casi in cui ciò è stato possibile, si è tenuto conto delle situazioni di indisponibilità del campo e/o di concomitanza con altri eventi cittadini di speciale rilevanza (vedi scheda allegata: “segnalazioni delle Società o dell’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive del Ministero dell’Interno”);
f) nelle città che presentano due Società che condividono lo stesso stadio (Genova, Milano, Roma e Verona), l’ordine di esordio in casa è invertito rispetto al Campionato 2016/2017;
g) le Società che, nel Campionato di Serie A TIM 2016/2017, hanno disputato fuori casa l’ultima gara giocano in casa l’ultima partita.

2. Nella costruzione degli abbinamenti delle società al fine di determinare i singoli incontri si sono seguiti i seguenti criteri:

a) nei turni infrasettimanali non sono possibili incontri tra le Società Inter, Juventus, Milan, Napoli e Roma, né i derby cittadini di Genova, Milano, Roma, Torino e Verona;
b) i derby cittadini di Genova, Milano, Roma, Torino e Verona non sono possibili né alla prima né all’ultima giornata e si effettuano in giornate diverse fra loro;
c) salvo quanto indicato al punto b) che precede, tutte le Società possono incontrarsi anche alla prima o all’ultima giornata (Possibili incroci tra i 5 top club italiani);
d) non vi può essere alcun incontro ripetuto (stessa partita alla stessa giornata, con lo stesso ordine casa/trasferta) rispetto al Calendario 2016/2017;
e) nella prima giornata non possono incontrarsi tra loro, indipendentemente dall’ordine casa/trasferta, Società che si sono già incontrate nella prima giornata dei Campionati 2015/2016 o 2016/2017;
f) nell’ultima giornata non possono incontrarsi tra loro, indipendentemente dall’ordine casa/trasferta, società che si sono già incontrate nell’ultima giornata dei Campionati  2015/2016 o 2016/2017;
g) le Società partecipanti alla UEFA Champions League (Juventus, Napoli e Roma) non incontrano le Società partecipanti alla UEFA Europa League (Atalanta, Lazio e Milan) nelle giornate poste tra un turno di UEFA Europa League e un turno successivo di UEFA Champions League (6ª, 9ª, 12ª e 16ª giornata);
h) le Società partecipanti ai turni preliminari e/o ai Play-Off della UEFA Champions League (Napoli) e della UEFA Europa League (Milan) non si incontrano tra loro nella 1ª giornata.

Segnalazioni delle Società o dell’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive del Ministero dell’Interno:

ATALANTA: fuori casa il 15 ottobre 2017 per concomitanza con altro evento cittadino (riunione Ministri dell’Agricoltura G7).
BOLOGNA: fuori casa il 1 ottobre 2017 per concomitanza con altro evento cittadino (Visita Santo Padre).
CAGLIARI: fuori casa il 20 e 27 agosto 2017 per indisponibilità dello stadio (lavori di adeguamento).
FIORENTINA: fuori casa il 19 novembre 2017 per concomitanza con altro evento cittadino (Incontro nazionale Italiana di Rugby); fuori casa il 26 novembre 2017 per concomitanza con altro evento cittadino (Firenze Marathon).
JUVENTUS: fuori casa il 1 ottobre 2017 per concomitanza con altro evento cittadino (riunione Ministri del Lavoro G7).
NAPOLI: fuori casa il 4 febbraio 2018 per concomitanza con altro evento cittadino (Oltremare Half Marathon).
SPAL: fuori casa il 20 agosto 2017 per indisponibilità dello stadio (lavori di adeguamento).
TORINO: fuori casa il 10 settembre 2017 per concomitanza con altro evento cittadino (The Color Run e convention internazionale).

Le Curiosità

Il campionato di Serie A 17/18 è il numero 88 da quando è stato disputato il primo campionato a girone unico nel 1929-1930, mentre la Lega Serie A spegne 71 candeline dopo l'instituzione a Rapallo nel '46 ed è il 72º campionato organizzato dalla Lega. Tante le richieste di tornare a 18 squadre, ma il campionato pronto a partire è il 19º a 20 squadre. Sono 104 gli scudetti presenti ai nastri di partenza con 13 squadre su 16 con almeno un titolo di campione d'Italia presenti all'avvio. Le tre società con il maggior numero di scudetti sono la Juventus (33), l'Inter (18) e il Milan (18). 11 le regioni rappresentate dalle 20 squadre di A con 5 Derby presenti nel calendario.

