Sassuolo, Bucchi: "Dybala extraterrestre per la Serie A. Noi timorosi in avvio"

Il tecnico analizza nel post-gara la sconfitta interna con la Juventus. Parlano anche Politano e Adjapong.

Sassuolo, Bucchi: "Dybala extraterrestre per la Serie A. Noi timorosi in avvio"
Fonte immagine: Corriere Dello Sport

"Dybala è un giocatore che, per il calcio italiano, è un extraterrestre". Si possono riassumere nelle parole di Bucchi i novanta minuti di oggi del lunch match di Serie A tra Sassuolo e Juventus. Una tripletta dell'argentino ha messo k.o. i neroverdi, con il punteggio finale per 1-3. Una sconfitta che per gli emiliani fa male, ma era stata parzialmente messa in conto contro un avversario superiore, quindi un k.o. digeribile. Questo il commento ai microfoni di Tuttomercatoweb del tecnico Bucchi: "La sconfitta ci rammarica, ma non sono queste le partite che credo servano a portar punti. Bisogna mettere in preventivo che gli sforzi vengono vanificati dalle giocate di un campione. Io faccio i complimenti ai ragazzi perché stiamo continuando quello che abbiamo iniziato a Bergamo".

"Nei primi 20 minuti siamo stati un po’ troppo timorosi - ha aggiunto l'allenatore del Sassuolo, proseguendo nell'analisi del match -  Speravamo di non soffrire molto, ma la Juve ci ha messo in difficoltà e ha rotto l’equilibrio. Poi siamo entrati in gara, abbiamo iniziato a creare le occasioni e ci siamo creati l’opportunità di pareggiare. Dopo il 2-0 siamo stati abili a rientrare subito in partita, speravamo di metterli in difficoltà. Nel nostro momento migliore abbiamo preso il terzo gol".

Sulla falsariga anche il commento di Claud Adjapong, oggi protagonista sulla corsia sinistra del Sassuolo, con un assist a referto: "Noi le partite le prepariamo al meglio. A Bergamo non meritavamo una sconfitta, oggi c’era la Juve che è una delle squadre più forti al mondo". Campioni in ogni dove, compreso Juan Cuadrado, che ha messo il classe 1998 in grossa difficoltà con le sue sfuriate a destra, mentre il giovane si è spostato a sinistra: "E’ un gran giocatore di spinta. Io sono giovane e devo migliorare la fase difensiva. E’ ovvio che sinistra faccio un po’ fatica perché non è principalmente il mio ruolo. Però cerco di mettere massima disponibilità per la squadra". Il sassolese poi conclude: "Non mi sento protagonista. So che sono un giocatore giovane e devo migliorare. Io devo dare il massimo giorno dopo giorno in allenamento e se il mister mi vorrà far giocare in campionato vorrà dire che me lo sono meritato".

Emblematiche invece le parole di Matteo Politano a Sky Sport sulla prestazione di Paulo Dybala: "Anche oggi si è dimostrato un calciatore strepitoso. Quando incontri questi giocatori così ed in giornata, è difficile portare a casa punti. Mi hanno colpito i suoi movimenti, vede il calcio dieci ore prima di tutti noi".

[Fonte dichiarazioni: Tuttomercatoweb.com]