Sassuolo, grigio esordio. Poco mordente, attacco spuntato

La prima dei neroverdi termina con un pareggio a reti bianche. Sassuolo rimandato, in attesa dei prossimi impegni.

Sassuolo, grigio esordio. Poco mordente, attacco spuntato
Sassuolo, grigio esordio. Poco mordente, attacco spuntato

Ai punti, avrebbe meritato l'intera posta in palio il Genoa. E' andata in archivio la prima gara stagionale di campionato, con il Sassuolo che non è andato oltre lo 0-0 casalingo contro una squadra di certo alla portata dei neroverdi. Scialba prestazione, del resto è ancora calcio d'agosto ed i meccanismi vanno ancora oliati, considerando anche il fatto che in panchina siede un allenatore nuovo, Christian Bucchi, che ieri ha ufficialmente esordito in Serie A. La partita del 'Mapei Stadium' ha avuto due volti: meglio i padroni di casa nel primo tempo, che però nella ripresa sono via via evaporati dal terreno di gioco, lasciando campo ai grifoni che hanno sfiorati più volte il golpe, soprattutto nell'azione che ha portato alla traversa colpita dal difensore Biraschi.

Le due squadre, dobbiamo ammetterlo, non si sono risparmiate, mettendo in campo tutto quello che avevano. E' nato un pareggio che tutto sommato può e deve accontentare entrambe le squadre, che smuovono la classifica in attesa di tempi migliori. Il Sassuolo sceso in campo nella prima esibizione stagionale è somigliato molto a quello delle passate stagioni, modellato da Eusebio Di Francesco. Identico modulo di gioco, il 4-3-3, ed interpreti simili per 10/11. L'unica novità rispetto allo scorso anno è rappresentata dall'impiego di Diego Falcinelli al centro dell'attacco, eroe della salvezza del Crotone nella passata stagione. Un pareggio positivo, ma il Sassuolo non ha raggiunto la sufficienza, fermandosi ad uno striminzito cinque e mezzo, se volessimo dargli un voto. Restano tante cose da rivedere, le idee del nuovo allenatore sono ancora da assimilare del tutto. In più, ci sono ancora gerarchie da stabilire, sia a centrocampo che in attacco, con i vari Matri, Iemmello e Ragusa che scalpitano ma che comunque da qui al termine del calciomercato potrebbero anche cambiare aria.

C'è ancora tanto da lavorare in casa Sassuolo. Il cartello 'lavori in corso' sovrasterà ancora per qualche settimana il 'Ricci'. Il potenziale della squadra è di buon livello, l'obiettivo resta la conquista della salvezza ma con settimane in più di lavoro questa squadra può far divertire i tifosi ed impensierire gli avversari, molto di più di quanto fatto all'esordio.