Denis saluta la Dea con un gol, ma l'Atalanta non va oltre il pari col Sassuolo

Nella partita d'addio di Denis, l'Atalanta frena sull'uno a uno contro il Sassuolo. A segno Berardi e Denis, che insacca dopo aver sbagliato un rigore.

Denis saluta la Dea con un gol, ma l'Atalanta non va oltre il pari col Sassuolo
ATALANTA
1 1
SASSUOLO
ATALANTA: 3-5-2): SPORTIELLO; MASIELLO, TOLOI , CHERUBIN; CONTI, KURTIC, CIGARINI, DE ROON, DRAMÈ; GOMEZ, DENIS.
SASSUOLO: (4-3-3): CONSIGLI; VRSALJKO, ANTEI, ACERBI, LONGHI; BIONDINI, MAGNANELLI, DUNCAN; BERARDI, FALCINELLI, DEFREL.
SCORE: 0-1, 27' BERARDI 1-1, 32' DENIS
ARBITRO: CLAUDIO GAVILLUCCI (ITA) AMMONISCE CONTI (MIN. 25), CONSIGLI (MIN. 31), BERARDI (MIN. 33), DEFREL (MIN. 67), DIAMANTI (MIN. 69), LONGHI (MIN. 70),
NOTE: 22ESIMA GIORNATA DEL CAMPIONATO DI SERIE A TIM 2015-2016: ALLO STADIO ATLETI AZZURRI D'ITALIA VA IN SCENA ATALANTA-SASSUOLO.

El Tanque German Denis chiude la sua esperienza con la maglia dell'Atalanta con un gol, ma gli orobici non vanno oltre l'uno a uno interno contro il Sassuolo. Apre Berardi al minuto 27', ma cinque minuti dopo Denis fissa il pari ribattendo a rete un rigore, precedentemente parato da Consigli. Occasione persa da parte del Sassuolo per agganciare la Roma in zona Europa, restando attaccata al Milan a quota 33 in classifica. Gli orobici trovano il terzo pari consecutivo, fermi a metà classifica con ventisette punti all'attivo. 

Difesa a tre per la truppa di Reja, che lancia il trio Toloi-Masiello-Cherubin, con l'ordine di blindare l'area di Sportiello. De Roon al centro della mediana, coadiuvato da Cigarini e Kurtic interni, mentre Dramè e Conti cavalcano sulle fasce, di supporto al duo Denis e Gomez4-3-3 per i neroverdi, in avanti il trio Falcinelli-Defrel-Berardi, supportati da Magnanelli al centro della linea di mediana, con Biondini e Duncan laterali. Antei e Acerbi centrali, mentre sulle fasce partono dal primo minuto Vrsaljko e Longhi, davanti al solito Consigli tra i pali.

Primo pallone per l'Atalanta, che propone un gioco verticale, trovando, però, pronta resistenza dal Sassuolo, particolarmente compatto e in attesa del momento propizio per le ripartenze. Dopo un lancio andato vuoto, da parte dei bergamaschi, gli ospiti ripartono sulla destra, con Vrsaljko, che cerca Falcinelli, ma sbaglia la conclusione, si inserisce Berardi, che appoggia a rete su rimpallo: l'arbitro fischia fuorigioco, ma decisione alquanto dubbia, poichè Berardi era tenuto in gioco da Dramè. Col passare dei minuti, la partita cresce d'intensità: entrambe le formazioni alternano le sortite offensive, ma gli emiliani hanno già iniziato ad ingranare le marce, mettendo pressione all'Atalanta con il pressing alto.

Al minuto 27', azione fotocopia del gol annullato a Berardi, ma questa volta con esito diverso: sulla destra, Vrsaljko serve in area, dopo un rimpallo, Berardi appoggia a rete senza trovare la resistenza di Sportiello, portando in vantaggio il Sassuolo. Nemmeno il tempo di esultare, che tre minuti dopo, arriva la reazione degli orobici: Kurtic riceve un bell'invito di Denis, ma viene travolto da Consigli in area, calcio di rigore per i neroblù. Denis al dischetto, si fa ipnotizzare da Consigli, ma riesce a prendere il controllo della sfera e insacca a rete, trovando il pari, siglando un gol proprio nella sua ultima partita con la casacca bergamasca. La truppa di Di Francesco accusa il colpo, rischiando di subire il raddoppio, su girata di Denis, che sfiora la traversa. La partita non rivela ulteriori colpi di scena negli ultimi dieci minuti, le due squadre vanno in spogliatoio sull'uno a uno.

Ritmi decisamente blandi al ritorno in campo: l'Atalanta cerca qualche iniziativa, provando ad alzare il baricentro, ma il Sassuolo chiude bene e prova a pungere i lombardi dalla fascia destra, con Berardi e Vrsaljko, senza, però, creare problemi a Sportiello. All'ora di gioco, occasione da gol per l'Atalanta, con Cigarini, ben servito da El Tanque Denis, che si fa parare da Consigli una buona conclusione sul primo palo. Brividi per i padroni di casa, con Sportiello avventato in uscita, che riesce a strappare la palla da Falcinelli, ma con qualche rischio. Nella seconda metà della ripresa, si alza l'intensità, ma solo dal punto di vista fisico, con Gavillucci costretto ad estrarre svariati cartellini gialli, mentre le due squadre sembrano accontentarsi del pari. All'81 si chiude la carriera di Denis con la maglia dell'Atalanta, sostituito da Borriello e standing ovation per lui dal pubblico bergamasco. Sul finale, Diamanti prova a creare scompiglio alla difesa neroverde, ma le occasioni vanno avanti scemando. Finisce con un pari. 


Share on Facebook