Curiosità squadra per squadra

Atalanta - Detiene il record assoluto di promozioni in A e di campionati fa i club che non hanno mai vinto uno Scudetto; il 4º posto dello scorso anno è stato il miglior piazzamento di sempre per la Dea.

Benevento - Prima partecipazione in Serie A per i giallorossi che arriva dopo due promozioni di fila.

Bologna - 7 i campionati vinti dai rossoblu sui 70 giocati con girone unico.

Cagliari - 38ª stagione in Serie A, con Gigi Riva capocannoniere dei sardi in Serie A con 156 gol.

ChievoVerona - Dal 2000-01 i clivensi hanno saltato solo un campionato di Serie A.

Crotone - Seconda partecipazione in Serie A per gli squali che l'anno scorso hanno ottenuto la salvezza all'ultima giornata.

Fiorentina - Per 5 volte un calciatore della Fiorentina ha vinto la classifica dei cannonieri, l'ultimo Toni nel 2005-06 con 31 reti.

Genoa - Il grifone quest'anno ha fatto debuttare il giocatore più giovane di sempre, Pellegri classe 2001.

Hellas Verona - Unica squadra non di capoluogo ad aver vinto il campionato.

Inter - Record del miglior punteggio in un campionato a 18 squadre con 2 punti per la vittoria, 58 punti nel 1988-89.

Juventus - I bianconeri hanno il record per vittorie di scudetti di fila, 6.

Lazio - Ultimo club ad aver vinto la Coppa delle Coppe nel 1999.

Milan - L'ex capitano Maldini è primatista di presenze in Serie A, 647; Nordahl miglior realizzatore straniero di sempre con 225 gol.

Napoli - I partenopei lo scorso anno hanno realizzato il maggior numero di gol, 94.

Roma - Per la prima volta dopo 25 anni i giallorossi inizieranno il campionato senza Totti in rosa.

Sampdoria - 61ª partecipazione in Serie A per i blucerchiati.

Sassuolo - 5ª partecipazione consecutiva per il Sassuolo da quando è salito per la prima volta in Serie A. Prima stagione senza Di Francesco all'avvio sulla panchina.

SPAL - Torna in Serie A dopo 49 anni. Miglior piazzamento nella storia della massima categoria, 5º posto nel 1959-60.

Torino - I granata possono vantare 7 scudetti e 5 TIM Cup.

Udinese - 23ª stagione in Serie A per i Friulani che giocano alla Dacia Arena, impianto dove si disputerà la finale dell'Europeo U21 nel 2019.

I record

Il record di presenze è ancora in mano a Paolo Maldini, con 647* apparizioni in Serie A, ma Buffon quest'anno può puntare al sorpasso, essendo a quota 619. Difficile strappare a Piola il record di gol: primato di 274 reti, con Quagliarella, Pazzini e Pellisier i più vicini ancora in attività (il primo a 108 e i due bomber di Chievo e Hellas a 107).

La Juve vanta il record di risultati utili consecutivi, 38, raggiunto nel 2011-12 ed equivalente ad una stagione.

L'Inter è la squadra con la miglior serie di vittorie consecutive, 17, ottenuta nel 2006-07. La Roma invece possiede la miglior serie iniziale di vittorie consecutive, 10, arrivata con Rudi Garcia nel 2013-14.

Record molto antico quello del Bologna: nel 1946-47 i rossoblu hanno ottenuto il maggior numero di partite iniziali senza reti al passivo, 7.

Altri 3 record in mano alla Juve: maggior numero di vittorie sul proprio campo, 19 su 19 nel 2013-14; maggior punteggio in classifica, 102 sempre nel 2013-14; miglior striscia consecutiva di scudetti vinti, 6.

Il maggior numero di gol realizzati in un turno di campionato risale allo scorso torneo, con 48 gol segnati nella 33ª di Serie A.


Share on Facebook