Serie B - Venezia e Spezia non si fanno male: 0-0 al Penzo

Termina senza reti e con poche emozioni l'anticipo della quarta giornata di Serie B tra Venezia e Spezia.

Serie B - Venezia e Spezia non si fanno male: 0-0 al Penzo
Serie B - Venezia e Spezia non si fanno male: 0-0 al Penzo
VENEZIA
0 0
SPEZIA
VENEZIA: AUDERO; ANDELKOVIC, DOMIZZI, MODOLO (69' MARSURA), ZAMPANO, BENTIVOGLIO, SUCIU, FALZERANO, DEL GROSSO, MOREO (87' CERNUTO), ZIGONI (73' SIGNORI). ALL. INZAGHI
SPEZIA: DI GENNARO; DE COL, TERZI, CECCARONI, VIGNALI, PESSINA, JUANDE (26' BOLZONI), MAGGIORE (76' GIORGI), LOPEZ, OKEREKE (65' MARILUNGO), GRANOCHE. ALL. GALLO
SCORE: 0-0.
ARBITRO: ILLUZZI AMMONITI: TERZI, OKEREKE (S), MODOLO, BENTIVOGLIO, DOMIZZI, FALZERANO (V) ESPULSI: BENTIVOGLIO (V)
NOTE: STADIO PIERLUIGI PENZO INCONTRO VALIDO PER LA QUARTA GIORNATA DI SERIE B

Termina senza reti l'anticipo della quarta giornata del campionato di Serie B tra Venezia e Spezia. Un risultato giusto per quello che si è visto nell'arco della sfida con poche emozioni e gli uomini di Inzaghi che hanno giocato gli ultimi venti minuti in dieci a causa dell'espulsione di Bentivoglio. Con questo pareggio il Venezia sale a quota sei punti mentre lo Spezia a quota cinque. 

Per quanto concerne il capitolo formazioni 3-5-2 per il Venezia di Inzaghi con la coppia d'attacco composta da Moreo e Zigoni mentre lo Spezia risponde con un modulo speculare: la coppia d'attacco è formata da Okereke e Granoche.

Buona partenza del Venezia che fa la partita e al 10' crea la prima palla gol con Domizzi che, sugli sviluppi di un corner, colpisce di testa con la sfera che però termina alta. E' la squadra di Inzaghi che fa la partita facendo girare il pallone in orizzontale ma gli ospiti si chiudono e quando possono ripartono. Al 26' lo Spezia di mister Gallo è costretto già al primo cambio con Bolzoni che prende il posto dell'acciaccato Juande. Bisogna giungere al 31' per assistere alla prima conclusione della partita verso la porta con Bentivoglio che prende la mira dai trenta metri e spara, Di Gennaro respinge con i pugni.

Su capovolgimento di fronte lo Spezia va ad un passo dal gol con Vignali che imbecca bene Okereke il quale si ritrova davanti ad Audero ma il portiere scuola Juventus dice di no. Poco dopo ancora Spezia pericoloso con Pessina che, dalla sinistra, mette in mezzo un pallone per Vignali che non ci pensa su e calcia al volo ma la sfera esce di poco. La prima frazione termina senza gol.

La prima chance del secondo tempo è per il Venezia con Moreo che mette in mezzo per Bentivoglio che gira di testa, palla alta di poco. I ritmi, però, restano bassi con la squadra di Inzaghi che tenta di fare la partita come nella prima frazione di gioco mentre la squadra di Gallo aspetta nella propria metà campo. Al 63' chance per il Venezia con Moreo che fa da sponda per Zigoni che calcia al volo dai venti metri con Di Gennaro che respinge con i pugni. I due allenatori, col trascorrere dei minuti, provano cambiare qualcosa con Gallo che inserisce Marilungo per Okereke mentre Inzaghi manda in campo Marsura per Modolo. Al 71', però, il Venezia rimane in dieci con Bentivoglio che si becca due gialli in tre minuti lasciando, cosi, il campo anzitempo. 

Nonostante l'inferiorità numerica il Venezia resiste agli assalti dello Spezia e nei minuti finali non succede nulla. Al Penzo termina 0-0 l'anticipo della quarta giornata di Serie B tra Venezia e Spezia.