Benevento: Memushaj e Kone vicinissimi, occhio alla punta

Il centrocampista dell'Udinese darebbe esperienza ed estro tecnico, vicinissimo anche Memushaj del Pescara. In attacco, invece, si puntano Pavoletti e Matri.

Benevento: Memushaj e Kone vicinissimi, occhio alla punta
Source photo: radiogoal24.it

Ledin Memushaj è sempre più vicino al Benevento, club neo-promosso in Serie A seriamente intenzionato a non retrocedere dopo solo un anno nella massima lega calcistica italiana. Per allinearsi con il valore medio delle altre diciannove, i campani hanno dunque stretto quasi definitivamente per il centrocampista del Pescara, uno dei calciatori che ha cercato di far galleggiare la rosa fino alla matematica retrocessione. Centrale naturale, l'albanese verrà molto probabilmente schierato come mediano, dando geometria ed esperienza al centrocampo sannita.

Manca davvero poco, inoltre, per l'ingaggio di Kone dall'Udinese, atleta polivalente e che potrebbe occupare più ruoli nello scacchiere tattico di Marco Baroni. Secondo quanto riportato da Sportitalia, il greco sarebbe vicinissimo a vestirsi di giallorosso, apportando esperienza e voglia di rivalsa. Centrocampista naturale, Kone potrebbe benissimo alzarsi sulla trequarti, giocando sia come trequartista centrale che sull'out destro. Le sue indiscusse capacità balistiche, inoltre, potrebbero rivelarsi utilissime alle Streghe, a caccia di quei calciatori capaci di sbloccare gli equilibri anche con un solo tocco. 

In attacco, invece, il sogno è sempre Leonardo Pavoletti, valutato circa dodici milioni da un Napoli poco incline a mandarlo semplicemente in prestito, alleggerendosi così di un ingaggio importante. Dall'altra parte della bilancia, sale Alessandro Matri, attualmente in forza al Sassuolo. Tra i due attaccanti, il Benevento sceglierà la situazione economicamente più vantaggiosa, puntando dunque su un attaccante di esperienza e che porterebbe in dote almeno una decina di goal. L'ex Genoa Pavoletti, rispetto al Mitra, ha sicuramente meno chances di giocare nella sua attuale squadra, motivo che lo spingerebbe ad accettare più facilmente il trasferimento. 


Share on Facebook